Stefano Magni

Stefano Magni

Stefano Magni (Milano, 1976) è giornalista professionista, saggista e autore di romanzi di storia alternativa. Appassionato di liberalismo e di storia militare, è cattolico (e anche gattolico) praticante. Scrive per La Nuova Bussola Quotidiana, Atlantico Quotidiano e InsideOver, nutre una sana diffidenza nei confronti dello Stato e continua ad avere fiducia nell’iniziativa individuale.

3.7k Visualizzazioni

Cosa c’è dietro la pessima performance militare dei russi in Ucraina

E perché in Italia si fa fatica a prenderne atto e a riconoscerne le cause… C’è una differenza fondamentale fra le analisi della guerra in Ucraina formulate dagli esperti italiani e quelle che vengono pubblicate nel resto del mondo occidentale, negli Usa e nel Regno Unito in particolare. Le relazioni dell’intelligence statunitense o gli studi […]

3.2k Visualizzazioni

La bufala di Trump “amico di Putin”: i “trumpiani” che si sono bevuti la propaganda Dem

“Se fossi stato ancora in carica, la guerra in Ucraina non sarebbe mai scoppiata”, aveva dichiarato Donald Trump, il 24 febbraio, nel giorno dell’invasione russa. La prima reazione del mondo trumpiano, soprattutto fuori dall’America, è stata quella di completare la dichiarazione: “perché Trump, essendo amico di Putin, non lo avrebbe mai provocato fino a far […]

3.3k Visualizzazioni

Il nuovo “pacifismo” di destra come quello della sinistra: appello alla resa e anti-occidentalismo

“Meglio russi che morti” è il succo del discorso di gran parte dei commentatori di centrodestra in queste settimane di guerra ucraina. Man mano che la guerra si prolunga, l’appello per la resa incondizionata degli ucraini si fa più forte e sentito, condito con discorsi terroristici su possibili escalation e guerre nucleari. Per Vittorio Feltri, […]

3.4k Visualizzazioni

“Togliere l’amicizia” a Putin non basta: dove sbaglia Biden e dove sbagliano i “realisti”

Occorre una nuova guerra ideologica contro i modelli gemelli, cinese e russo. E la promozione della libertà individuale, senza compromessi, è l’unica arma a disposizione “Nel corso della nostra storia abbiamo imparato questa lezione: quando i dittatori non pagano un prezzo per le loro aggressioni, provocano più caos. Continuano a muoversi. E i costi e […]

3k Visualizzazioni

Il cortocircuito nei partiti di centrodestra: leader atlantisti, base filo-russa

I leader politici sono uniti, almeno a parole, sulla condanna dell’invasione russa dell’Ucraina. “L’attacco su larga scala della Russia contro l’Ucraina è semplicemente inaccettabile. La comunità internazionale deve rispondere compatta a difesa del diritto internazionale”, secondo Giorgia Meloni. Le Camere “si riuniscano per votare la condanna senza ambiguità della Russia di Putin”, dice Enrico Letta. […]

3.6k Visualizzazioni

Dal gas al commercio, le sanzioni preventive di Putin: è Mosca a danneggiare i nostri interessi nazionali

“Gli interessi nazionali italiani”. Quante volte, nelle ultime settimane di crisi in Ucraina, abbiamo sentito invocare gli “interessi nazionali italiani”, soprattutto da parte di chi è critico della Nato e incline a giustificare le ragioni di Putin? Questi “interessi nazionali”, tuttavia, rimangono sempre un concetto astratto, non sono mai definiti. Il fronte è lontano, si […]

3.4k Visualizzazioni

Ucraina: il falso alibi della “provocazione” Nato per nascondere la voglia di impero di Putin

A quale provocazione starebbe rispondendo Putin? In Ucraina non ci sono missili Usa e l’adesione di Kiev alla Nato non è più in agenda da anni Dovrebbero metterlo, a questo punto, come avvertenza: una crisi con la Russia può provocare gravi effetti collaterali, fra cui allucinazioni collettive. In una di queste allucinazioni, che troviamo descritte […]

3.6k Visualizzazioni

La Women’s March si copre di ridicolo con un tweet, ma il delirio della Cancel Culture non fa ridere

La nuova sinistra mira a creare un sistema di potere, prima di tutto sulle menti Per fortuna esistono notizie che ci distraggono dalla pandemia. Questa volta, a crearci un siparietto divertente e diversivo, è l’organizzazione della Women’s March, la marcia annuale delle femministe. Senza rendersi conto del suo umorismo, infatti, ha pubblicato un tweet in […]

Vedi altri articoli