in

“Benigni e Calenda misogini”. L’ultima perla dell’amazzone Murgia - Seconda parte

Dimensioni testo

Ai deliri della scrittrice risponde la stessa candidata su Twitter: “Gentile Michela Murgia e cari elettori, mi chiamo Cecilia Frielingsdorf. Per semplificare la possibilità di votarmi sono stata iscritta alle liste elettorali come Cecilia Frielingsdorf detta Cecilia. Spero di essere giudicata per le mie idee e non per il mio cognome”.

Michela Murgia è l’unica persona al mondo che riesce ad usare il femminismo con effetto boomerang. Di solito le vittime del politicamente corretto, sono sempre costrette loro malgrado a chiedere scusa. Invece, se attaccati da lei, si diventa immediatamente gli eroi di giornata. Michela Murgia. Un nome una garanzia. Anche senza il cognome.

Nicolò Petrali, 13 settembre 2021