Cultura, tv e spettacoli

L'accusa a Foa

Bufera in Rai, torna il vecchio vizio: vietato parlare se sei “no vax”

Marcello Foa nell’occhio del ciclone per aver ospitato Massimo Citro della Riva, ma in trasmissione non era da solo

Marcello Foa no vax radio

È intervenuto nella trasmissione radiofonica di Marcello Foa “Giù la maschera”, in onda su Radio Uno, lo psicoterapeuta Massimo Citro della Riva, sospeso dall’Ordine dei Medici di Torino per le sue teorie antivacciniste. Sono finite nell’occhio del ciclone alcune affermazioni di Della Riva circa i vaccini attualmente adoperati contro il Covid: “Questi non sono vaccini” ha detto lo psicoterapeuta “perché l’antigene, cioè la famosa proteina Spike che viene fatta produrre dalle nostre cellule, non è mai stato attenuato, cioè reso incapace di nuocere. Noi – ha proseguito – introduciamo una pericolosa tossina senza nessuna attenuazione, che infatti produce tutti i danni che stiamo vedendo. Inutile che fanno finta che non è così”.

Rai, polemiche per il medico no vax

Il medico si è spinto oltre, accusando i produttori non solo di non aver attenuato l’antigene ma di averlo volutamente potenziato: “È un disastro, è una volontà di fare del male. È evidente”. Nel corso della trasmissione Citro della Riva ha criticato il protocollo sanitario (tachipirina e vigile attesa) seguito in piena pandemia, ritenendolo sbagliato e ha offerto i propri consigli per curarsi dal Covid nell’attuale fase, indicando una serie di “rimedi naturali” testati su se stesso.

Marcello Foa, in chiusura di programma, ha insistito sul fatto di aver ospitato “due visioni del tutto contrapposte”. L’altra è stata quella dell’infettivologo Massimo Galli che, prima dello psicoterapeuta, era intervenuto in difesa dei vaccini, rassicurando sul fatto che i loro “effetti avversi” non hanno mai superato la soglia d’allarme oltre la quale i vaccini avrebbero dovuto essere sospesi. “Lo spirito della trasmissione – ha detto Foa – è quello di permettere a chiunque di esprimersi col dovuto spazio”.

Sinistra all’attacco

L’intervento dello psicoterapeuta ha suscitato una bufera nel Cdr Rai. “La Rai deve con urgenza spiegare come sia stato possibile invitare a parlare di Covid Massimo Citro della Riva (…) Questo signore, un complottista e negazionista che si è rifiutato di vaccinarsi affermando che non intendeva ‘diventare un Ogm’, per quindici minuti è stato intervistato su Rai Radio1 nella trasmissione condotta da Marcello Foa ‘Giù la maschera’ (…)”. Così in una nota i componenti del Partito Democratico della Commissione di Vigilanza Rai.

Per il capogruppo dell’Alleanza Verdi e Sinistra del Senato Peppe De Cristofaro, presidente del gruppo Misto di Palazzo Madama, componente della Commissione di Vigilanza Rai, “l’azienda e il direttore dei Gr Rai Pionati invece di prendere le distanze dalle parole del medico No-Vax dovrebbero prestare maggiore attenzione proprio agli ospiti invitati in trasmissione. Aspettiamo che si dissoci anche Foa”. La Rai ha fatto sapere che l’azienda si dissocia dalle affermazioni di della Riva. Probabilmente, ai dem non sono andate giù la critiche dello psicoterapeuta all’operato dell’ex ministro della Salute, Roberto Speranza. La libertà di espressione, anche di chi condivide posizioni quantomeno discutibili, è indigesta al Pd.

Lorenzo Cianti, 19 settembre 2023

Iscrivi al canale whatsapp di nicolaporro.it

12 e 13 Luglio 2024 a Bari

la grande bugia verde

SEDUTE SATIRICHE

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli