in

Caro Porro, è una vergogna: ai malati di tumore chiedono il green pass

Dimensioni testo

Ciao Nicola,

ti avevo scritto qualche settimana fa ma non riesco a non rifarlo per segnalarti una cosa: sono un medico oncologo, oggi sono rientrato dalle ferie e ho scoperto che da quando è entrato in vigore il green pass a tutti i pazienti oncologici che devono fare la chemioterapia viene chiesto appunto il green pass. In alternativa il paziente deve fare il tampone entro 72 ore prima della chemio. E calcola che ci sono terapie che hanno cadenza settimanale quindi un paziente oncologico che già se la vede male con la malattia, oltre al prelievo che si fa abitualmente prima di somministrare la chemioterapia deve anche fare il tampone. Tutto ciò è semplicemente vergognoso, scrivo a te nella speranza che venga divulgato questo scandalo dalla tua cassa di risonanza ben più ampia della mia.

Grazie per il tuo impegno, un abbraccio
L.