in

Caro Porro, ora ci vietano pure di cantare

Dimensioni testo

Caro Nicola,

da un annetto a questa parte ho scoperto la Zuppa, inizialmente la seguivo in modo distaccato, ora ne sono sempre più coinvolta e quando vedo delle ingiustizie mi dico “ma allora quando il mattino durante la Zuppa Nic si incazza, fa toc toc ha ragione”!

Ieri c’è stata una partita chiave per il Calcio Trento, grazie all’ultima vittoria la squadra è stata promossa in Serie C (non sto qui a dire da quanti anni è atteso questo momento). Come ben sai un numero limitato di tifosi è potuto andare allo stadio. E qui arriva il bello perché il Commissario del Governo per la Provincia Autonoma di Trento aveva diramato un appunto stampa dove dopo i soliti preamboli sulla pandemia aveva scritto nero su bianco che “bisogna evitare incontri, abbracci, cori ed assembramenti…”.

Posso capire tutto, ma dire a dei tifosi di non cantare allo stadio è pura follia!!! Ma non ci avevano insegnato lo scorso anno a cantare sui balconi? E perché adesso non lo si può più fare?
Beh, mi dirai, un po’ a Trento città se la sono cercata visto che la maggioranza è comunista (la Provincia però è a guida leghista)… però ledere le nostre libertà in questo modo “mi fa venire il sangue al cervello”, come dici tu.

Concludo con una citazione di Oscar Wilde: “La società perdona spesso il delinquente mai il sognatore”

W la zuppa e noi liberali!

Un abbraccio,
Paola

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
16 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Roberto Castaldini
Roberto Castaldini
26 Maggio 2021 7:20

L’aria espulsa con un colpo di tosse può trasportare fino a 3.000 particelle patogene, e viaggiare fino a 80 chilometri all’ora.
Uno starnuto, invece, può espellere fino a 40.000 goccioline volatili di saliva o muco a una velocità che può arrivare a ben 320 km orari, una Ferrari (fonte www.fluimicil.it). Puoi rimanere salda nelle tue convinzioni e beata nella tua ignoranza, tanto cosa vuoi che sia una pandemia che miete più di 125.000 morti in Italia, milioni nel mondo, tutti stupidi gli altri?

Roberto Castaldini
Roberto Castaldini
26 Maggio 2021 7:04

Ora chi è per partito preso può dire tutto quello che vuole contro l’avversario politico, ma qui si parla di salute pubblica non di noccioline. L’aria espulsa con un colpo di tosse può trasportare fino a 3.000 particelle patogene, e viaggiare fino a 80 chilometri all’ora.
Uno starnuto, invece, può espellere fino a 40.000 goccioline volatili di saliva o muco a una velocità che può arrivare a ben 320 km orari, una Ferrari (fonte www.fluimicil.it). Puoi rimanere salda nelle tue convinzioni e beata nella tua ignoranza, tanto cosa vuoi che sia una pandemia che miete più di 125.000 morti in Italia, milioni nel mondo, tutti stupidi gli altri?

Pico
Pico
25 Maggio 2021 16:37

A Firenze altro che canti!!! Andatelo a chiedere al priore di Santo Spirito e chiedetegli della movida tollerata dal grande sindaco piedino catto-comunista violinista Nardella che ignora anche lo spaccio di stupefacenti nel parcheggio della Stazione di Santa Maria Novella in cui nemmeno la PS osa entrare!!!

Gianluca P.I.
Gianluca P.I.
25 Maggio 2021 15:23

Nella Bologna comunarda è da inizio pandemia che in zona universitaria cantano, ballano e se ne infischiano del coprifuoco, non si registrano contagi e neppure multe, è un vero esperimento sociale direi riuscitissimo: è possibile sbattersene delle norme pandemiche a patto di sventolare la bandiera rossa, molto più efficace di ogni mascherina.

Korgek
Korgek
25 Maggio 2021 9:05

Trento e Bolzano sono due città spacciate, anche se continuano a darle per “fighe”. E purtroppo avranno sempre sindaci sinistroidi, soprattutto a BZ grazie a quei socialisti dell’SVP, gli stessi che ci obbligano ancora non solo alla museruola ma addirittura alla ffp2. Schifo.

Pigi
Pigi
25 Maggio 2021 8:43

Cantare al chiuso probabilmente è uno dei pochi casi documentati e indiscutibili di contagio avvenuto senza contatto fisico.
https://images2.corriereobjects.it/methode_image/2020/05/13/Salute/Foto%20Salute%20-%20Trattate/tabellacdc_ori_crop_MASTER__0x0.jpg?v=20200513172019
Gli altri casi si riferiscono agli addetti ai call-center.
Se ne deduce che parlare o cantare forte e a lungo AL CHIUSO trasmette il virus.
All’aperto, non risulterebbero casi certi, per cui non ci dovrebbero essere rischi visto che il virus è con noi da quasi un anno e mezzo.

Pieranyonio ravera
Pieranyonio ravera
25 Maggio 2021 8:03

Alle demenza dittatoriale comunista non c’è mai fine trentini rivotateli ancora

Patti
Patti
25 Maggio 2021 1:40

Beh,sa,gli scienziati del cts assieme a speranzabobhope,hanno effettuato degli approfonditi studi sul canto e i cori.Tutti loro sono stonati e,ad unanimità,hanno deciso che non si può cantare né al chiuso né all’aperto.Un po’ come la norma che vieta agli sposi e invitati di ballare per più di 15 minuti ai matrimoni,che verranno minuziosamente controllati mal wedding manager.
Mi sa che rispolvererò le padelle ed i coperchi da dare in testa ai CIALTRONI al governo…per rimetterli in carreggiata.