in

Che goduria Rula Jebreal che rosica per La Russa

Dimensioni testo

: - :

Una Rula “Lula” (l’ex presidente del Brasile che proteggeva Cesare Battisti) Jebreal fuori controllo. Anzi, out of control, per sintonizzarsi sul suo strampalato approccio, visto che la nostra fisioterapista, in tempi più giovani e smaglianti testimonial di una nota marca di borsette, ormai si esprime solo nel suo slang cosmopolito pensando che il mondo penda dalle sue trousse.

Tanto tuonò Rula che piovve: come il bagliore di una stella scoppiata, grandina una rosicata galattica per l’elezione di ‘Gnazio La Russa alla presidenza del Senato: “A notorious Fascist is the nes President of Italy’s Senate. Majority of Berlusconi’s Party voted against La Russa… but he was confirmed w the help of 19 senators from the centrist opposition. Meloni has co-optated mercanaries who chose power over democracy”. Visualizza traduzione, come leggerebbe Joe Biden: “Un famigerato fascista è il nuovo presidente del Senato italiano. La maggioranza del partito di Berlusconi ha votato contro La Russa… ma è stato confermato dall’opposizione centrista. Meloni ha cooptato mercenari che hanno preferito il potere alla democrazia”.

Poveretta, come soffre! Un callifugo a Rula Lula, e anche una damigiana di Alka Selzer, da prendere anche in tram. E come ridiamo noi a leggere i deliri di questa quasi 50enne che pare una bambolina, che fa gne gne gne gne gne. A parte che di party forse lei era più a suo agio a quelli di Weinstein, pace all’animaccia sua, la faccenda di “Meloni” che ha cooptato i mercenari è da bomber del giorno: una come Rula Lula riesce sempre a superarsi, e non dev’essere facile. Dopo il padre della leader che “è un famoso trafficante, condannato a 10 anni” (roba di un quarto di secolo fa, nel frattempo il genitore è trapassato, senza mai avere frequentato la figlia, ma questo si può omettere, questo, direbbe er debbunker acciglioso, non è fuori contesto); dopo aver cercato di sobillare l’universo mondo contro i fascisti che la minacciavano di morte nella fascistissima Italia; dopo aver dato, all’ingrosso, del fascio e peggio all’ex parlamentare piddino Tommaso Cerno, e fortuna non anche dell’omofobo, arriva la cooprtazione delle coorti: ‘ndemm, Rula Lula, che vien tardi.

I commenti sotto quest’ultimo, ennesimo tweet farneticante, sono da antologia: molti consigliano potenti pomatine sfiammanti, altri overdose di Maalox, altri ancora compatiscono, altri a iosa, sempre in inglese, le dicono (visualizza traduzione inversa): vatt’a vergognà, stai solo cercando di ricevere attenzioni. Il guaio è che ci riesce, guaio per lei. C’è pure chi ricorda a Jebreal, sempre in inglese così capisce meglio, che, quanto a questo, “Il Pd ha fatto lo stesso per abbondanti 10 anni”. Tra i pochi a difenderla, o comunque in sintonia, il fascistomane di Repubblica, Paolo Berizzi, e qualcosa vorrà dire. Jebreal si sta tramutando in Crudelia Demon, e questa deriva di una ex modella mette tristezza: se andiamo avanti così, chissà, come finirà, chissà.

Rula, tu mi fai girar, tu mi fai girar, tu mi fai girar le palle: con tutte le cose di cui dobbiamo già occuparci, e tragiche cose, tu quoque col ballo del quaqua? E su! Sei proprio il ballo del mattone e la verità ti fa male lo sai. La verità è che sei diventata una macchietta: sedotta e abbandonata, rissosa, irascibile, insopportabile, non trovi cane che ti abbai e continui da sola la tua bagarrrrre contro il mondo: “Un famigerato fascista…”.

Vedi Lula Rula, La Russa ha i suoi trascorsi, le sue idee, le sue radici, ma sono anche passati (anche per te…) svariati decenni, due o tre repubbliche e chi scrive può garantire che ‘Gnazio è un gran simpaticone: l’ha fugacemente conosciuto, per questioni di vicinato, negli anni ’80 ed era tutto meno che un gerarca: direi anzi un bon vivant, un viveur, uno che alla maschia gioventù preferiva indubitabilmente la “femmena”: e ho detto tutto (e son sicuro che, se mi legge, apprezzerà). Aggiungo che, da avvocato, La Russa si dimostrò una delle persone più corrette mai incontrate. Hai visto mai che da presidente del Senato confermasse la stessa prerogativa: a quel punto Rula chi la terrebbe più? Si disintegrerebbe in fuochi pirici di irritazione, fiumi di acidità ed eruzioni fegatose. Sia come sia, di una cosa possiamo essere certi: nessuno potrà mai essere fazioso, ideologizzato e partigiano (nel senso peggiore) come gli amici di Jebreal, anche se trattasi di specie in via d’estinzione.

Del resto, lo abbiamo visto anche oggi, precisamente al Senato, e non aggiungiamo altro per rispetto di storia e di calendario. Non vogliamo mica finire fuori contesto come Rula, noi. E, tanto meno, fuori di testa.

Max Del Papa, 14 ottobre 2022