in

Crédit Agricole accende a Padova il terzo motore per le start up italiane

Dimensioni testo

Un ecosistema di innovazione verde per accelerare la crescita delle start up. E’ l’impegno preso da Crédit Agricole con i poli “Le Village”: gli hub, ormai tre quelli presenti in Italia, pensati come simbolo di un nuovo modo di fare impresa e di come questo vada promosso e sostenuto da una banca che vuole davvero essere di territorio. Ultimo hub in ordine di tempo, è Le Village by CA Triveneto che ha aperto ufficialmente i battenti a Padova da poche settimane. Crédit Agricole crede infatti fortemente nella territorialità e nellinnovazione e ricerca nelle startup ciò che contraddistingue il suo Dna: un forte orientamento valoriale, passione, grande sensibilità alla sostenibilità ambientale e sociale e profondo senso di collaborazione.

 

Le Village, specializzato sul territorio

Una delle particolarità del progetto targato Crédit Agricole è che ciascun “Le Village” ha una sua vocazione, individuata  anche in base ai settori d’eccellenza del territorio in cui si innesta. Una scelta questa che molto dice di come la lo stesso Gruppo, guidato in Italia da Giampiero Maioli, intende il proprio lavoro quotidiano accanto a famiglie e imprese. Così dopo quello di Milano (votato principalmente a moda, design, e mobilità del futuro) e di Parma (dedicato a food, agricoltura e agroindustria), le Village by CA Triveneto è chiamato a selezionare, sostenere e promuovere startup focalizzate in particolare sugli obiettivi di sostenibilità dellAgenda 2030 delle Nazioni Unite. I cantieri sono già all’opera e nei primissimi mesi di attività sono state coinvolte 34 startup, 18 aziende partner e 46 abilitatori. Numeri che fanno capire la voglia di fare impresa degli italiani e una capacità di innovare da valorizzare.

 

 

Collaborare per innovare 

La struttura, situata a Padova in via Masini Edoardo Plini, mette a disposizione degli aspiranti imprenditori 140 postazioni di lavoro distribuite su 1.800 metri quadrati di superficie e ne favorisce i contatti con partner e abilitatori, così da creare un reale ecosistema dell’innovazione. Insomma, Credit Agricole è sicura che la filosofia vincente sia: Collaborare per Innovare”. Anche per questo motivo allopening a Padova, insieme ai rappresentanti di Crédit Agricole Italia erano presenti tutti i partner coinvolti nel progetto: Camera di Commercio di Padova, Fondazione Cariparo, Assindustria Venetocentro, Università di Padova e Galileo Visionary District, nonché numerose personalità del mondo imprenditoriale e dellinnovazione. Le startup ospitate dal Village by CA Triveneto hanno a disposizione una gamma completa di servizi: mentoring, programmi di formazione, coaching, incontri di matching con investitori e aziende corporate, supporto al fundraising e allinternazionalizzazione. 

 

 

Oltre 1 miliardo di fondi raccolti

Come detto quello di Padova è il terzo Le Village nel nostro Paese ma si inserisce nel più ampio progetto di Crédit Agricole che conta ormai un network di 43 “villaggi” in tutta Europa, a partire dalla Francia. La rete dei Village di nasce infatti a  Parigi nel 2014, linaugurazione di una sede da 5mila metri quadrati, quindi si allarga presso le sedi delle sue Casse Regionali, molti dei quali specializzati nei settori economici che caratterizzano il territorio in cui sono inseriti (come agro-alimentare, viti-vinicolo, farmaceutico, economia del mare. Il progetto ha poi assunto un respiro mondiale e tocca ormai, oltre al nostro Paese, anche Lussemburgo, Londra, New York, Shanghai, Tokyo per un totale oltre 1.340 startup, 748 aziende partner e oltre un 1 miliardo di euro di fondi raccolti dai nuovi imprenditori. 

 

 

Contenuto consigliato