Commenti all'articolo Diario dell’anno della peste (che non c’era)

Torna all'articolo
guest
13 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
rosario nicoletti
rosario nicoletti
29 Febbraio 2020 10:13

Perfetto! E’ bene riderci sopra, perché a pensare alla figuraccia che sta facendo l’Italia sarebbe da piangere (se avessimo ancora lacrime).

Valter
Valter
29 Febbraio 2020 0:02

Si capisce che ha un gran talento, spero di leggere presto altri suoi pezzi. Complimenti.

Vincenzo
Vincenzo
28 Febbraio 2020 22:09

Antonio è divertentissimo!

montezuma
montezuma
28 Febbraio 2020 21:17

Come mi piace dire, la verità (spiacevole) detta con il sorriso.

Letizia
Letizia
28 Febbraio 2020 19:32

Bravo, bell’ articolo.

Fa non solo ridere ma e’ veritiero

Catarsi ilio
Catarsi ilio
28 Febbraio 2020 17:49

Questa mattina, da servizio mandato in onda da più reti televisive, ho appreso, da un medesimo esperto in biologia, che i decessi avvenuti in Italia in seguito alla nota infezione esportata dalla Cina su tutta la Terra non sono avvenuti “per” il “coronavirus”, ma “con” il “coronavirus”. Essendo “con” una proposizione semplice di compagnia devo, forse, dedurre che insieme alle persone decedute, sia deceduto anche il “coronavirus”? Ascoltando l’esperto biologo di questa mattina si direbbe proprio di sì! Allora a questo punto, defunto il coronavirus, tutto è risolto? Ma neanche per sogno le borse di tutto il mondo (civilizzato?) sono impazzite, le economie mondiali sono allo stress da parto, mentre l’unico soggetto mondiale che non ha fatto una piega, come di suo uso, è il governo giallo – rosso italano. Cascasse il mondo la politica italiana non si schioderà mai dalla sua consueta inefficienza.