in

Dpcm: lo Stato ha dormito e ora ci tratta da mascalzoni

Dimensioni testo

Ieri sera, mentre andava in onda Quarta Repubblica, il governo stava discutendo le nuove restrizioni contenute nell’ennesimo Dpcm. Era già chiaro l’approccio: colpevolizzare i cittadini, che pure hanno fatto la loro parte, per imporre altre chiusure, altri fermi alle attività economiche, altri divieti.

Ma in questi mesi, lo Stato, cosa ha fatto per prevenire un nuovo lockdown (sotto mentite spoglie)? Cosa ha fatto lo sceriffo della Campania, che straparlava di lanciafiamme e cinghialoni? Cosa ha fatto il commissario Domenico Arcuri, che ha chiuso ieri il bando per le nuove terapie intensive?

Il mio editoriale a Quarta Repubblica del 12 ottobre