Dpcm: lo Stato ha dormito e ora ci tratta da mascalzoni

Condividi questo articolo


Ieri sera, mentre andava in onda Quarta Repubblica, il governo stava discutendo le nuove restrizioni contenute nell’ennesimo Dpcm. Era già chiaro l’approccio: colpevolizzare i cittadini, che pure hanno fatto la loro parte, per imporre altre chiusure, altri fermi alle attività economiche, altri divieti.

Ma in questi mesi, lo Stato, cosa ha fatto per prevenire un nuovo lockdown (sotto mentite spoglie)? Cosa ha fatto lo sceriffo della Campania, che straparlava di lanciafiamme e cinghialoni? Cosa ha fatto il commissario Domenico Arcuri, che ha chiuso ieri il bando per le nuove terapie intensive?

Il mio editoriale a Quarta Repubblica del 12 ottobre

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


17 Commenti

Scrivi un commento
  1. nicola ho visto alcune puntate della tua trasmissione e il risultato e meglio guardare un cartone animato , sei scorretto perche interrompi sempre chi ti pare , quelli della destra non li interrompi mai , non sono di sinistra ma tu sei di parte , molto di parte , non e il tuo mestiere , potresti essere un ottimo camionista , pero finche berlusconi ti paga continua pure ma io non ti seguiro , fai anche senza di me tu pensi , ma ricorda tantissimi la pensano come me ,il tuo gradimento e in caduta libera , se ti va puoi rispondere

  2. fai ridere Porro…
    l’altro giorno hai detto che non c’ era nessuna emergenza.. tutti asintomatici…
    ma le terapie intensive si stanno riempendo…
    prevenire è meglio che curare non te l’hanno detto?
    chiedi scusa

  3. Se non ci svegliamo e andiamo da questi dittatori assassini che ci vogliono morti sarà una strage in migliaia ma in tanti a prendere questi pezzi di ***** dittatori assassini

  4. che tristanza. Immagiravo che fosse più unaturale questione. politica. Sembra più un progetto problema delle case farmaceutiche. Ci stanno derubando .Vogliamo uscire di casa. non si può sempre stare con la mascherina. zona mi fa respirare e mi appannaño gli occhiali da vista. Ma questa situazione mi fa sentire in guerra. ma con le armi chimiche. Bastaaaa!

  5. Egr.Porro devo dirti che ieri a quarta repubblica mi hai deluso.Non hai avuto il coraggio di apostrofare la parola INVASIONE ne quella di CLANDESTINI .Ha ragione LUDWAK nel dire che possediamo la piu’ forte marina del mediterraneo ma che facciamo un cattivo uso o ,per meglio dire che non difende le nostre acque territoriali e di cio’ ne aprofittano Libici,Tunisini e Algerini .Ormai chiunque puo’ passare la fatidica linea delle 12 miglia e,per assurdo che tanto non è,arrivare con un barchino bomba e far saltare qualche nostra motovedetta.Non do la colpa alla Marina che fa il suo dovere obbedendo agli ordini di Roma .Abbiamo purtroppo una classe dirigente di incapaci e ignoranti con al top un ministro degli esteri che faceva il bibitaro e uno della difesa che faceva il consulente assicurativo.
    E’ quindi chiaro che qualunque stato europeo e non ,conoscendo bene chi ci governa e l’ndole degli italiani ,si ritenga in obbligo di agire facendo i propri interessi poichè sicuro che dall’altra parte non ci sarà reazione.
    Mi dispiace per i nostri marinai in Libia presi in ostaggio da motovedette libiche,donate da noi,e per le loro famiglie costrette vergognosamente a dormire all’aperto davanti a Montecirio mentre il nostro dittatore invece dorme sonni tranquilli.
    Egr.Porro tu la puoi girare come vuoi ma siamo in regime di DITTATURA nella fattispecie a livello bolscevico.
    La dittatura è una forma autoritaria di governo che, nella sua accezione moderna, accentra il potere in un solo organo, se non addirittura nelle mani del solo dittatore, non limitato da leggi, costituzioni, o altri fattori politici e sociali interni allo Stato.
    In senso lato, dittatura ha quindi il significato di predominio assoluto e perlopiù incontrastabile di un individuo (o di un ristretto gruppo di persone) che detiene un potere imposto con la forza. In questo senso la dittatura coincide spesso con l’autoritarismo e con il totalitarismo.
    Le dittature della storia moderna si classificano in base a due variabili: l’intensità e l’ideologia. L’intensità prende in considerazione la raffinatezza e l’efficacia del potere, il rapporto tra forza e consenso, il grado di pluralismo, il ricorso alla mobilitazione di massa. L’ideologia prende in considerazione l’atteggiamento sociale e i valori di fondo della dittatura, l’atteggiamento verso l’ordine politico-sociale esistente, il tipo di rappresentanza di classe. Nel caso del nostro Dux direi che vale la prima variabile.
    La plebe italica ama farsi dominare ,vedere i consensi che il Dictactor possiede con un bel 72%.Morale ogni popolo ha il governo che si merita e quindi CREDERE OBBEDIRE E ABBASSARE LA TESTA.

  6. https://www.liberoquotidiano.it/news/scienze-tech/24864183/coronavirus-professor-bacco-protocollo-sbagliato-polmoni-ossidati-omicidio-stato.html

    Coronavirus, il professor Bacco alla Camera: “Protocollo sbagliato, abbiamo sparato ossigeno nei malati. Ecco perché è strage di Stato”

    “Tutto nasce delle autopsie, quello è lo snodo. Abbiamo sbagliato il protocollo, per questo parliamo di strage di stato. Pensate se ai diabetici incominciassimo a dare lo zucchero, le terapie intensive stasera sarebbero piene di pazienti”.

    “Abbiamo eliminato farmaci che oggi portano alla guarigione immediata – prosegue Bacco, uno dei punti di vista dei “negazionisti” -: eparina, anti-infiammatori, l’idrossiclorochina addirittura demonizzata. Ai malati abbiamo dato il contrario, la ventilazione rotonda. Gli abbiamo bruciato i polmoni, quell’ossigeno allo stato puro non poteva nemmeno essere utilizzato a causa della trombo-embolia polmonare. La parola giusta è sparare. Abbiamo sparato ossigeno nei polmoni, li abbiamo ossidati. E i medici sono diventati strumento di morte, se voi poteste vedere le autopsie i film horror a confronto sarebbero film per bambini. E poi le Rsa: li abbiamo condannati a morte mettendo i malati fianco a fianco con gli anziani. Tutto in nome del lockdown”.

    Mi sa che è molto meglio quando lo stato dorme, invece che “salvarci”.

  7. Nicola posso permettermi di dire che non ho compreso l’invito alla Menarini Farmaceutici ? Chiediti, da capace e acuto giornalista , cosa spinga un’azienda farmaceutica ad investire enormi somme di denaro in questo momento proprio in Italia ?!Siamo sicuri sia per amore? …o forse perché anni addietro si sono presi accordi con le case farmaceutiche americane proponendo il nostro bel paese a capofila per la vaccinazione di massa …quale occasione migliore questa …mi resta la speranza di sbagliarmi

  8. BRAVO NEDO…QUELLO CHE SI CONTESTA AL TUO AMICO…GOVERNO…CHE AVEVANO 5 MESI DI ORGANNIZZARSI..QUALCUNO..PIU COMPETENTE DI ME E DI TE…L AVEVA DETTO..MA COME AL SOLITO NON ASCOLTATO DAI CATTOCOMUNISTIN E SCAPPATI DI CASA..PERCHE’ SONO ARROGANTI..PERMALOSI..TIPO FACCIO TUTTO MI’…..TRA L’ ALTRO X LE SCUOLE ERA STATO PROPOSTO DI USARE…IN QUANDO FERMI…I PULMAN GRAN TURISMO…SI DAVA LAVORO AGLI AUITISTI..E’ CERA PIU’ SICUREZZA X I NOSTRI RAGAZZI…RISPOSTA..COSTAVA TROPPO????’ E’ NON ERA FATTIBILE…PERCHE’????? SONO DEGLI INCAPACI…..
    MI FA IMBESTIALIRE QUANDO CITANO LE ALTRE NAZIONI…E CHI SE NE FREGA…PENSIAMO X L ‘ITALIA CHE ALCUNE COSE SI POTEVANO ORGANIZZARE PRIMA…SE GLI ALTRI SBAGLIANO…DOBBIAMO SBAGLIARE PURE NOI…ALLA FACCIA CHE NOI ERAVAMO IL MODELLO RICOSCIUTO DAL MONDO…SI…DI CAZZATE E’ MENZOGNE…POI I TUOI AMICI..SCHERZANO CON IL FUOCO..QUI SI PARLA DI MORTI…NON DI POLTRONE…UN ALTRA COSA…SIAMO IN EMERGENZA..ALTRE RESTRIZIONI X NOI ITALIANI…MA FANNO ANCORA SBARCARE CLANDESTINI…ALCUNI POSITIVI…ALL’ORA DICO CHE EMERGENZA E’ ..SOLO X NOI ITALIANI..BIANCHI…IGNORANTI..CATTOLICI..SUDATI…ROZZI…NON RADICAL CHIC????? PORRO COMPLIMENTI X LA TRASMISSIONE DI IERI SERA..CON LA MORTE DI QUEI 3 POVERETTI..DALLE NAVI QUARANTENA..LI HAI MESSO IN SERIA DIFFICOLTA…MA CON LA FACCIA DI…BRONZO..CHE HANNO..NON GLIENE FREGA UNA MAZZA DI NOI…FIGURATI DEGLI IMMIGRANTI..X LORO E’ SOLO AFFARI X I LORO AMICI DELLE COOP….E GLI SCAFISTI.

    • Ma quale amico governo…si figuri…sono anni che non voto…poi Conte messo li dai 5S che ho sempre aborrito…poi siamo sempre alle solite parole …ovvero ” io penso all’Italia …mica agli altri “…eccerto che si…come dire che l’acqua e’ bagnata…i riferimento agli ALTRI e’ solo per capire meglio quanto avviene da noi…io penso che le critiche sono sacrosante, ma una cosa ci dobbiamo mettere in testa…la cosa e’ talmente grave che CHIUNQUE , rosso o nero che sia , avrebbe toppato ; d’accordo.. cio’ e’ cosa ovvia e banale…ma ricordiamocene de sta cosa eh….poi per carita’…ognuno la pensi come vuole.

  9. Lo Stato (o meglio, questi scappati di casa che hanno rubato le poltrone agli aventi diritto) non ha solo questo di peccato sulla coscienza, quello di cui parla Nicola nel suo video, ne ha uno più pesante che prima o poi verrà fuori: il gravissimo ritardo nel prendere le giuste misure all’inizio della pandemia, quando già si vedevano i primi morti loro sghignazzavano ed irridevano coloro che lanciavano gli allarmi…”è poco più di un’influenza”, “siamo pronti ad ogni evenienza”, “razzisti, fascisti”,…

  10. Una domanda che faccio a tutti gli oppositori di queste misure:
    Ok si poteva fare diversamente prima ma ORA, voi che FARESTE????
    Mi piacerebbe conoscere le risposte

    • “Fate qualcosa!” è, quasi sempre, la richiesta che provoca disastri.
      Primum non nocere. Vale anche a livello governativo.
      Più che “fare”, bisogna evitare di:
      -prendere provvedimenti più dannosi del problema che si intende risolvere (la famosa cura peggiore del male). La distruzione dell’economia e della libertà delle persone è gravissima.
      -prendere provvedimenti senza reale solidità scientifica.
      Non abbiamo evidenza che il lockdown serva a qualcosa.
      Non abbiamo evidenza che le mascherine servano a qualcosa.
      Non abbiamo evidenza che funzionino il 90% delle ridicole misure viste da marzo ad oggi.
      E chi non le ha prese (chi per niente, chi solo alcune in ordine sparso) è lì a dimostrarlo su larga scala.
      Non abbiamo neanche evidenza che il virus sia così dannoso come viene dipinto.
      Anzi, i dati e gli studi continuano a puntare in direzione di una sopravvalutazione del fenomeno.

      Curiosamente, “non abbiamo evidenza” il governo lo dice solo quando si parla di trasporto pubblico.
      Quindi 7 persone in casa male, 70 su un vagone bene (solo se guidato da qualche stipendiato pubblico, va da sè), perchè “non c’è evidenza”.
      Pare che il virus abbia un fortissimo senso etico, e scelga scientemente di colpire chi si dà ad attività “futili”, come trovarsi con gli amici a prendere l’aperitivo, fare cene casalinghe, giocare a calcetto, prima ancora sciare, risparmiando i sacri mezzi pubblici e la scuola di indottrinamento pubblico.
      Questi sono assembramenti e riunioni in cui le normali ipotesi di contagio non operano.

    • 0) DIMENTICARSI DI TAMPONI E POSITIVI
      1) licenziare tutte le task-force e i comitati.
      2) chiedere indietro gli emolumenti ricevuti fin’ora.
      3) revocare i bonus minchiopattino e biciamotore.
      4) curare i *malati* in modo tempestivo FARMACOLOGICAMENTE e prima che sia necessario il ricovero.
      5) triplicare i posti in TI.
      6) rimuovere tutte le restrizioni e abrogare lo stato di emergenza.

      Pareva tanto difficile?

  11. siamo stati cattivi: il virus ha ripreso a correre perché siamo stati in discoteca o abbiamo festeggiato in casa qualche compleanno , poi non contenti abbiamo preso l’autobus per andare a scuola o il treno per andare a lavorare: CATTIVONI! d’ ora in poi taxi rigorosamente disinfettato o autista privato in guanti bianchi, altrimenti i panettieri inizino a lavorare da casa con il computer e i cassieri del supermercato lo stesso!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *