in

Draghi-Grillo, c’era una volta lo streaming

grillo draghi(1)
grillo draghi(1)

Dimensioni testo

Ricordate le folli consultazioni del 2013? Erano quelle in cui i 5 Stelle presero letteralmente a pesci in faccia l’allora segretario del Pd, Pierluigi Bersani, reo di voler trovare un accordo per un governo con i grillini. Di fronte a lui Vito Crimi e Roberta Lombardi, al tempo capigruppo pentastellati di Camera e Senato. L’incontro fu un vero e proprio scontro tra due mondi completamente opposti. Enrico Letta, seduto al fianco di Bersani, rimase attonito davanti a quei due marziani che ruppero completamente schemi e cerimoniali istituzionali. Di lì a pochi giorni fu lo stesso Letta a ricevere l’incarico di formare il governo, senza ovviamente i grillini, felicemente all’opposizione.

Passa poco meno di un anno e nel febbraio 2014, il copione si ripete. Letta cade con l’”Enrico stai sereno” di Matteo Renzi e tocca al rottamatore prendere in mano la situazione. Ripartono le consultazioni e Renzi si imbatte con la delegazione 5 Stelle capitanata dal suo leader, Beppe Grillo. Ancora una volta il Pd si trova a confrontarsi con un muro di gomma, refrattario ad ogni genere di accordo politico, schifato dalle carezze di quel Pd che rappresentava solo il contenuto della scatoletta di tonno che si erano promessi di aprire. Tanto che bastarono pochi minuti per far perdere la pazienza all’ex sindaco di Firenze che, dopo l’ennesima provocazione del comico, sbottò: “Beppe esci da questo blog!”. Il Pd continuò l’esperienza al governo e il Movimento rimase convintamente ancorato all’opposizione.

Perché ricordare questi due episodi proprio oggi? Perché il racconto di quelle consultazioni è stato possibile solo grazie ad uno strumento sconosciuto fino a quel momento: la diretta streaming. Diretta imposta come condizione proprio dai grillini, per mettere a nudo la casta e sputtanarla. E tra poco, alle 12:15, toccherà proprio alla delegazione grillina, chiudere il giro delle consultazioni con Draghi, con l’immancabile Grillo tornato per l’occasione in prima linea.

Ma la diretta streaming che fine ha fatto? Perché non è stata richiesta dai grillini? Perché perdere l’occasione di mettere a nudo il simbolo dei “poteri forti”, nemico giurato dei pentastellati? Perché fare a meno di sbeffeggiare l’incarnazione di quell’establishment europeo da sempre osteggiato dal Movimento 5 Stelle? Semplice, nel frattempo quegli stessi grillini duri e puri sono passati dalla lotta al governo. Hanno rinnegato gran parte dei loro principi, figuriamoci se potevano dimostrare quel briciolo di coerenza nel mantenere la liturgia delle dirette streaming durante le consultazioni. Sarebbe stato troppo pure per loro.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
36 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
lucia
lucia
6 Febbraio 2021 16:45

Beppe Grillo e la politica: come portare in parlamento il mestiere più antico del mondo

Fabio Bertoncelli
Fabio Bertoncelli
6 Febbraio 2021 15:47

Ma voi avete osservato con attenzione la fotografia di Grillo? Si presenta con una mascherina personalizzata con la sua immagine dal naso al mento, dimostrando la maturità di un sedicenne e una vanità degna di un’attricetta.
Questo giullare va alle consultazioni per il nuovo governo…

Roberta Venturini
Roberta Venturini
6 Febbraio 2021 15:41

Bravo salvini ! Speriamo sialo scatto che ci aspettavamo !

Antonio
Antonio
6 Febbraio 2021 14:28

Ho ascoltato Salvini e debbo onestamente dire che le sue dichiarazioni (al di la’ di qualche piccola scivolata) mi hanno stupito in senso positivo. Sara’ che ha ascoltato i consigli di giorgetti, di zaia, dei governatori leghisti e delle istanze del mondo produttivo e delle imprese del nord favorevoli in gran parte al tentativo di draghi, ma e’ stato misurato e assertivo come non lo avevo mai visto.
E lo dico da persona che non lo ha certo in simpatia dal punto di vista politico, ed e’ orientato politicamente tutto da una altra parte. Forse i suoi “tifosi” si aspettavano e volevano il “solito” Salvini, che parli alla pancia della gente con i soliti slogan triti e ritriti e sono rimasti delusi, ma il buon matteo, almeno da quanto ho sentito ha dimostrato buona tattica, misura delle parole e consapevole del momento in cui siamo.
Ho l’impressione che la sora giorgia non se lo aspettasse e se le cose andranno avanti in maniera positiva per draghi e il coinvolgimento della lega, dal no passera’ all astensione abbassando le orecchie, ma anche in questo caso restando sempre una ponzio pilato al femminile.

Giuseppe
Giuseppe
6 Febbraio 2021 13:58

Sarà certamente uno spasso e peccato non parteciparvi in diretta.

Giovi
Giovi
6 Febbraio 2021 13:44

Di tutti quelli che vanno ad incontrare Mario Draghi per le consultazioni, il più serio e’ Beppe GRILLO.

Nicola48ino
Nicola48ino
6 Febbraio 2021 13:20

Censurato

Nicola48ino
Nicola48ino
6 Febbraio 2021 13:03

Non c’è niente da ridere quei giorni lì hanno segnato la fine dell’Italia. I grullini avessero accettato lo smacchiatore di giaguari x fare un governo Ora non saremmo in queste condizioni. Sono passati quasi 8 anni a quest’ora i griilllllllini erano spariti i compagni ai minimi termini e la pandemia era monitorata da gente competente. Gli arcuri i tridico i zingarelli e fetenzie varie non esistevano, non avevamo problemi di migranti scansafatiche ed eravamo più rispettati in ogni dove. Purtroppo i sogni belli non si avverano mai e ci tocca il drago e san Giorgio è mitologico.