in

Al Salone del libro tra pugni chiusi e Bella Ciao

Guardate questo video, girato oggi, da Alessandro Gnocchi al “Tinello del libro” di Torino. I librai della Feltrinelli che cantano Bella ciao. Non si capisce bene di quale resistenza questi signori si vogliano appropriare. Forse della resistenza, cioè censura, che hanno esercitato nei confronti di una casa editrice, a loro non gradita, e che non potrà avere il suo stand da dieci metri quadri al Salone?  Questo libraio, lo vedrete nel video sopra, si mette a cantare perchè Chiara Giannini, a cui è stato impedito di presentare la sua intervista a Salvini al Salone, passa davanti al ricco stand di Feltrinelli. Insomma una giornalista del Giornale evidentemente è una provocazione per questi libraio senza tempo.

Un altro nostro collaboratore, Francesco Giubilei, ha il suo stand presidiato dalla Digos. Questo non è il salone del Libro, ci sono tante persone normali che lo frequentano, ma pochi cretini, che purtroppo hanno qualche ruolo, fanno i fenomeni.

Condividi questo articolo