in

Ecco due strategie per annullare il green pass

Dimensioni testo

di Paolo Becchi e Giuseppe Palma

Il decreto-legge n. 111 del 6 agosto ha esteso l’obbligo del green pass – già previsto dal precedente decreto n. 105 del 23 luglio per ristoranti, bar, cinema e altri luoghi al chiuso – anche al personale scolastico di ogni ordine e grado (compresi i docenti), ai professori e agli studenti universitari e sui treni interregionali. L’obbligo entrerà in vigore dal 1° settembre fino, al momento, al 31 dicembre 2021, data in cui dovrebbe finire lo stato di emergenza. Non potranno più prolungarlo (se non fino al 31 gennaio 2022), ma ci vuole poco con la maggioranza di cui dispone Draghi a proclamarne uno nuovo.

Il nodo dei controlli del green pass

Chi effettuerà i controlli? Inizialmente il Ministro dell’Interno Lamorgese aveva chiarito (a voce) che solo le forze dell’ordine e il personale amministrativo autorizzato avrebbero potuto procedere al controllo dei documenti, ma successivamente, ha emanato la Circolare ministeriale del 10 agosto con la quale ha chiarito che il controllo del green pass è consentito anche a persone diverse da quelle espressamente autorizzate dalla legge, quindi per la scuola – in teoria – anche un semplice inserviente autorizzato dal preside. Nelle Università sarà compito dei Rettori organizzare la cosa.

Un decreto è per sempre

Tutto è avvenuto per decreto-legge, un atto avente forza di legge con cui il governo esercita la funzione legislativa (sostituendosi al Parlamento) in casi straordinari di necessità e urgenza (art. 77 della Costituzione). Peccato che i casi non sono più straordinari ma ordinari, visto che l’emergenza dura da oltre un anno e mezzo e dunque l’eccezionalità s’è fatta normalità. Ma lo strumento del decreto-legge era stato pensato dall’Assemblea costituente per far fronte a casi eccezionali limitati nel tempo, non ad eventi che – seppur drammatici – durano anni e anni. Se il governo avesse voluto esercitare i pieni poteri, che la Costituzione chiama “poteri necessari”, avrebbe dovuto farsi deliberare dalle Camere lo stato di guerra ai sensi dell’art. 78 della Costituzione, ma non siamo in guerra. O forse sì, la vulgata della cosiddetta “guerra contro il virus”.

Cosa dice la Costituzione

Restiamo sul terreno del diritto. Il decreto-legge n. 111/2021 verrà convertito in legge dal Parlamento entro il 5 ottobre, quindi saremo di fronte ad una legge di conversione. La legge però deve essere conforme alla Costituzione. L’art. 3 della Costituzione, al primo comma, non lascia scampo: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”. In tal caso il mancato possesso del green pass o la mancata vaccinazione rientrano sicuramente in quelle che l’art. 3 definisce “condizioni personali”, quindi vietare ad un docente di insegnare all’interno delle scuole o dell’Università (sospendendogli lo stipendio) o vietare ad un ragazzo di andare fisicamente all’Università (dopo aver pure pagato le tasse) rappresentano una evidente discriminazione. Ma v’è di più.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
77 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Marco Quaresima
Marco Quaresima
31 Agosto 2021 11:55

mi risulta che un decreto-legge deve comunque essere convertito in legge dal parlamento entro 60 giorni per essere un atto avente forza di legge. Se invece non viene convertito entro tale limite temporale decade

lino
lino
31 Agosto 2021 11:35

Grazie!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Giovanni Z.
Giovanni Z.
30 Agosto 2021 18:49

Interessante disquisizione filosofico-giuridica, ma alla fine quel che conta è l’uso della forza, sotto forma di coercizione fisica ma anche di ricatto sociale. La stiamo subendo dal febbraio 2020, e oggi è più pesante che mai. Non ne verremo fuori se non con una lotta di sangue, ma nessuno vuole perchè è più facile dire di sì. E magari nemmeno ci accorgiamo di quanto abbiamo perso sottostando a questa dittatura. L’hanno fatto così bene che quasi quasi li ringraziamo.

Pino
Pino
29 Agosto 2021 16:17

Tutto ottimo quanto scritto sopra, ma il problema è che dietro a tutto ciò ci siano personaggi di calibro mondiale che in accordo con i nostri rappresentanti istituzionali più in voga hanno programmato un reset delle costituzioni Nazionali, quindi il neo liberismo finanziario probabilmente intravede la possibilità di limitare libertà e disporre della vita delle persone. Progetto folle ma ormai sembra sempre più realtà

Lucatramil
Lucatramil
29 Agosto 2021 11:50

Ma scusate, per la sicurezza sociale non ci sono altri comportamenti obbligatori? L’assicurazione auto é un obbligo ed ha un senso per chi circola, mi pare che anche la vaccinazione obbligatoria ce l’abbia per chi fa determinate attivitá. Ma come, in altri articoli del blog si accusa, giustamente, il lassismo e la mancanza di ideali della societá occidentale e poi si sostiene che l’intera societá debba essere messa a rischio per il lassismo di governi incapaci di imporre la vaccinazione? Ma come si incensano medici e scienziati e poi si dubita che chi ha prodotto in tempi record i vaccini sia un massa di incompetenti ? Coerenza anche a dx!

Silvia
Silvia
29 Agosto 2021 10:38

Quindi dopo questa disquisizione che cosa concludiamo?Fare ricorso serve a qualcosa? Aspettare un altro decreto legge che imporrà il vaccino, ma seppure illegale, entrerà in vigore e dovremmo aspettare altri 60 giorni per la conversione in legge e nel frattempo vaccinarci tutti con la forza?
Mi si fa sempre più forte l idea che la soluzione sarà in mano del popolo e per vie non pacifiche.

Andrea
Andrea
29 Agosto 2021 8:51

L’altro giornoun dibattito su LA7 in relazione alla responsabilità delle imprese della salute dei lavoratori nell’ambiente di lavoro ai sensi della Legge 81/2008 sulla sicurezza. La vaccinazione può rientrare nelle condizioni di idoneità richieste al lavoratore ai fini della sicurezza in Azienda.
Tutte queste imprese che si preoccupano in modo così attento e sistematico alla salute del lavoratore per il COVID. Occorre introdurre il Green-pass, istituire l’obbligo vaccinale per tutti i lavoratori!
Poi sono notizie quasi giornaliere di incidenti spesso mortali sul lavoro, per la non applicazione della normativa. Migliaia ogni anno….e quindi?

Lorenzo
Lorenzo
29 Agosto 2021 2:16

Dato che è evidente che il green pass nazista viola Costituzione e regolamento UE perchè resta in vigore?
Per la gerarchia delle fonti deve essere annullato!