in

Merck: Pronta la pillola anti-covid. Efficace contro le varianti.

Dimensioni testo

La società farmaceutica Merck ha annunciato oggi che la sua pillola sperimentale anti COVID-19 ha ridotto della metà i ricoveri e i decessi nelle persone recentemente infettate dal coronavirus. La società ha affermato che presto chiederà ai funzionari sanitari negli Stati Uniti e in tutto il mondo di autorizzarne l’uso.

Il farmaco di Merck sarebbe la prima pillola indicata per trattare il COVID-19, un potenziale progresso importante negli sforzi per combattere la pandemia. Merck afferma che il 7,3% dei pazienti che hanno ricevuto il medicinale, chiamato Molnupiravir, in un’analisi ad interim è stato ricoverato in ospedale o è morto fino al giorno 29 dopo la randomizzazione, rispetto al 14,1% dei pazienti trattati con placebo.

Lo studio per la pillola ha esaminato pazienti adulti non ospedalizzati con COVID-19 da lieve a moderato confermato in laboratorio e che presentavano almeno un fattore di rischio associato a esiti negativi della malattia e i cui sintomi sono iniziati entro cinque giorni dalla randomizzazione.

Merck afferma che Molnupiravir è una forma sperimentale, somministrata per via orale, di un potente analogo del ribonucleoside che inibisce la replicazione del virus COVID-19. Da Merk dicono che è stato dimostrato che è “attivo” in diversi modelli preclinici del virus, anche per la profilassi, il trattamento e la prevenzione della trasmissione La società afferma che la pillola ha anche dimostrato di essere “attiva” contro le varianti più comuni.

Un gruppo indipendente di consulenti medici che monitoravano lo studio ha raccomandato di interromperlo presto perché i risultati provvisori erano già molto forti. Tuttavia, i risultati dello studio sono stati pubblicati dalla società e non sono stati sottoposti a revisione paritaria.

“Con questi risultati convincenti, siamo ottimisti sul fatto che il Molnupiravir possa diventare un farmaco importante come parte dello sforzo globale per combattere la pandemia e si aggiungerà all’eredità unica di Merck di portare avanti scoperte nelle malattie infettive quando sono più necessarie. Coerentemente con l’impegno incrollabile di Merck per salvare e migliorare vite, continueremo a lavorare con le agenzie di regolamentazione sulle nostre applicazioni e faremo tutto il possibile per portare molnupiravir ai pazienti il ​​più rapidamente possibile”, ha affermato il CEO e presidente di Merk, Robert M. Davis, in una dichiarazione.

 

 

Leopoldo Gasbarro

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
max
max
1 Ottobre 2021 21:08

Il produttore dell’invermectina che la rimette sul mercato sotto falso nome aumentando i prezzi.
Furbi.