in

Consulenti comportamentali

Dimensioni testo

Abbiamo tutti noi molto da imparare. Imparare in primis a gestire le nostre paure le nostre emozioni il nostro perenne vacillare ad ogni folata di vento dei mercati finanziari. Il vaccino (quello del covid) è arrivato, eppure paure ed errori comportamentali continuano a farci inciampare sulla strada verso l’autonomia finanziaria. 
 
Il vaccino comportamentale almeno in finanza è sempre stato tra noi. È praticamente centenario, eppure stentiamo ancora a somministrarcelo annualmente. Da quando gli indici sono stati sviluppati sappiamo quale sarà il percorso dell’orso oppure del cigno di Taleb. Lo sappiamo ma, evidentemente ed irrazionalmente, li dimentichiamo in modo quasi scientifico. 
 

Perché mai dovremmo eliminare la volatilità dai mercati?

Grazie ad essa otteniamo significativi rendimenti nei nostri ptf. I nostri comportamenti ci dicono quindi che abbiamo timore di ciò che in parte ci rende felici, guadagnare.  Forse come consulenti e tecnici o addetti al servizio dovremmo coltivare la relazione professionale in questa direzione sorvolando, ove consentito, aspetti puramente teorico e tecnici che non fanno altro che allontanare l’attenzione del cliente dal proprio obiettivo.  Il record della raccolta sui conti correnti è qui a testimonianza del fatto che la strada è ancora lunga.
 
Questa sembrerebbe la cattiva notizia. È quella buona? Non potremo che migliorare! 
 
Come lo faremo? Relazionandoci con le nostre emozioni con i nostri comportamenti cercando il raggiungimento di un obiettivo, perseverando nel tempo con costanza in tale direzione. 
Non abbiate timore della volatilità, chiedete come poterla gestire. 
Mi sovviene una bellissima frase letta tempo fa e mai dimenticata… “la paura non impedisce la morte, quanto la vita”.
 
 
Giovanni Cedaro
 
 

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments