in

Scelta Rinnovabile di Enel Green Power, ora la transizione energetica si fa insieme

Dimensioni testo

Partecipare in prima persona alla realizzazione di un impianto fotovoltaico, con un ritorno economico. Grazie a Enel Green Power (Egp) trova già una risposta concreta l’invito lanciato da Greta Thunberg per una più rapida transizione energetica alla kermesse Youth4climate da poco conclusasi a Milano con l’irriverente “Bla-Bla-Bla” che l’attivista ha rivolto alle istituzioni di tutto il mondo. L’iniziativa della società verde del big dell’energia guidato da Francesco Starace si chiama Scelta Rinnovabile” e consente, attraverso una raccolta fondi online, di far partecipare tutti i cittadini in maniera diretta allinvestimento per la realizzazione di nuovi impianti rinnovabili in Italia, così da supportare la transizione energetica del Paese verso fonti energetiche più sostenibili. Un percorso, quello della decarbonizzazione al centro del Piano Nazionale Integrato Energia e Clima (PNIEC), nonché del PNRR elaborato dal Governo per rilanciare il pil nel post Covid e che ora EGP rilancia coinvolgendo direttamente i territori in cui sorgeranno i nuovi impianti. 

Rendimento e priorità ai territori

L’obiettivo dell’iniziativa di Enel Green Power – che sviluppa e gestisce impianti di energia rinnovabile in tutto il mondo con una capacità totale di circa 50 GW e un mix di generazione che comprende idroelettrico, eolico, solare e geotermico –  è promuovere la consapevolezza del territorio rispetto al proprio ruolo di protagonisti nella transizione energetica. Una rivoluzione verde di cui le famiglie potranno beneficiare direttamente sia dal punto di vista della tutela dell’ambiente sia tramite la creazione di valore condiviso. La società ha infatti deciso di riconoscere un rendimento duraturo nel tempo ai cittadini che accetteranno di affrontare insieme la sfida della decarbonizzazione. In particolare, il finanziamento, che ha una durata di 36 mesi, consente un ritorno economico del 5,5% lordo annuo ai residenti nel Comune dove sorgerà l’impianto di Enel Green Power e a cui sono concesse due settimane di esclusiva. Se l’obiettivo di raccolta non venisse già raggiunto, potranno partecipare entro la finestra temporale di un ulteriore mese, quindi entro il 15 di novembre – anche tutti gli altri cittadini del territorio nazionale con un ritorno del 4,5% lordo annuo. In ogni caso niente male se si considera che si tratta di una modalità di adesione ad un progetto che aiuta l’ambiente. Proprio per favorire la massima diffusione dell’adesione all’iniziativa, e quindi creare una comunità coesa attorno al progetto, EGP ha poi fissato la quota minima di adesione a “Scelta Rinnovabile” a 100 euro e quella massima a 5.000 euro. In entrambi i casi, e quindi indipendentemente dal luogo di residenza del singolo che aderisce alla campagna, la restituzione del capitale e gli interessi potranno avvenire in due modi. In alternativa, a libera scelta: su base trimestrale degli interessi maturati e quota capitale oppure restituzione degli interessi maturati su base trimestrale e del capitale iniziale solo al termine dei tre anni.

Il primo impianto verde a Ferrara, dal 16 di ottobre il crowdfunding per tutti

Il programma è stato lanciato il 30 settembre e il periodo di esclusiva per i residenti terminerà il 15 di questo mese, fissando come primo progetto il finanziamento dell’impianto solare fotovoltaico che sarà realizzato a Poggio Renatico, in provincia di Ferrara. A seguito del periodo di esclusiva, la campagna di raccolta fondi resterà aperta un ulteriore mese a favore di tutti i cittadini del territorio nazionale interessati a partecipare al progetto stesso. Nel comune emiliano, Enel Green Power sta infatti costruendo un impianto con una potenza di circa 17 MW, che contribuirà ad evitare l’emissione in atmosfera di più di 11mila tonnellate di anidride carbonica ogni anno e a garantire la fornitura di energia elettrica rinnovabile a più di 8.300 famiglie.  “Gli impianti rinnovabili sono uno strumento fondamentale per ridurre le emissioni di CO2 e combattere il cambiamento climatico, e soprattutto rappresentano un’opportunità di sviluppo economico e sociale del territorio e del Paese nel suo complesso”, sottolinea Salvatore Bernabei, Ceo di Enel Green Power. “Con Scelta Rinnovabile – prosegue Bernabei – vogliamo proporre una partecipazione attiva e concreta delle comunità locali e dei territori alla transizione energetica, favorendo la consapevolezza delle persone rispetto al proprio ruolo di protagonisti del cambiamento verso un modello sostenibile”. Per sapere tutto del progetto e aderire a questa innovativa iniziativa è sufficiente vistare questa pagina.

Un impianto ibrido fotovoltaico ed eolico di Enel Green Power

 

Contenuto sponsorizzato