in

Finché c’è virus c’è Speranza

Dimensioni testo

Dunque, il riconfermato ministro della Sanità, Roberto Speranza, ha firmato il provvedimento che prolunga la chiusura degli impianti sciistici fino al 5 marzo. In sostanza con questa scellerata misura si chiude in anticipo la stagione per chi lavora e investe in questo importante settore turistico. Gli operatori, in particolare quelli che erano stati autorizzati a riprendere l’attività, sono in rivolta, tanto per la decisione in sé, che i numeri in ritirata della pandemia non giustificano affatto, che per la tempistica: il geniale esponente di Leu ha infatti comunicato la cosa solo nella tarda serata di domenica. Ciò ha preso in contropiede chi aveva già speso tempo e risorse nel predisporre il prosieguo del proprio lavoro.

Prendiamo pertanto atto che, malgrado le grandi aspettative che stanno accompagnando il nuovo governo, continua a prevalere la folle linea chiusurista incarnata dallo stesso Speranza e dai tanti presunti scienziati, come il suo consigliere Walter Ricciardi (quello che per intenderci, all’inizio di questa brutta faccenda, voleva farci lasciare fuori della porta di casa vestiti e scarpe per evitare il contagio), che intendono fermamente ridurre la nostra già massacrata esistenza ad un fatto puramente statistico.

È ovviamente ancora presto per dare un giudizio sul nuovo esecutivo. Tuttavia, in una così drammatica condizione di blocco non interessa poi tanto l’identità del timoniere, se poi tutto finisce inesorabilmente nell’imbuto delle restrizioni senza fine. In questo senso, Conte o Draghi per noi pari son se nulla dovesse cambiare.

Come disse decenni addietro Deng Xiaoping, l’uomo che distrusse sul piano economico il mito di Mao Tze Tunz: “Non è importante di che colore sia il gatto. L’importante che esso prenda il topo.”  Ecco, Draghi o Conti che siano, per noi la cosa fondamentale e che si riapra e si riapra in fretta, abbandonando una volta per tutte i vari Savonarola sanitari che vorrebbero tenerci agli arresti domiciliari in eterno.

Claudio Romiti, 16 febbraio 2021

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
43 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Corsaro Nero
Corsaro Nero
18 Febbraio 2021 11:12

purtroppo visto le premesse mi sa che anche questo gatto di topi ne prenderà ben pochi………..

giùalnord
giùalnord
18 Febbraio 2021 9:37

Dopo l’ennesima smentita nei confronti del catastrofista Galli da parte dello stesso ospedale dove lavora che ha dichiarato che il suo reparto è pieno di pazienti con variante inglese( sole sei casi in media coi casi nazionali) io non credo più a questi signori dalla clava facile che usano la scusa del virus e delle sue varianti per tenere chiusi gli esercizi solo per fini politici .
Nel discorso di Mattarella,di due settimane fa a reti unificate, che premeva per un governo immediato Draghi affermando che per emergenza sanitaria non si poteva andare al voto e bisognava combattere il virus con le sue varianti ( di variante inglese i media hanno cominciato a bombardarci solo nell’ultima settimana) chiarisce alla luce del sole che le varianti erano già sul tavolo per essere usate come clava politica per chiudere ancora gli italiani.
Esiste un disegno criminale per azzerare tutta l’economia e la strada maestra è il virus.

Giuseppe Spotti
Giuseppe Spotti
17 Febbraio 2021 13:17

Spudorato. Partendo dal fatto incontrovertibile che il comunismo sia stato relegato nella discarica della storia, ci si chiede cosa ci fa un comunista come Speranza nelle stanze del governo.

Nemesix
Nemesix
17 Febbraio 2021 11:09

Purtroppo Speranza non è l’unico politico incapace.
Sono tutti degli incapaci.
Tutto questo viene dal mondo della scienza marcia capitanati da
burioni, pregliasco,ricciardi ed altri .

Questi specialisti fasulli menzionano sempre la pandemia del vaiolo sconfitta da un vaccino fatto alla ***** di cane da un medico ignorante come Jenner.

Oggi abbiamo il vaccino alla Jenner alias quello di Pfizer a mRNA.
La ***** del mondo scientifico è ritornata ad infettare il mondo 200 anni dopo.

Giorgio Colomba
Giorgio Colomba
17 Febbraio 2021 10:18

La riconferma di questo individuo, come dei Di Maio, Lamorgese, Orlando Franceschini, attesta che – delle tre l’una – o Draghi ha un secondo fine (leggasi Davos, Bilderberg, Great Reset ed analoghe dietrologie) o non comanda nulla (leggasi Colle) oppure è impazzito. Quartum non datur..

Andrea
Andrea
17 Febbraio 2021 9:04

Suggerisco un titolo alternativo…Finché c’è Speranza, non c’è speranza…

Laval
Laval
17 Febbraio 2021 6:39

Cominciano a scoprirsi gli altarini nascosti di Arcuri dove le mascherine anticovid strapagate con provvigioni cosmiche non sono a norma, non servono a niente. I medici che sono morti con queste mascherine chiedono giustizia. Una mascherina a norma può consentire una penetrazione massima del 6% ma Speranza non le ha mai fatte analizzare. Giordano di “Fuori del coro” le fa analizzare e il risultato è folgorante, non servono a niente infatti consentono una penetrazione variabile dal 50% al 70%. Lo stesso analizzatore dell’ente preposto le definisce “mascherine di *****”. Non finisce qui, le siringhe pagate 6 volte di più per una fornitura di 157 milioni di pezzi (luer lock), non hanno la protezione del dopo uso e risulterebbe sufficiente una normale siringa con cui ottenere lo stesso risultato con dei banalissimi aghi standard. Finalmente l’intoccabile super commissario finisce sotto inchiesta e la sua difesa appesantita dal magna magna fa acqua da tutte le parti. Solo per le siringhe si sono spesi 10 milioni di euro quando potevamo spenderne max 2 milioni. Per i vaccini ci pensa l’Europa… Vogliamo parlare dei gazebo con la primula o del piano pandemia mai fatto e in tutto questo Il ministro responsabile alla sanita, un certo Speranza cosa faceva, da Cetto La Qualunque ‘na beata minchia!!! Il 20 febbraio 2017 abbandona il Partito Democratico ed… Leggi il resto »

Maurizio
Maurizio
16 Febbraio 2021 23:49

Martina chiuditi e non rompere i ********.