Fino a quando saremo agli arresti domiciliari?

Condividi questo articolo


Il governo giallorosso sta affrontando l’emergenza Coronavirus con la restrizione delle nostre libertà personali. Quanto può durare questa situazione? Fino a che punto gli italiani riusciranno a sopportare le misure adottate?

Ne abbiamo parlato ieri a Stasera Italia e la mia posizione si è scontrata con quella del professor Ernesto Galli della Loggia.

Dalla puntata del 23 marzo 2020

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


6 Commenti

Scrivi un commento
  1. Questo Paese sta toccando il fondo, tutte le piu’ essenziali liberta’ costituzionali cancellate, esercito e polizia in strada, tracciamento dei cellulari, droni che sorvegliano gli spostamenti di inermi cittadini e vorrebbero farci bere la storiella che e’ fatto in nome della salute e per proteggere i piu’ deboli??? Hanno tagliato per anni tutte le risorse economiche sulla sanita’ e ora ci presentano un conto ancora piu’ alto. 5000 unita’ di terapia intensiva in tutto il Paese…praticamente le scialuppe del Titanic.

    Tutte le nostre attivita’ sono chiuse, a breve le casse dell’Inps non avranno piu’ i fondi per pagare le pensioni e anche il giorno in cui (si spera, ma non vi e’ alcuna certezza) potremo tornare timidamente a lavorare, quanti ancora avranno un lavoro o le risorse per ricrearselo??

    Uccidera’ di piu’ il virus o questo blocco generale della vita?

    Per quanto potremo accettare di ascoltare gli inutili vaneggiamenti dei soliti professoroni che, invece di stare in corsia a combattere la malattia, o in laboratorio per cercare una cura, si pavoneggiano negli studi televisivi?

    Tanto piu’ che dire “State a casa, lavatevi le mani e distanziatevi socialmente”, non sanno ripetere…

    Mi chiedo se valga la pena di vivere privati della liberta’.

    Un’ultima riflessione, ci bombardano quotidianamente con numeri che, presi singolarmente, tendono a preoccupare, ma non spiegano che in media tutti i giorni in Italia muoiono circa 1700 persone, dal cancro, alla vecchiaia, all’infarto, per incidente stradale, omicidio ecc. e anche per semplice influenza (tra l’altro i numeri dei morti per influenza sono davvero elevati), non se ne parla, si enfatizzano solo i numeri del coronavirus, di cui, per altro, non si ha certezza, poiche’ per lo piu’ muoiono persone la cui salute e’ gia’ compromessa da altre patologie.

    In dieci giorni mediamente in Italia muoiono 17000 persone, in venti giorni 34000 persone…riflettiamo sui numeri, pensiamo in fretta prima che non ci proibiscano anche questo.

    Mai smettere di ragionare.

  2. 2 PESI E 2 MISURE.

    SICUREZZA . HO PRESO UN VERBALE DA INAIL CON MULTA DIFFIDA DENUNCIA PENALE, ETC, PERCHè UN MIO DIPENDENTE INFORTUNATO, NON AVEVA LE SCARPE DI SICUREZZA CON MARCHIO CEE.

    PER I MEDICI, INFERMIERI, PORTANTINI MALATI E MORTI PERCHE’ PRIVI DI PROTEZIONE , CHI DOVREBBERO RINGRAZIARE, ??? HA SBAGLIATO QUALCUNO???

    COME PER SALVINI , I PROCURATORI DOVREBBERO INDAGARE…(è UN ATTO DOVUTO VERSO CONTE O SPERANZA O…SALVINI?

  3. Gentile Dott Porro

    Gli arresti domiciliari comminati per decreto alla popolazione italiana senza consultazione ed autorizzazione del parlamento, l’aver assunto,Conte i pieni poteri senza che nessuno glieli abbia conferiti, la mancanza d’ascolto e di coordinamento anche delle opposizioni, che fanno parte del governo del paese, ci hanno ridotto a dei sudditi e non cittadini. Per quanto tempo ancora saremo in queste condizioni? Perché Il presidente Mattarella non interviene?

  4. Buongiorno Dott. Porro.

    Capisco benissimo che Lei giudiziosamente veicoli l’idea che bisogna rispettare la legge anche se sbagliata, ci mancherebbe che in tv avvalli la disobbedienza covile (Thoreau).

    Faccio una provocazione: Anche le leggi razziali del 1938 erano leggi dello Stato.

    Eppure tanta gente, a rischio della sua pelle e non di una multa, ha protetto migliaia di ebrei dalla deportazione nei campi di concentramento.

    Addirittura i piloti inglesi, che bombardavano le nostre città del nord, se abbattuti ed ancora vivi venivano tenuti nascosti perchè non fossero catturati dai fascisti o tedeschi.

    Altri tempi, altra gente, altri attributi.

  5. La differenza fra Travaglio e Bertolaso sta che Bertolaso si è reso utile alla comunità come protezione civile e come medico in Africa tra la povera gente e ora accettando la collaborazione in questa emergenza Travaglio è inutile alla società ha creato un inuttile quotidiano dove può mettere per iscritto il progresso della sua sempre saputa stupidità

One Ping

  1. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *