Fino a quando saremo agli arresti domiciliari?

Condividi questo articolo


Il governo giallorosso sta affrontando l’emergenza Coronavirus con la restrizione delle nostre libertà personali. Quanto può durare questa situazione? Fino a che punto gli italiani riusciranno a sopportare le misure adottate?

Ne abbiamo parlato ieri a Stasera Italia e la mia posizione si è scontrata con quella del professor Ernesto Galli della Loggia.

Dalla puntata del 23 marzo 2020

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


27 Commenti

Scrivi un commento
  1. Questo Paese sta toccando il fondo, tutte le piu’ essenziali liberta’ costituzionali cancellate, esercito e polizia in strada, tracciamento dei cellulari, droni che sorvegliano gli spostamenti di inermi cittadini e vorrebbero farci bere la storiella che e’ fatto in nome della salute e per proteggere i piu’ deboli??? Hanno tagliato per anni tutte le risorse economiche sulla sanita’ e ora ci presentano un conto ancora piu’ alto. 5000 unita’ di terapia intensiva in tutto il Paese…praticamente le scialuppe del Titanic.

    Tutte le nostre attivita’ sono chiuse, a breve le casse dell’Inps non avranno piu’ i fondi per pagare le pensioni e anche il giorno in cui (si spera, ma non vi e’ alcuna certezza) potremo tornare timidamente a lavorare, quanti ancora avranno un lavoro o le risorse per ricrearselo??

    Uccidera’ di piu’ il virus o questo blocco generale della vita?

    Per quanto potremo accettare di ascoltare gli inutili vaneggiamenti dei soliti professoroni che, invece di stare in corsia a combattere la malattia, o in laboratorio per cercare una cura, si pavoneggiano negli studi televisivi?

    Tanto piu’ che dire “State a casa, lavatevi le mani e distanziatevi socialmente”, non sanno ripetere…

    Mi chiedo se valga la pena di vivere privati della liberta’.

    Un’ultima riflessione, ci bombardano quotidianamente con numeri che, presi singolarmente, tendono a preoccupare, ma non spiegano che in media tutti i giorni in Italia muoiono circa 1700 persone, dal cancro, alla vecchiaia, all’infarto, per incidente stradale, omicidio ecc. e anche per semplice influenza (tra l’altro i numeri dei morti per influenza sono davvero elevati), non se ne parla, si enfatizzano solo i numeri del coronavirus, di cui, per altro, non si ha certezza, poiche’ per lo piu’ muoiono persone la cui salute e’ gia’ compromessa da altre patologie.

    In dieci giorni mediamente in Italia muoiono 17000 persone, in venti giorni 34000 persone…riflettiamo sui numeri, pensiamo in fretta prima che non ci proibiscano anche questo.

    Mai smettere di ragionare.

  2. 2 PESI E 2 MISURE.

    SICUREZZA . HO PRESO UN VERBALE DA INAIL CON MULTA DIFFIDA DENUNCIA PENALE, ETC, PERCHè UN MIO DIPENDENTE INFORTUNATO, NON AVEVA LE SCARPE DI SICUREZZA CON MARCHIO CEE.

    PER I MEDICI, INFERMIERI, PORTANTINI MALATI E MORTI PERCHE’ PRIVI DI PROTEZIONE , CHI DOVREBBERO RINGRAZIARE, ??? HA SBAGLIATO QUALCUNO???

    COME PER SALVINI , I PROCURATORI DOVREBBERO INDAGARE…(è UN ATTO DOVUTO VERSO CONTE O SPERANZA O…SALVINI?

  3. Gentile Dott Porro

    Gli arresti domiciliari comminati per decreto alla popolazione italiana senza consultazione ed autorizzazione del parlamento, l’aver assunto,Conte i pieni poteri senza che nessuno glieli abbia conferiti, la mancanza d’ascolto e di coordinamento anche delle opposizioni, che fanno parte del governo del paese, ci hanno ridotto a dei sudditi e non cittadini. Per quanto tempo ancora saremo in queste condizioni? Perché Il presidente Mattarella non interviene?

  4. Buongiorno Dott. Porro.

    Capisco benissimo che Lei giudiziosamente veicoli l’idea che bisogna rispettare la legge anche se sbagliata, ci mancherebbe che in tv avvalli la disobbedienza covile (Thoreau).

    Faccio una provocazione: Anche le leggi razziali del 1938 erano leggi dello Stato.

    Eppure tanta gente, a rischio della sua pelle e non di una multa, ha protetto migliaia di ebrei dalla deportazione nei campi di concentramento.

    Addirittura i piloti inglesi, che bombardavano le nostre città del nord, se abbattuti ed ancora vivi venivano tenuti nascosti perchè non fossero catturati dai fascisti o tedeschi.

    Altri tempi, altra gente, altri attributi.

  5. La differenza fra Travaglio e Bertolaso sta che Bertolaso si è reso utile alla comunità come protezione civile e come medico in Africa tra la povera gente e ora accettando la collaborazione in questa emergenza Travaglio è inutile alla società ha creato un inuttile quotidiano dove può mettere per iscritto il progresso della sua sempre saputa stupidità

  6. Mentre riceviamo aiuti da tutti …i 5 stelle altri 3 miliardi ,questo il totale preventivato, ad Alitalia. Cercano di assicurarsi le poltrone in vista delle prossime al 2023.

    • Le prossime il 2023..??

      Spero prima! Sempre che Winston ci dia la possibilità di continuare ad esercitare il diritto di voto…

  7. Forse la “ggente” (o la maggior parte di essa) non si rende conto di due cose a fronte di questa emergenza.

    1) gli “arresti domiciliari” imposti per decreto senza previa consultazione parlamentare rappresentano una azione grave, è l’aver assunto arbitrariamente i pieni poteri, altro che democrazia! Perché se questa opzione forte rappresentasse davvero l’esito di un percorso democratico, sia pure condizionato dalla emergenza, si sarebbero presi dei provvedimenti non solo restrittivi ma anche contenitivi di accompagnamento, di sollievo (dotazioni sanitarie, sostegni economici, supporto anche psicologico così come avviene nelle situazioni traumatiche di emergenza) e non soltanto punitive come accade nelle conduzioni di potere tirannico.

    2) E proprio per mascherare la modalità tirannica, ci si nasconde dietro l’obsoleto e fuorviante clichè della cooperazione per il bene comune. Fuorviante, perché inizialmente, in una situazione di crisi, vengono sollecitate le paure ancestrali di abbandono, di perdita di un sé conosciuto e che sono enfatizzate maggiormente dalla assenza e dal sostegno da parte di coloro che ci dovrebbero proteggere. Possiamo sì diventare obbedienti e, apparentemente, rispettosi. Ma la socialità è tutta un’altra cosa. Non è cantare sui balconi per annebbiare la perduta importanza dell’individualità. La socialità, il saper operare per il bene comune, è l’esito di un processo critico e non la via boldriniana al Paradiso.

     

    • Mi scuso con Porro e con i lettori se si troveranno a leggere questo doppione (anche se, a volte, repetita juvant). E’ che non l’avevo visto apparire come risposta a Porro e pensavo che non si potesse rispondere direttamente all’intervento che Porro aveva fatto in risposta ad un commento. Me ne scuso ancora.

    • infatti è cosi, stiamo sotto una dittatura !! chiuedere interi paesi senza fare nemmeno controlli se ci sono o meno contagiati in tale zona! intanto ci rinchiudono in casa! ma perchè la popolazione associazioni ecc non fanno qualcosa?

    • Buongiorno Rita.

      Aggiungiamo che abbiamo dei governatori e sindaci conigli, che per pararsi le loro terga nel dubbio mettono in isolamento un’intera famiglia perchè solo un suo componente è contagiato. Invece di protestare e richiedere i tamponi per tutta quella famiglia loro isolano, poi la spesa chi gliela fa? Il Sindaco, il cantoniere, la protezione civile?

  8. Però bisognava dire alle persone da subito la verità, dire state attente perchè se in un paese ancora totalitario come la Cina dove si possono prendere misure drastiche la mortalità sarà intorno al 6% chiedetevi quanto sarà la mortalità da noi che siamo un paese fortunatamente democratico, fatto per la maggior parte da individualisti a tutti i livelli, un paese che per secoli è stato diviso e oppresso dallo straniero ed è uso andare contro le regole e chi le rappresenta, un paese creativo, ma fatto più di artisti, scrittori e poeti che di matematici. Abbiamo avuto una virologa che ha confuso il coronavirus con una banale influena e che si è giustificata del proprio sbaglio dicendo, ma lo dicevano tutti (questo secondo titolo del Giornale), ma chi? Quindi se l’inadeguatezza della classe dirigente trova in persone come queste il massimo della forchetta dell’incompetenza, il tasso di mortalità in Italia calcolatevelo da soli…

    • Siamo anche pieni di medici che ignorano completamente le conseguenze economiche ma anche sociali delle loro scelte, ed a differenza dei politici (che in teoria almeno dovrebbero sapere come soppesare le notizie da comunicare, anche se Winston Conte è una tragica eccezione) parlano a spron battuto su tutti i giornali (così era prima che io smettessi di leggere le notizie), creando ancora più confusione e panico.

      Ci sta, ovviamente, perché loro sono medici e virologi e non politici. Ma non sono coloro che devono fare le scelte per un Paese nel suo complesso, la responsabilità resta sulla classe politica. Si chiede responsabilità a tutti, quindi anche a loro: se non sapete qualcosa, non tirate risposte campate per aria tipo quarantena per 6-9 mesi. Dite che non lo sapete. Essere esperti non vuol dire essere perfetti o onniscienti.

    • Buongiorno Sergio.

      Il tasso di mortalità in Italia secondo La John Hopkins è attualmente al 10% (7.503 decessi su 74.386 confermati) sui casi RISCONTRATI, e non sugli effettivi contagiati. Che se per difetto moltiplichiamo per 10, arriviamo ad una mortalità del 1%.

  9. Vi racconto la Verità, ho aspettato perchè non volevo creare panico. Io sono un esperto di strutturalismo e soft computing, cioè riesco a fare modelli matematici che permettono di prendere decisioni in ambiente incerto. Con questi modelli faccio trading nei mercati finanziari. Era chiaro che io mi interessassi da subito al coronavirus, quando era solo un problema cinese e dalle statistiche sono riuscito a comprenderne subito la gravità. Nelle elezioni politiche si calcolano le forchette e qui la forchetta minima si calcola dividendo il numero dei morti per i contagiati e la forchetta massima dividendo i morti per i guariti. I calcoli erano corretti perchè in Cina i guaritii erano il 50% circa dei malati totali, cioè si equivalevano a quelli ancora malati. Era evidente che sul primo 50% cioè quelli che si erano ammalati prima il tasso di mortalità fosse leggermente più alto perchè i più deboli hanno maggiore probabilità di morire prima. Sempre se i dati cinesi sono corretti la mortalità rapportata a tutti gli infetti era del 3,4 ed era un dato stabile e quella del rimanente 50% che comprendeva i nuovi malati, che intanto avevano meno probabilità di morire perchè si era fatta esperienza di cure, e quelli sopravvissuti e quindi con un sistema immunitario più forte avesse una mortalità minore di 3,4%. Il rapporto deceduti guariti era al 7,3% con una tendenza a scendere. E’ probabile che terminato il contagio questa forchetta si sarebbe chiuasa intorno al 6%. Questi dati si avevano già a metà gennaio. Ma si sentiva parlare di tuttaltro. Io mi sono attrezzato andando a leggere gli articoli della rivista Lancet inglese e Jama statunitense e ho comprato il meglio che ci fosse sul mercato per quanto riguarda le cure fai da te. Quando ho avuto i sintomi influenzali iniziali, mi sono trattato così bene che sono riuscito a stabilizzare la situazione e a ridurre i sintomi tanto che non ho mai avuto febbre. Mi sono chiuso in casa per non infettare gli altri in quanto a gennaio avevo già nel congelatore cibo per un mese, ma non riesco ad uscire moralmente perchè non so se sono asintomatico ma ancora positivo. Nessuno mi fa un tampone e quando l’ho richiesto mi hanno detto che non avendo avuto febbre non avevo avuto il coronavirus.Oggi questo calcolo non si pu fare perchè il numero degli ammalati supera abbondantemente quello dei guariti, comunque il dato minimo di mortalità che per la Cina era un 3,4 stabile è attualmente al 4,47 con tendenza a salire e questo mettendoci dentro anche i dati cinesi che abbassano il valore totale. Il rapporto guariti deceduti è al 17,42. Ma non deve spaventare in quanto il rapporto guariti contagiati è sceso al 25% circa. Ora vi dico anche che statisticamente in Cina si stanno prendendo dei meriti che non hanno perchè vista la contagiosità del virus e il concomitante capodanno cinese non erano in grado di contenere così rapidamente l’infezione al di fuori di Hubei. Quindi il virus tende a perdere forza e a a perderla rapidamente. Quosto picco è previsto, lo dico io è calcolabile per il 5 di aprile con un numero di contagi che si aggirerà per tutto il mondo intorno a 55000 casi. E’ una proiezione che ho fatto intorno al 10 di marzo e che per ora sembra essere compatibile. E’ chiaro che leggendo questi dati mi faccia delle domande su quanto non sia stato fatto prima. e me la prendo con tutti quelli che non si rendono conto della gravità della situazione. A gennaio quando c’è stato un aumento dei casi di polmonite, che nessuno ha ricollegato al virus, bisognava dire alle persone state in casa per 15 giorni e chi non sta bene avverta. Allora i casi erano pochi e si potevano isolare perchè c’era la possibilità di fare i tamponi a tutti.

    • Grazie per l’analisi. Tenga conto che il numero reale di casi è probabilmente errato in Italia, e dovrebbe essere maggiore di almeno un fattore 10. Il motivo è che molti, come nel suo caso, non hanno accusato sintomi gravi (per gravi intendo polmonite interstiziale bilaterale, o la famigerata ARDS che colpisce il 5% dei casi). Infatti la CFR reale, rispetto a quella misurata, sarebbe molto più bassa (al di là dei dati coreani, si veda il caso Diamond Princess che pure aveva tanti anziani).

      Quanto al suo virus, nel caso l’avesse preso, lei potrebbe rilasciare particelle virali in una mediana di 22 giorni, fino ad un massimo di 37 (ma se guardiamo l’interquantile siamo tra 18 e 24). Che queste particelle siano infettive è tutto da discutere: semplicemente non si sa alla luce dei dati attuali.

    • Buongiorno Sergio. Attenzione, Lei sta facendo i conti dei morti sui contagiati, c’è un piccolo particolare, NESSUNO sa quanti sono i contagiati ma solo i casi riscontrati.

      Mi auguro per Lei che per fare trading adotti un altro metodo, Auguri.

  10. Io e mia moglie accettiamo gli arresti domiciliari per alcuni semplici motivi : A) Abbiamo paura B) La paura è doppia perchè di età ” over ” 69 C) Bel numero ma lontani ricordi D) Evitiamo di propagare il contagio E) Evitiamo eventuale affollamento in Ospedale F) Evitiamo che gli Operatori sanitari debbano essere messi nella condizione di scegliere se dare un respiratore a Noi ” over ” o a qualcuno ” under ” G) Passata la tempesta tornerà il sereno H) Il sereno tornerà se al comando della nave verrà cambiato il Comandante che nonostante i bollettini meteo ci ha portato dentro la tempesta I) In questo momento non vedo Comandanti che possano decidere quale sia la rotta migliore L) Spero che chiunque venga non ricominci con il motto LACRIME e SANGUE . SINTESI : non mi fido assolutamente di questa classe politica ( Dx-Sn-Cn ecc.ecc.) nè di Sergej Mattarellum 1° . SOLUZIONE ? Camminare con il kulo a paratia , se possibile.

    • > G) Passata la tempesta tornerà il sereno

      E qui è importante che il governo dica *quando*, anche solo stimando, dovremo stare tutti blindati. Non possono fare previsioni terrificanti a casaccio (vero, Ricciardi?) e tenerci tutti all’oscuro.

      • Eg. Beltrame , utilizzo la sua risposta per ringraziarla del precedente consiglio( il grazie non è stato pubblicato) . Per semplificare penso che questi Navigatori si comportino come C.Colombo che sapeva che c’era una terra a W ma non conoscendo la sua collocazione esatta navigava a vista ! Giorno dopo giorno alla fine toccò terra. QUESTI navigano a vista , settimana dopo settimana ci porteranno nel nuovo mondo ( che non sarà più la stessa Europa )! SPERIAMO.

        • Non credo (ma non lo sappiamo) se Colombo dicesse “ci vorranno 10 anni per toccare le Indie” ogni giorno, ma è sicuramente noto che arrivò giusto prima che gli si ammutinassero tutti contro.

          Ogni riferimento alla situazione italiana è puramente voluto.

          • Bella questa! E sì mi sa che Colombo passava il tempo a motivarli, erano tutti sulla stessa barca. Ma noi no?

      • Buon Giorno sotto la neve! Costa adriatica tra le 3,00 e le 7,45 di questa mattina, la neve aveva ricoperto terrazze, strade, giardini devastando tutto…Detto questo…io ho le mie idee in merito alla situazione…ma lungi da me scriverle…nella considerazione che sono stata minacciata, dopo averle commentate nel N.Y.Post….pur avendo un considerevole numero di consensi… Allora come é iniziato questo contagio? E dove l’origine? Il pipistrello ha morso un serpente che in Cina si mangia, un serpente di mare..ho amici medici cinesi…che hanno detto un pesce buonissimo….ma che un pipistrello abbia potuto mordere un serpente di mare….beh! Ve la ricordate la famosa canzoncina ….carinissima del Branduardi? Alla fiera dell’Est? Mi fermo qui!

        Questo governo se avesse un benché minimo senso del pudore e di onestà e rispetto verso il Popolo sovrano…il quale fino ad ora non ha organizzato una sommossa popolare di gigantesche proporzioni….ma accadrà allorquando riprenderà la vita normale….e non avrà più un cent ….dovrebbe dimettersi, così pure il presidente del silenzio assordante…Faccio una considerazione e preciso non perché io possa essere di parte…assolutamente NO! Siamo governati da una formazione giallo fuxia (Fusaro) e da un delinquente che ha organizzato un partito del vaffan****, oggi al potere…e il solito trasformista Pd che guarda caso non avevo notato…fattomi notare…però… pd = potere e denaro….senza ripercorrere la storia atavica di questa formazione di oggi che trae premesse da lontane origini….e che sta portando il Paese alla rovina totale …Mi domando e vi domando…se ci fosse al governo una Meloni, un Salvini….in questa kafkiana situazione che sarebbe accaduto?

        PEGGIO DELLA RIVOLUZIONE FRANCESE DEL 1793…..SARDINE, ANPI, SINDACATI, CASARIN, CENTRI SOCIALI CHIESA CATTOLICA ….la feccia assoluta …..avrebbe messo a ferro e fuoco il PAESE fino a quando non ci scappassero morti per strada….!!! Quando tornerà la normalità? Mistero….io dico mai più sarà come prima!!!

        Il oronavirus é servito per ordire il QUARTO GOLPE da un avvocatuccio foggiano, dal fidanzatino d’Italia e da un altro loro scagnozzo!!!

        FINE DELL’ITALIA! non so come si faccia postare un video che esegue la messa di requiem di Mozart…..

      • Purtroppo le previsioni di Ricciardi non sono fatte a casaccio, ma basate su modelli abbastanza attendibili. La vera domanda è se dovremo per forza seguire Ricciardi e questi soloni in camice fino alla fine. Vale a dire, non è che siccome questi suggeriscono di chiudere tutto e tutti per almeno 18 mesi allora li dobbiamo seguire per forza. Ma sono scelte politiche, dovrebbe farle il governo. Questo governo invece sembra voler seguire ciecamente le disposizioni degli esperti, virologi ed epidemiologi che ovviamente ignorano totalmente ambiti del sapere estranei al proprio, ad esempio l’economia.

    • Grazie per il momento di ilarità. Detto ciò, condivido la sua analisi: ci aspettano tempi grami, virus permettendo, ovviamente.

One Ping

  1. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *