Commenti all'articolo Franceschini, un flagello alla Cultura

Torna all'articolo
Avatar
guest
37 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Giampietro
Giampietro
9 Gennaio 2020 8:23

Ma caro Nicola visto che sei così bravo in tutto (soprattutto a scrivere cazzate) perché non vi prendete tu e Sgarbi tutti i ministeri e fate funzionare l Italia perfettamente

Luigi Malnati
Luigi Malnati
8 Gennaio 2020 21:08

Franceschini ha fatto ben altro. Ha abolito le soprintendenze specialistiche unificandole (così un archeologo deve valutare monumenti architettonici, uno storico dell’arte scavi archeologici e così via…). E per che scopo? Per liberare più di trenta posti di dirigente che gli servivano per creare i musei autonomi (Uffizi, Brera. Pompei più altri francamente improbabili). dove però ha piazzato senza concorso, per nomina fiduciaria, trenta persone politicamente gradite. Informarsi dagli addetti ai lavori…e non da giornalisti ompiacenti

Lella2
Lella2
8 Gennaio 2020 20:52

quando il sole della cultura è basso sull’orizzonte, anche i nani proiettano grandi ombre”. Appunto…. Un articolo pieno di livore… Se questo articolo resta come sole…. Possiamo abbracciarci tutti ed affondare…. Che tristezza…

Nicola Biffi
Nicola Biffi
8 Gennaio 2020 18:49

Qualcuno che faccia osservare a Serino – il quale promuoverebbe la cultura meno di un preservativo, stante il costo della prima rispetto a quello del secondo – che “ad disonerem” non è latino, nemmeno goliardico o maccheronico. Sgarbi, di cui egli si dimostra un acceso ‘fan’ (solo perché è l’unico nome che conosce fra i critici d’arte), leggendo una castroneria del genere, lo giudicherebbe senza dubbio una “capra”, anzi “capra, capra, capra”.