in

FS collega l’Italia e spinge il Pil del Paese verso la sostenibilità

Dimensioni testo

Oltre 230 Frecce per unire fra loro le grandi città, con sei Frecciarossa al giorno in più tra Roma e Milano e quattro Frecciarossa no-stop Milano-Roma, più collegamenti verso il Sud, treni diretti e soluzioni integrate treno+bus per raggiungere porti e aeroporti in tutta Italia, collegando fra loro le porte di accesso al Paese. È tangibile lo spirito di servizio con cui FS Italiane sta accompagnando la ripresa dell’Italia nel post pandemia. Un ruolo, quello rivestito dal Gruppo guidato dall’amministratore delegato Luigi Ferraris, centrale non solo per gli spostamenti degli italiani ma anche per sostenere il Pil di un Paese a naturale vocazione turistica, grazie alla sua storia, ai suoi innumerevoli tesori artistici e ai suoi inimitabili paesaggi. Non per nulla lo stesso Piano di ripresa e resilienza (Pnrr), predisposto dal governo Draghi, ha previsto oltre 24 miliardi da qui al 2026 per realizzare il trasporto ferroviario del futuro, ancora più green, sostenibile ed efficiente.

 

L’asso vincente per la lotta al clima

La ferrovia, il trasporto pubblico e collettivo in generale, possono rappresentare un mezzo fondamentale per accelerare il percorso di trasformazione energetica”, ha recentemente sottolineato Ferraris. La spinta che le Ferrovie imprimeranno alla corsa del Pil verso la sostenibilità è ingente: “ai 24 miliardi del Pnrr”, ha ricordato lo stesso top manager, “vanno infatti sommati gli investimenti relativi ai contratti di programma e di servizio con il governo e con le regioni, che complessivamente porteranno il Gruppo FS ad attestarsi nei prossimi 10 anni a un ritmo di 10-12 miliardi di investimenti l’anno. Quindi guardando all’ambiente, ancor di più dopo COP26 di Glasgow, lo sviluppo e l’aumento del trasporto passeggeri su rotaie rappresenta una delle risposte necessarie ad affrontare lemergenza climatica. Se si considera che il treno è il mezzo di trasporto più efficiente dal punto di vista energetico e con il minor impatto ambientale, spingersi verso un nuovo modello di mobilità darà un grande contributo in questo processo di transizione: un viaggiatore che sceglie il treno per i suoi spostamenti emette mediamente in atmosfera il 78% in meno di anidride carbonica (CO2) rispetto a chi viaggia in aereo e il 71% in meno rispetto chi utilizza lautomobile”.  Si tratta di una visione strategica ancora più preziosa per l’Italia, un paese non solo morfologicamente lungo e stretto, ma che si affaccia come un “ponte” naturale sul Mediterraneo e che quindi può funzionare da grande hub logistico per le merci provenienti dall’Africa.

Luigi Ferraris, amministratore delegato del Gruppo FS Italiane

 

In carrozza per riscoprire il Belpaese

La nuova offerta invernale di Trenitalia (Gruppo FS Italiane), in vigore da domenica 12 dicembre, è stata presentata a Milano la settimana scorsa dall’amministratore delegato della società di trasporto Luigi Corradi e trasmette sempre più voglia di viaggiare e scoprire lItalia con il treno, mezzo di trasporto sostenibile per definizione. Trenitalia schiera 94 Intercity e 24 Intercity Notte per le medie località e i capoluoghi di provincia, passando per luoghi turistici e le location di importanti eventi culturali in tutta Italia con collegamenti diretti. Grande attenzione al trasporto regionale con i suoi 6.800 treni quotidiani, per visitare luoghi di alto valore culturale e paesaggistico, anche in sella alla propria bicicletta grazie agli oltre 20mila posti bici disponibili al giorno, con punti di ricarica per le e-bike.

La flotta regionale, già rinnovata per circa il 50%, vedrà nel 2022 l’arrivo di altri 105 nuovi treni. Sono tante le novità, anche al Sud con più collegamenti e maggiore frequenza nel periodo natalizio e, in generale, in tutto lorario invernale 2021-2022. Migliorano e aumentano ad esempio i collegamenti con Frecciarossa e Frecciargento da e per Puglia e Calabria con connessioni ottimizzate per raggiungere la Sicilia. Trenitalia è vettore ufficiale di grandi eventi sportivi e musicali quale il Jova Beach Party 2022, mentre Frecciarossa è title sponsor della Supercoppa del 12 gennaio dell’anno prossimo.

A partire dalla fine della terza settimana di dicembre chi viaggerà a bordo delle Frecce e vorrà raggiungere con la propria auto le stazioni di Milano, Torino, Genova, Venezia, Verona, Firenze, Roma, Napoli e Palermo, potrà farlo in tutta comodità acquistando un biglietto per i parcheggi adiacenti di Grandi Stazioni Rail direttamente insieme al biglietto del treno sul sito trenitalia.com.

 

Sicurezza tecnologica e anti-covid in primo piano

I collegamenti e le iniziative messe in campo favoriscono gli spostamenti quotidiani in treno, permettendo alle persone di ritrovarsi in presenza dopo l’incubo dei lockdown e di superare i limiti “comunicativi” dello smartworking in totale sicurezza sul fronte sanitario ma anche su quello tecnologico.

Trenitalia, pioniera insieme a tutto il Gruppo FS nell’implementare iniziative a tutela dei dipendenti e dei passeggeri durante l’acme della pandemia, ha esteso linstallazione dei dispenser di gel disinfettante Amuchina anche su Frecce e Intercity.  Non c’è soltanto la sicurezza sanitaria a bordo ma anche la sicurezza delle infrastrutture e della circolazione:una novità finanziata in parte anche dal PNRR è la progressiva estensione dellERTMS (European Railway Traffic Management System, già operativo su tutte le linee ad alta velocità italiane) sull’intera rete e del sistema HD (High Density) di livello 3, sulle linee percorse dai treni regionali, in particolare nelle aree metropolitane. Si tratta di un avanzato sistema di controllo del traffico che consente laumento del numero di treni che possono circolare in sicurezza sulla stessa linea, ancor più con la versione HD. Tutti sviluppi, insomma, indicativi dell’impegno di FS Italiane per un servizio sempre più efficiente e per favorire spostamenti sostenibili, a tutto vantaggio della ripresa e dell’ambiente.

 

Contenuto consigliato