in

Greta Thunberg, la Chiara Ferragni dell’ambiente

Greta Thunberg, la sedicenne che sembra salvare il mondo, è inquinamento delle coscienze. Candidata al Nobel per la pace, dopo Obama potrebbero darlo anche a Beppe Grillo, con il suo Conte-bis simbolo di pax poltronae.

Non è che non sopporto Greta l’ambientalista, ma proprio chiuderei lei e i suoi genitori tipo in un mausoleo di prese per il culo mondiali. Che bello come esempio questa futura Nobel di Greta… salta la scuola e prenderà forse il Nobel e Nobel vuol dire soldi… Morale: Greta furba, noi scemi.

Non può andare a scuola perché è malata, però fa la traversata oceanica in barca. Significa disagi, vento, freddo, caldo, onde altissime e ogni tipo di inconveniente che potete immaginare. Quindi, cara Greta, se puoi fare la traversata puoi andare anche a scuola. Quindi ai tuoi genitori andrebbe tolta la patria potestà.

Greta parla di isole di plastica nell’Oceano e poteva almeno portare a New York una bottiglietta di acqua, magari presa anche solo con un retino che i ragazzini della sua età usano ancora per giocare sulla sabbia. Invece Greta non ha portato un cazzo: il retino lei lo usa per pescare noi.

Greta è riuscita genialmente ad incarnare l’ultimo business dove c’era posto per una influencer: l’ambiente. Greta, un ibrido tra Hänsel e Gretel, tra la Signorina Rottenmeier e certi rottamatori di sinistra, ha una capacità comunicativa che l’ha portata ad avere al seguito delle sue treccine milioni di fan che se non scendono in piazza per perdere un giorno di scuola, sono leoni da tastiera (chiaramente ecocompatibile).

In una intervista al Corriere della Sera ha dichiarato: “Parlo solo coi potenti”. E noi comuni mortali? Sempre sul Corriere qualche giorno fa una pagina intera di intervista al padre di Greta.

Insieme, lei e Chiara Ferragni, hanno milioni e milioni di follower che hanno seguito la sua traversata atlantica con Pierre Casiraghi (il padre era un petroliere): sponsor a bordo e a babordo, bottiglietta di plastica per bere, abbigliamento da professionista della vela firmato in tessuto ipertecnologico che solo per colorarlo di rosso avranno inquinato due fiumi.

Condividi questo articolo

47 Commenti

Scrivi un commento
  1. Solo per rendervi tutti più consapevoli:
    1 sindrome di Asperger non è una malattia, e lo dice lo stesso nome “sindrome ”
    2 chi ha la sindrome di Asperger è capace di focalizzarsi sul proprio interesse speciale, riuscendo a vedere ciò che i neurotipici non vedono o non vogliono vedere
    3 riescono ad essere talmente concentrati in quello che si prefiggono da riuscire a superare le difficoltà legate alla sindrome stessa, e lo fanno senza architettare secondi fini
    Parlo da neurotipica, ma madre di un ragazzo Aspy.
    Mi sento profondamente offesa, anche come neurotipica.
    La diversità ha sempre fatto bene al genere umano, anche se è sempre stata perseguitata.
    Dovreste tutti informarvi di più prima di scrivere di cose che non conoscete.

  2. chi c’e’ dietro Greta?, oltre ai suoi genitori, certamente lobby e amgnati vari. Perche’ Greta parla solo di co2 e non di tutto il resto che c’e’ dietro ai cambiamenti climatici? il clima cambia anche perche’ in natura tutto cambia ed ha un ciclo che ci e’ tenuto nascosto: spostamento dei poli, ridotta attivita’ solare, variazione nel periodo di rotazione di pianeti e del sole, e altro ancora che non conosciamo. E poi la proposta della sola riduzione della co2. Ma , e l’adattamento ai cambiamenti climatici? lei non ne parla, eppure anche la EU ne parla e programma azioni. una domanda: chi sono i suoi genitori? che lavoro fanno? sono ricchissimi come si dice? Magari la Greta e’ finanzoiata anche da Soros.

    • Haha certo.
      Se non si adorano i vostri feticci che avete impropriamente eletto ad eroi, si è ignoranti, come no.
      Forse gli ignoranti siete voi, che celebrate certi personaggi.
      Scendete dal pero, che la vostra superiorità autocelebrata è totalmente priva di fondamento: se non foste clamorosamente ignoranti, vi rendereste conto come le idee di sinistra siano mediamente errate e fallimentari.

      • Il grande limite di questi spazi di confronto civile è che una qualsiasi nullità può dare dell ‘ignorante ad un premio nobel per la letteratura. Agghiacciante!

        • Lei ha anche problemi di comprensione dei testi scritti (aka analfabetismo funzionale). Rilegga e riprovi a capire a chi ho dato / non dato dell’ignorante.
          Comunque certo, è pieno di Nobel indegni, ed è sacrosanto considerarli tali.

    • In un Paese dove la stragrande maggioranza non apre un libro all’anno, anche un mediocre autore come Dario Fo può diventare un astro…

      Chissà perché non hanno dato il Premio Nobel anche a Paolo Robotti per il suo capolavoro: IN UNIONE SOVIETICA SI VIVE COSÌ…

      Infatti, basta essere di Sinistra per meritarsi un premio…

      Peccato che ovunque i sinistri mancini siano riusciti a governare – così si dice – hanno prodotto i risultati che conosciamo.

      Ecco che chi legge Dario Fo può pretendere di promuovere se stesso ad intellettuale…

      • Ecco un altro luminare della scienza che stabilisce chi deve essere il premio Nobel per la letteratura. Ma hai capito di chi stiamo parlando?
        Premio nobel per la letteratura.

        I sinistri i sovietici i mancini……
        Ma cosa blateri!

  3. Ma veramente c’è gente che legge i tuoi articoli? Ho cercato il tuo nome su Google ed ho scoperto che ogni tanto vai in televisione e sei un opinionista, ahahahah gente che ti paga per sentire la tua opinione? Spero che gli ambientalisti la smettano di lottare, l’estinzione la meritiamo davvero. P.s. dovresti risarcirmi per il tempo perso a darti peso

  4. troppe parole allineate con vena poetica per dichiarare la sua insensibilità umana ed ambientale. comodo criticare chi crede nelle azioni per giustificare la propria strafottenza…si sa…chi fa, sbaglia sempre!

  5. È davvero incredibile come le sciocchezze di una povera ragazzina profondamente indottrinata e palesemente manipolata dai propri ambigui genitori – noti fanatici ambientalisti -, possa riscontrare tanta attenzione ed altrettanto deleterio seguito, al punto di occupare pagine di giornali che, evidentemente, non hanno più niente di meglio da diffondere.

    Ma, ormai si sa: il livello qualitativo dei giornali che perdono sempre di più lettori continua a scadere, ragione per cui, scelgono argomenti di forte ripercussione sensazionalista, come la vicina apocalissi che minaccerebbe la sopravvivenza dell’umanità.

    Purtroppo, dopo il fallimento dell’economia collettivista, grazie all’evidente incapacità di poter sostenere il confronto con l’Ordine Spontaneo del Mercato, gli ostinati impenitenti sinistri mancini, cercano di recuperare il ritardo, ricorrendo alla nuova religione verde, dove ancora una volta, cercano di ingannare gli ingenui, i creduloni e gli ignoranti con miti applicati all’ambientalismo; in modo speciale si appellano alla favola del riscaldamento globale, ignorando che il clima ha sempre subito questi cambiamenti ed il clima non è assolutamente di responsabilità degli umani.

    Noi umili umani, in realtà, non abbiamo alcun controllo sulle macchie solari che ciclicamente condizionano i cambiamenti climatici.

    Esiste un’ampia letteratura sul tema e solo scienziati – veri i falsi che siano -, attribuiscono tale fenomeno alla modernità; lo fanno per poter ottenere stanziamenti politici e finanziamenti da fondazioni che stanno al loro equivoco gioco di interessi…

    L’altra sciocchezza è che l’OC2 (Ossido di Carbonio) distruggerebbe la vita sul Pianeta.

    Il ricercatore Willie Soon, infatti, osserva ironicamente, che l’unica conseguenza dell’aumento dell’OC2 è che il pianeta diverrebbe più verde, visto che è dello stesso che la vegetazione si alimenta…

  6. …bellissimo articolo dottor Serino, condivido ogni parola, anche gli spazi che stanno tra le parole…e lei Greta: insopportabileeee!!!!!

  7. Siete solo dei meschini che si divertono a sparare castronerie. Da qualsiasi sindrome sia affetta Greta thunberg, se vada o no a scuola, se è in grado di fare una traversata o meno, sono veramente stufa e schifata che persone come voi credano ancora alla novella che il pianeta sta bene così com’è. Quindi presumo che vi piaccia guardare un fiume inquinato o una città senza alberi o una foresta bruciata. Non avete capito un c****. E poi pontificate contro una sedicenne… Mentecatti. A proposito di Dario Fo, che problemi avete, gentaglia ignorante???

  8. Ho letto solo la metà del tuo articolo prima che mi venisse la nausea.
    Mi è venuta voglia di cavarmi gli occhi e tagliare le dita a te, tanto per evitare altri incidenti simili.

    Buona serata.

  9. Io personalmente ho smesso di smangiarmi unghie e fegato nel sentire le cazzate dei catastrofisti, ambientalisti, specialisti di automobili con emissioni zero, di salvatori di orsi bianchi, foche monache e diavoli della Tasmania, di mangiatori di bacche e sementi vari (che poi,magari, alla sera una bella sniffata se la fanno). Ho smesso perché finché i pupi ed i pupari dei governi e dell’establishment saranno da quella parte e vorranno fare santa subito la piccola Elfa nordica quando,poi, portano il pupo a scuola con un SUV da 4 km./ litro e lo lasciano acceso per tenerlo caldo o freddo a seconda del clima così imprevedibile per il riscaldamento globale fatto da noi poveri pirla che desideriamo fare una vita da ricchi quando ricchi non siamo, finché non dovessimo riuscire ad eliminare questa schifosissima gentaglia dalla radice non cambierà mai nulla. Vedi ora il ns. governo alla Tomasi di Lampedusa: cambiare tutto per non cambiare nulla; ma sù con la vita! Ora andrà tutto bene ” Sarà tre volte Natale, ci sarà da mangiare e luce tutto il giorno e anche i muti potranno parlare mentre i sordi già lo fanno” come diceva il grande Lucio.

  10. Già solo un paio di mesi dopo l’arrivo di questa fanciulla sotto i riflettori mediatici, il “suo” libro è comparso, tradotto in molte lingue, nelle edicole e perfino sugli scaffali di supermercati non allineati con il coop-rosse-pensiero. Se Gesù Cristo fosse tornato sulla Terra e avesse scritto un libro, avrebbe certo penato di più a farselo pubblicare.
    Infine, una considerazione vagamente ironica: in tempi passati a volte a ragazzine, diciamo, problematiche capitava che apparisse la Madonna. Alcune di esse, dopo una vita non proprio facile, sono state anche santificate, altre sono finite semplicemente nei manicomi. A greta invece è apparso il Riscaldamento Globale ed è stata fatta Santa Subito.

  11. Ma la sua causa è giusta? Secondo me sì. Danneggia qualcuno? Sicuramente qualche benpensante un po’ invidioso. Chi la critica sta facendo qualcosa per l’ambiente? Mah non so. Che gran coraggio quello di prendersela con una ragazzina o con i ragazzi. Qualcuno si è dimenticato di essere stato giovane evidentemente.

    • Da studente facevo sciopero contro la bomba atomica solo perchè non volevo essere interrogato in tedesco, ma alla fine dell’anno sono sempre stato promosso e così via.
      Quindi mi ricordo bene di essere stato giovane. Questa novella Giovanna d’Arco non mi danneggia affatto ma mi rompe semplicemente le scatole perchè la vorrei vedere a scuola magari con una insegnante di sostegno e non a fare la giovane guru in un inglese impeccabile. Ma capisco anche che è un semplice burattino in mano ormai a gentaglia.

  12. Ha sensibilizzato tutti noi su quanto siano disposti a fare pur di renderci la vita impossibile, col nuovo socialismo, usando le balle ambientali:
    sono disposti a tutto, ad usare senza remore qualsiasi strumento di propaganda, di lavaggio del cervello, di uso del potere.
    Questo è positivo: sono decenni che vanno avanti con questa farsa montata sul presunto riscaldamento antropico, nell’indifferenza di chi vi si sarebbe dovuto opporre, seriamente e con forza, sin dal principio.

  13. Ha la sindrome di Asperger, nessuna malattia che le impediva di andare a scuola: e infatti ci andava, aveva una pagella impeccabile, saltava solo i venerdì per protestare (e questo prima di ricevere la famigerata pagella perfetta). Non capisco quello che tu dica in quel passaggio, veramente.

  14. Poi sulla sua presunta assenza scolastica legata akla malattia,ti devo rendere edotto che la stessa è una buona allieva e che il suo nn andare a lezione nell’anno scolastico iniziato è dovuto alla sua attività legata alla sua lotta per l’ambiente(volente o nolente,caro Serino,la giovane svedese è molto richiesta sul nostro pianeta),ma ciò nn inficiera ik suo futuro di studente dal momento che svolgerà regokari esami come privatista.
    Parrebbe voglia conseguire anche una laurea in quello che lei delinea come suo orizzonte futuro.

    • Una insegnante privata va a casa sua proprio perché la sua sindrome non le permette di essere in una aula perché non può stare a contatto con persone in spazi chiusi. Quindi come ha fatto una transoceanica in barca a vela?

      • Se abbia o meno un insegnante privato,ad oggi che è un simbolo per molte persone nel Mondo,potrebbe anche essere.
        Prima di divenire il tal simbolo la stessa frequentava le scuole in Svezia,e da quel che si legge sui giornali sono i suoi genitori che l’aiuteranno nell’apprwndimento nei mesi a venire.
        Nn so quanto possano essere esigui gli spazi nella barca del principe monegasco,oltremodo l’orizzonte all’aperto è sconfinato.
        Comunque è la stessa Greta a confermare che il suo obiettivo prefissato quand’era affetta più profondamente dalla SA ,ad oggi sta creandole meno problemi.
        Perciò ribadisco. Perché nn gioire di una persona che migliora nelle sue condizioni psico-fisiche?
        Colgo l’occasione per porgerti un saluto e ringraziare della tua risposta.

  15. Come sei stato duro nei confronti di una ragazza e sopratutto la tua veemenza verso la sua malattia nn ti fa onore,caro Serino.
    L’evoluzione della signorina Greta nel contrasto alla sua salute indebolita,dovrebbe essere di speranza anziché un rimbrotto da assegnarle.
    È come se uno,prendi per esempio il Ruggeri,che ti riferisce di un suo cancro,ci scrive un libro e poi si affida alla medicina e una volta guarito si dovesse sentir dire che la sua malattia era immaginaria.
    Io,quando una malattia mia,o dei miei simili,trova delle soluzioni miglioranti o risolutive mi sento parte di un mondo in cui la scienza scava,ricerca,studia e trova le soluzioni per renderci migliori.
    La psicoterapia è la stessa cosa,per la nostra “anima” al pari del luminare addetto alla cura del nostro corpo.
    La giovane donna svedese sta,probabilmente nn in maniera definitiva,guarendo la sua “anima” in una battaglia nata in lei,con ogni probabilità,quando la SA era insediata con più profondità nel suo essere interiore.
    Oggi che sta riscoprendosi parte integrante di una risoluzione(e qui ognuno può vederci o nn vederci la tale,ed è il campo dove ci si deve confrontare)a tematiche che l’hanno ossessionata sta intraprendendo la via alla sua guarigione o miglioramento.
    Comunque,dal mio punto di vista,credere in un progetto liberale qual’é una voglia di tutela dell’ambiente con tutta la ricaduta di R&D su l’evoluzione del capitalismo,è più auspicabile dell’attuale “evoluzione economica” che premia soltanto l’apparato burocratico,legata alla legiferazione sulla sicurezza. Paragonabile ad uno schema superfisso in cui nulla evolve.
    La Ferragni è meritocrazia italiana in purezza!
    Un brand mondiale di cui andare fieri.
    Sei un pochetto provincialotto,Serino…nn me lo sarei aspettato da te.
    Potrebbe essere degna di un Nobel?
    Io credo di no perché sarebbe ininfluente,se nn adirittura controproducente.
    Col Nobel la Greta diverrebbe economicamente ricca?
    Nn credo propio,dal momento che il danaro di un Nobel nn raggiunge il milione di euro e si profila dietro un progetto.
    Sulla tintura dei suoi abiti,mi dovresti dare ulteriori lumi dal momento che nn so valutare i livelli di inquinante prodotto dalla stessa.
    Fammi sapere da dove hai dedotto il quantitativo riportabile a “due fiumi”.

  16. Gentile Serino,
    Il titolo e la chiosa del suo articolo sono impagabili, senza dimenticare tutto quello che sta in mezzo, sia chiaro.
    Ha centrato il bersaglio in tutto e per tutto, senza tralasciare nulla, nemmeno la stupidità umana che ha bisogno di stolti da seguire.
    Si può solo ringraziarla di aver dato voce a noi, che pensiamo quel che lei ha scritto in modo impareggiabile.

  17. Ora bisogna solamente trovarle il Fedez dell’ambiente. Però, dai, quanto siete cattivelli anche voi de Il Giornale.

One Ping

  1. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.