Gufi all’Oms: Ranieri fa la Guerra al buonsenso

Ranieri Guerra, Direttore aggiunto dell’Oms, è una di quelle persone che quando ci parli hai sempre la sensazione che ti stia facendo sentire un cretino. Cioè tu magari stai esponendo un concetto profondamente serio e documentato, ma lui, con quel viso sottile e vagamente sprezzante e soprattutto con quella voce dalla calata veneta che sembra però di Milano, dietro quegli occhialetti ti guarda… e ti senti un cretino.

Io con Ranieri Guerra in realtà non ci ho mai parlato, e non credo mai accadrà; non vedo perché le mie piccole certezze e quella minima autostima debbano essere distrutte da quello sguardo che ti entra nel cervelletto e ti fa sentire un povero deficiente. Che poi tu dici “be’, sono certamente un cretino di fronte a cotanta personalità, perbacco, tra l’altro influente voce del comitato scientifico internazionale e scienziato di fama mondiale”.

Specializzato in malattie tropicali seguendo anche un Master a Londra, ha lavorato per una Ong in Africa dove ha formato il personale medico e paramedico, ha lavorato in diversi ospedali in Italia, per il Ministero degli Esteri seguendo progetti di cooperazione, e anche per le Nazioni Unite. Ha pubblicato decine di ricerche ed è Consigliere d’Amministrazione di molte aziende tra cui la veronese Glaxo, ruolo per cui è stato anche politicamente attaccato dagli ambienti no-vax e dal Codacons che vedevano un conflitto di interessi con la sua figura istituzionale.

Ma figurati se uno con un curriculum del genere non ti fa sentire un povero cretino. Che poi quando parla Ranieri, gli dai talmente credito che ripensi agli anni 70, quando una notizia data in TV era automaticamente al di là di ogni dubbio: è vera, si diceva, e non può non esserlo… l’ha detto la televisione!

No, con uno che mi mette così soggezione non ci parlo. Anche se in realtà di cose da chiedergli ne avrei diverse. Ad esempio mi piacerebbe parlare con lui proprio dell’Oms, per esempio. Sarebbe bello domandargli perché l’organizzazione che rappresenta contraddice se stessa un giorno sì e l’altro pure. In realtà ci ha già pensato il Washington Post ad accusare la potente Organizzazione Mondiale della Sanità di non averne azzeccata mezza dall’inizio della pandemia.

Però anche il nostro Ranieri sembra metterci del suo. Ad esempio quando Guerra testualmente sostiene “L’andamento di un’epidemia come questa è ampiamente previsto e prevedibile. C’è una discesa che coincide con l’estate: è vero che le terapie intensive si sono svuotate, ma si sono svuotate come previsto che accadesse”.

Cioè mi scusi esimio Professore… lei mi sta dicendo che dopo averci frantumato gli zebedei da fine Febbraio che non vi era nessuna certezza che con l’estate l’epidemia si sarebbe attenuata, ora ci racconta che era ampiamente previsto e prevedibile? No dai, è uno scherzo e sono io un cretino che ha capito male. E poi continua con “come la Spagnola, giù in estate e poi ripresa feroce a Settembre-Ottobre”.

Premesso che il paragone con la Spagnola lo accetto a malapena da un utente medio di Facebook, stante le infinite differenze storiche-sociali-igieniche-farmacologiche e anche tecnologiche con l’epidemia del 1918, ripenso ad un’altra perla recentemente emessa dall’Oms e del tutto difesa da Ranieri Guerra, ovvero che gli asintomatici non sono contagiosi.

Ma come??? Ma ci avete sfracassato i maroni per mesi dicendo l’esatto contrario, e che il vero grande pericolo del contagio del coronavirus era proprio chi, seppur positivo, in quanto ignaro di esserlo, era a tutti gli effetti un untore!

E quindi? E niente, vale tutto. Che poi quando se ne sparano talmente tante, prima o poi ci azzecca. Come diceva un noto sóla che di strada ne ha fatta tanta, “non è mai quello che dici, ma come lo dici”. Se poi lo dici con quella voce dalla calata veneta ma che sembra anche un po’ di Milano, non può che essere vera.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Condividi questo articolo

50 Commenti

Scrivi un commento
  1. Note sulla fenomenologia del tipo antropologico alla Losurdo

    Questo tipo antropologico si caratterizza per il rifiuto apparente di prendere atto di quello che é, in quanto o non l’ha ancora capito o finge di non capirlo. La storia insegna e la cronaca lo conferma che la gran parte di coloro che millantano altruismo sono solo aspiranti aguzzini con la bava alla bocca desiderosi di agire il proprio odio antropologico su chi dissente, adducendo a giustificazione dei propri delitti un fine etico superiore e il bene del popolo. Sono i piccoli Stalin, Hitler, Pol Pot, sono le sardine buoniste di oggi, i tifosi dei Lerner, dei Travaglio, delle Carole e dei Gino Strada, dei Raimo, delle Murgia e dei Saviano, quelli che vorrebbero Meloni, Salvini e Fontana appesi a testa in giù, insomma i tristi estimatori di tutti quelli che anche il tipo alla Losurdo verosimilmente venera nel suo Pantheon.

    • Ma sei scemo?
      Se appendiamo Salvini a testa in giù, trasformiamo un assassino in un martire
      Deve soffrire a fuoco lento, un bel corona che lo manda all’altro mondo

        • Se un destro dice che sono un caso, essendo un destro sempre menzogna, per logica sono il contrario…a parte che essere non vuol dire nulla, recitiamo solo parti in commedia (o in tragedia) solo che voi destri non siete consapevoli di farlo

  2. Se davvero il corona virus si comportasse come la spagnola sarebbe un grosso guaio, anche perché noi, rispetto ai nostri vecchi che ci sono passati, abbiamo più dispositivi e più farmaci, ma sicuramente meno forza d’animo. Pensate che loro hanno affrontato la pandemia insieme alla Grande Guerra, e non mi risulta che per due anni la gente abbiacsmesso di lavirare, di produrre e di studiare…
    Noi, nonostante il governo e la UE, siamo immensamente più fortunati, ma non sappiamo reagire,

  3. Io vorrei vedere le loro reazioni quando nelle librerie arriverà il libro coordinato dal libertario Leonardo Facco insieme ad un’altra ventina di specialisti:
    CORONAVIRUS: STATO DI PAURA!

    Che, credo, smaschererà non poche menzogne che ci sono state propinate tanto dal terrorismo mediatico del modo intero, come alimentate principalmente dall’OMS.

    Forse ci sarà da notare qualche segno di imbarazzo? O continueranno con le loro puntuali contraddizioni?

    • I morti negli ospedali lonbardi sono un invenzione?
      Le ospedali al collasso sono un invenzione?
      Ma come si fa ad essere così malvagi!

      • Rimane il fatto che di “scientifico” nelle operazioni dei vari governi c’è poco o nulla. C’è solo il terribile principio di precauzione, che non è scientifico per niente.

        E’ triste per esempio vedere che ci sono ancora miti che si sono rivelati scorretti:

        – I 14 giorni di incubazione (scorretto: nel 99.5% dei casi *entro* 14 giorni compaiono sintomi, ma la mediana è tra due e quattro giorni)
        – Gli asintomatici infettivi (scorretto: non ci sono studi che ancora abbiano determinato l’effettiva infettività di queste persone)
        – Il 20% di ospedalizzazione
        – La sanificazione degli oggetti (scorretto: prove a supporto della trasmissione tramite oggetti non ci sono)
        – Non ci sono cure (falso: due farmaci già approvati)
        – Non dà immunità (un tweet abominevole dell’OMS, fortunatamente ritirato)
        – Varie ed eventuali sul reale rischio di morte

        Non parliamo poi dell’abominevole risposta dell’OMS a quell’orrendo lavoro pubblicato su Lancet (non perché i dati erano inventati di sana pianta, ma perché c’erano problemi statistici grossolani).

        Non so se hanno mentito, ma hanno detto e continuano a dire sciocchezze che cozzano contro i dati.

        • Vorrei aggiungere qualcosa sui tormentoni: asintomatici infettivi si o no, tamponi agli asintomatici si o no, numero contagiati uguale numero tamponi positivi oppure uguale a numero sintomatici. Non è uno scioglilingua, ma quanto suggerito a giorni alterni dalle “autorità competenti”. Per capire che cosa sta succedendo sarebbe utile sapere quanti sono i sintomatici tra i positivi al tampone. Ho letto che a Mondragone tra i numerosi bulgari positivi uno solo era sintomatico. Viene il dubbio che le analisi con il tampone non abbiano sempre riscontro clinico.

      • > tifo per il default, questo popolo se lo merita, ed il sottoscritto non ha alcun timore che avvenga perché conosco il mio valore e sono sicuro di poter restare in piedi…

        A me queste sembrano malvagità e sono parole sue, Losurdo.

      • No, purtroppo, non sono un’invenzione: sono il tragico risultato della pazzia dettata d’incompetenza e di
        A) chi ha interesse a far durare l’emergenza e salvare le proprie comode poltrone in parlamento;
        B) dei mezzi di comunicazione in crisi che con questa campagna di drammatizzazione, hanno potuto rispondere alla concorrenza dell’informazione che circola libera e gratuitamente, potendo prolungare il proprio tornaconto, perché ormai minaccia la loro sopravvivenza:

        Modesta opinione mia, condivisa da più persone…

        C’è anche un rapporto tedesco che spiega molto di ciò che è stato combinato dai politicanti interessati e poco onesti.

        A Hong Kong, Taiwan, Viet Nam, Singapore, Korea del Sud, Giappone ecc., curiosamente nelle vicinanze della Cina, che, dove più, ragionevolmente, senza imporre le misure drastiche, hanno ottenuto risultati infinitamente migliori, se paragonati a Italia, Spagna, Francia, Inghilterra e New York.

        Ciò non spiega niente???

        Ad ogni modo, credo che il libro citato dovrebbe aprire gli occhi a chi è stato preso dal panico, dalla psicosi, per non dire per i fondelli…

      • I morti non sono una invenzione. La regioni più colpite sono quelle. E coincidono con le regioni che si ritiene unanimemente, prove alla mano, siano quelle più organizzate dal punto di vista sanitario. Ne è prova che molti si spostano lì per farsi assistere, da sempre.
        È stato evidente il ritardo internazionale (colpevole) e nazionale nel dare l’allarme e nel predisporre una immediata efficace azione di contrasto. Eravamo tutti impreparati. In particolare tutti quei poveri medici ed infermieri morti sono “un delitto” che va posto sulla coscienza dell’intero sistema sanitario nazionale.
        Ed appare ora evidente, col senno di poi, che la migliore strategia, compreso l’isolamento e le terapie intensive quando era già avanzata l’azione devastante del virus, era quella dell’intervento immediato, nei primi giorni, a casa, con le medicine giuste e da parte dei medici di base, opportunamente protetti e preparati.
        Sbagliato l’intervento tardivo e il ricovero in ospedale o nelle case di riposo, strutture che sono risultate moltiplicatori della diffusione del virus.
        Ora la situazione è radicalmente cambiata: perché il virus è più debole, per la stagione calda, per le precauzioni adottate, per le terapie mediche ora messe in atto subito.
        Adesso basta con certo terrorismo da virologi “da intervista”.
        Torniamo a vivere, apriamo le attività, riapriamo le scuole, precauzione, tamponi, cure immediate.
        A volte, peggio del virus, solo alcuni virologi.

    • http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/18_gennaio_10/milano-terapie-intensive-collasso-l-influenza-gia-48-malati-gravi-molte-operazioni-rinviate-c9dc43a6-f5d1-11e7-9b06-fe054c3be5b2.shtml

      Giusto per ricordare cosa accadde 2 anni fa.. Perché forse ancora adesso date fiato alla bocca senza sapere di cosa parlate

    • Grande Facco: confido che l’opera di informazione di persone coraggiose come lui possa contribuire a far uscire dalla bolla di propaganda un po’ di persone.

      Intanto (preciso che *non c’entra nulla con Facco & c.*), è trapelata questa curiosa indagine spagnola (non la chiamo “studio” perchè sarebbe prematuro):

      https://elcierredigital.com/salud-y-bienestar/565980572/estudian-interferencia-vacuna-gripe-coronavirus.html

      https://elarconte.com/wp-content/uploads/2020/06/POSIBLE-CAUSA-PANDEMIA-POLISORBATO-VACUNA-GRIPE-actualizado_18-06-2020.pdf-

      Indagine spagnola che mostra una prognosi peggiore nei soggetti vaccinati contro l’influenza.
      Ovviamente con tutte le cautele del caso: può essere un fenomeno fortuito, può essere una correlazione spuria, i campioni sono quello che sono, può essere che siano proprio i soggetti più deboli e vulnerabili al covid ad essere stati vaccinati.
      Può essere tante cose, ma è certamente sufficiente per parlarne ed *approfondire* la questione, anzichè imboscarla come sempre.

      E, poichè questa indagine si *aggiunge* a svariati studi che già mostrano interferenza virale, risultano sempre più scandalosi i provvedimenti in tal senso di Zingaretti, Fontana, Santelli,e le iniziative parlamentari di Gelmini & c. (sta facendo proprio una bella figura la componente femminile di FI, non c’è che dire).
      Gli aspiranti dittatori sanitari devono farla finita.

      • Gli “svariati studi” che lei continua a citare non provano nulla. Non sono una pistola fumante. Confesso che trovo il suo atteggiamento irritante: fa finta di dire “non e’ sicuro, con le cautele” e continua a piazzare articoli dubbi (ma non per quello che dicono, per COME lo dicono, per i non-dati che hanno, ecc.) per perorare la sua causa. Le e’ gia’ stato detto che questo e’ principio di precauzione e non scienza.

        Che la vaccinazione obbligatoria contro l’influenza sia inutile e’ ovvio, ma per motivi biologici (troppo variabile la copertura) e non per fantomatiche interferenze virali (che, ribadisco, devono essere ancora essere provate sperimentalmente, gli studi di associazione lasciano il tempo che trovano).

        Liberissimo di non volere la vaccinazione obbligatoria: ma lei non ha bisogno di giustificazioni “scientifiche” (che scientifiche non sono) per giustificare la sua tesi.

        • Gli svariati studi ci sono eccome, ed ignorare la realtà non la cambia, anche se non le piace.
          Nè tantomeno la cambia un’errata interpretazione di “scienza” e principio di precauzione, dato che, appunto, gli studi ci sono e sono non pochi ormai.

      • Spazzatura. Questo è quello che è quello studio, che ho letto. Un sacco di ipotesi fatte su associazione, senza neanche cercare di dimostrare che l’effetto non sia dovuto al caso.

        Al solito: bisogna cercare di rigettare l’ipotesi nulla, prima di lanciarsi in voli pindarici.

        Serve qualcosa di molto più serio.

        • Spazzatura è, al contrario, rifiutare sempre ogni associazione statistica che non le piace, come se non esistesse.
          Che, certo, va approfondita (sono il primo a dirlo, infatti), ma non è affatto “spazzatura”, per nulla.

          Quando non pochi studi ed indagini mostrano associazioni di questo tipo, l’unico atteggiamento razionale e scientifico in merito è:
          a) prendere atto che la possibilità è reale, non dire che “non esiste”.
          b) studiare meglio il fenomeno per capirci di più.

          NB: la spiegazione biologica può venire dopo, ed una sua mancanza non rende automaticamente non valida l’associazione statistica.
          Pensi che, con la peste del ‘600, la spiegazione biologica era completamente ignota, e don Ferrante usava proprio la mancanza della stessa per concludere che la peste non poteva esistere e diffondersi come faceva (e questo era, di fatto, “empiricamente” visibile).

          • > Spazzatura è, al contrario, rifiutare sempre ogni associazione statistica che non le piace, come se non esistesse.

            MI stavo riferendo al lavoro che ha allegato, che ho letto e ho trovato estremamente carente. Soprattutto, come dicevo, non testa l’ipotesi nulla.

            Potrei darle quasi ragione sul punto a., se non fosse che i primi anni della mia carriera mi sono trovato a studiare un sacco di letteratura su studi di associazione (all’epoca, con la malattia di Alzheimer) e il messaggio che ho tratto è che è veramente difficile trovare un’ipotesi che “regga” sulla base di mera correlazione (funziona solo con casi particolarmente forti, tipo appunto APOE ed Alzheimer). Quegli studi che aveva riportato un po’ di tempo fa avevano lo stesso problema, un’associazione non particolarmente forte e dal nesso causale incerto.

            E’ quasi sicuro che l'”effect size” di questa interferenza sia bassa o ne vedremmo parecchia, oppure che questa è essenzialmente ininfluente. Ma al di là di quello, questi studi si devono caricare di molta più potenza perché comunque è ovvio che l’effetto eventuale sia piccolo. E per citare Ioannidis (non in un lavoro, ma nella famosa conferenza che ho seguito), un valore p di 0.05 (con buona pace di Lord Fisher) o 0.01 non è sufficiente per spiegare questi effetti e per rigettare l’ipotesi nulla.

            Coloro che vogliano provare un’associazione forte dovrebbero prendere ispirazione dai GWAS (Genome Wide Association Studies), dove il minimo p per valutare un effetto gira tra 10^-6 e 10^-8.

            Se si misura un’associazione così lontana dall’ipotesi nulla, allora è meritevole di attenzione.

          • “il messaggio che ho tratto è che è veramente difficile trovare un’ipotesi che “regga” sulla base di mera correlazione”

            Bene, sono d’accordo (ma deve valere sempre).
            Però, nel momento in cui gli indizi ci sono, mi pare sacrosanto non ignorarli, indagare, e soprattutto evitare obblighi senza senso, visto che la possibilità c’è.

          • Dobbiamo anche precisare una cosa sulla scelta delle ipotesi.
            1) Un conto è dimostrare che l’interferenza virale esista e sia significativa
            2) Un altro è dimostrare che l’interferenza virale non esista
            La scelta dell’una o dell’altra dipende da quello che si vuole cercare, è molto meno scontata di quanto sembri, e presenta delle discrezionalità.
            Facilmente si sovrappongono.

  4. Ovvio che a questi personaggi sia utile mantenere attenzione e interesse. Dicessero si ok si è evaporato ora pensiamo a tutto quello che si è distrutto, chi se li filerebbe più?

  5. Ranieri Guerra è anche un gran signore…ha esortato un collega tramite social a tornare nelle fogne.
    Educazione oxfordiana, sicuramente!

    • Ma perché lei è così intrinsecamente malvagia?
      Capisco che se uno è di destra è malvagio (essere di sinistra non implica essere buoni, vedi alla voce comunismo), ma a volte mi chiedo l’origine di così tanta malvagità nel vostro cuore….ah si avete avuto un professore comunista, peccato che il comunismo è l’inventore del nazionalsocialismo e del fascismo (Mussolini era un esponente dell’ala massimalista del partito socialista italiano, quindi comunista), quindi?
      Il fasciocomunismo, alias conservatorismo o comunismo, la sostanza non cambia, vi ha turbato il cervello?

      • Gentile Saverio Losurdo, per cortesia,
        metta un po’ d’ordine nei suoi pensieri, nei cassetti della storia, nelle sequenze degli avvenimenti, nel comprendere il significato degli aggettivi che con eccessiva disinvoltura appiccica a destra e a manca.
        Ed introduca il concetto di dialettica, tolleranza, rispetto delle opinioni, relativizzi le opinioni di tutti e le sue.
        Non abbiamo verità in tasca da imporre. Nessuno di noi. Meno che meno “verità” da farci imporre.
        Siamo liberi. E abbiamo ferma l’intenzione di rimanere tali.
        Liberi a destra, al centro, a sinistra, alti o bassi, belli e brutti, donne e uomini, giovani e meno giovani, simpatici e no, bianchi, neri, rossi, gialli e ciclamino.

        • La destra nasce per impedire ai diseredati della terra di diventare qualcuno, per difendere i ricchi e la ricchezza, per conservare il capitale in poche luride mani…..e questa non è un opinione….è la storia

      • Ma perchè essere di destra si è malvagi? Io sono un ex di sinistra che poi mi ha schifato visto i giochini loschi fatti ed ora, piuttosto dei grillini che sono dei poveri incapaci, vorrei simpatizzare per la destra e così diventerei malvagio? Ma vai a raccontarlo a qualcun’altro.

        • I pseudo valori di destra sono la difesa della famiglia tradizionale per impedire ad altre famiglie di avere gli stessi diritti, il rifiuto del diritto della donna ad abortire (un embrione è scientificamente dimostrato che non è una persona altrimenti non ci sarebbero i gemelli omozigoti), il diritto ad ogni essere umano di lasciare la terra dove casualmente è nato per andare a vivere dove gli pare senza che nessun governo possa limitare il suo spostamento, l’elogio della disuguaglianza, la difesa del capitale, per impedire la giustizia sociale….è lapalissiano che i valori della sinistra sono divini quelli di destra sono satanici, ovviamente solo i saggi lo capiscono mentre gli stolti si fanno incantare dalle fandonie della malvagità

      • Ok, con uno che mi apostrofa come malvagia perché ho detto, in pratica, che Ranieri Guerra è un cafone , dopo questo post non vale più neanche la pena di perderci un secondo.
        Però, se lei è una persona reale e non un troll ha bisogno di cure. E non per il “vairus”.

        • Non è un troll, è un turista!
          In un suo post ha scritto che frequente questo sito perché è in ferie.
          Domani torna al lavoro perciò finita la pacchia.

  6. ah ma abbimo un direttore aggiunto nll’OMS ? Fino ad adesso non lo sapevamo ed era meglio per lui non farsi identificare con il carrozzone
    spara-stupidate sulla sanita’ !!!

  7. Divertentissimo articolo che per qualche istante mi fa dimenticare lo sgomento per essere ancora nelle mani di questi personaggi stipendiati sontuosamente a cui questo Governo concede di gestire la nostra salute e la nostre libertá. Non hanno mai visto una corsia di ospedale ed ormai, per poterne azzeccare una, si sono ridotti ad affermare ad intermittenza tutto ed il contrario di tutto. Forza che ce la fate ! Covid-19 ha preziosi alleati … ma mi consolo pensando che la sua scomparsa coinciderá con la fine delle comparsate di questi inutile e saccenti presunti espertoni.

  8. Di fronte a casa mia vi è in questo un vero assembramento di persone, giovani ragazzi e ragazze senza alcuna mascherina men che meno distanziamento sociale, urla e musica a palla per strada, provato a chiamare carabinieri e vigili, non risponde nessuno…be perché dovrebbero poi?
    Abbiamo politici e simpatizzanti di tali politici che se ne infischiano di regole ed il popolo italiano, brava gente eh, si adegua
    E questo sito è davvero uno dei fomentatori alla ribellione nazionale

    • E meno male.
      Questo sito è la testimonianza che qualcuno prova pensa ancora a pensare.
      Magari qualcosa sbaglieremo, ma almeno non siamo lobotomizzati impauriti che smettono di vivere per il terrore di ammalarsi e forse ( molto forse) morire.

      • Ah be si ma chi se ne frega degli anziani morti per degli imbecilli che vogliono “vivere”, dei malati gravi contagiati dal corona perché vivaadio voi volete vivere!
        Voi destri siete tutti uguali, scimmiottate ogni parola che esce dalla bocca dei vostri padroni e la cosa divertente che pensate pure di essere liberi!
        Siete totalmente lobomotizzati, tutti uguali, fatto con lo stesso stampino, che purtroppo continua ad essere fabbricato, sempre identico a se stesso
        Buona note schiavi!

    • Semplicemente non é il sito adatto per uno insofferente dell’esistenza di partiti di opposizione a questo governo, uno che scambia il dissenso per sedizione, si dichiara ammiratore di Mario Monti e che da emulo di tafazzi ora non potrá non ammirare Conte. Ma mica te l’ha ordinato il dottore di venirci su questo sito, no ? Dovessi privarci dei tuoi commenti ce ne faremmo una ragione.

      • Ah bello lo scritto milioni di volte ma mi sa che non leggi.
        Questo governo è identico al precedente, stessa musica criminale sugli immigrati (quando approvano lo Ius Soli i signori del PD? Mai! ), stessa politica di conti pubblici scassati, deficit e debito come voleva fare il Salvini.
        L’unica differenza che lo fanno in modo elegante mentre voi lo fate ruttando in televisione.
        Io ho votato nella mia vita soltanto due volte, il primo glorioso governo Prodi e l’amico Bersani, ahimè che dopo aver sostenuto Monti/Fornero, ne ha preso le distanze ovviamente perdendo.
        Quindi sono responsabili del solo governo dell’Ulivo non la matassa inguardabile dell’Unione.
        Poi avrei votato Ciampi Dini e Monti ma non è stato possibile, anche Letta non mi dispiaceva, e certamente il grandissimo Amato, antesignano del primo governo delle privatizzazioni.
        Tutti gli altri, compreso questo osceno governo,hanno il mio più totale assoluto disprezzo

      • Aggiungo, e anche questo lo detto un sacco di volte, che, non solo non avrei fatto nascere il governo Conte, ma sarei andato a votare subito per consegnare a Salvini i pieni poteri perché l’unico modo per liberarsi di un pallista a lasciarlo governare.
        Berlusconi si suicidò in quel modo, la sinistra con Veltroni aveva preso una di quelle batoste che il Silvio aveva in parlamento una maggioranza bulgara….eppure, senza gli inciucio di palazzo per impedire a Silvio di governare, con quella maggioranza bulgara Silvio si è suicidato….
        Aggiungo infine che tifo per il default, questo popolo se lo merita, ed il sottoscritto non ha alcun timore che avvenga perché conosco il mio valore e sono sicuro di poter restare in piedi a differenza di altri che hanno bisogno di meno tasse meno stato più debito ecc ecc

    • Saverio,

      lei lo ha visto il video che circola sulla rete? Lo cerchi su Youtube, perché è eloquente: mostra come a Ginevra (sede dell’O.M.S.) centinaia di persone agglomerate, camminando per le strade, sedute ai tavolini dei caffè all’aperto, senza minimo distanziamento, senza mascherine; e gli unici con le mascherine, sono i camerieri…

      Evidentemente, nessuno sembra si sia preoccupato a chiamare la gendarmeria elvetica…

      • Ma perché pensi che gli imbecilli siano solo italiani?
        Per dio il mondo è pieno di imbecilli, solo che in Italia non hanno manco la vergogna di vergognarsi.
        All’estero fanno le porcate sotto voce, qui si rutta in televisione

        • Non ho mai sostenuto che i delitti siano stati commessi solo in Italia; basta vedere ciò che è stato fatto a New York e dove tanto il governatore come il sindaco (di sinistra), alla fine hanno riconosciuto ed affermato che la grande maggioranza dei casi di contaminazione sono avvenuti in casa con individui che non hanno avuto contatti esterni.

          Poi, permea che faccia una distinzione, perché in Korea de Sud, Giappone, Hong Kong, Taiwan, Singapore e perfino in Viet Nam non ci sono stati gli spettacoli delle tragedie alle quali in nostro Paese ha fatto grande esibizione e se sul Viet Nam si potrebbe avere riserve, sugli altri Paesi, altrettanto o più vicini alla fonte cinese, ci sia bisogno di alimentare dubbi…

          Infatti, hanno gestito la pandemia infinitamente meglio di noi, senza compromettere le rispettive economie; noi, invece – ma non solo noi – avremo, in breve, da fare i conti con i disastri economici che ci attendono…

  9. Articolo che sarebbe divertentissimo, se poi le risate non diventassero lacrime pensando a quanto le stupidaggini dell’OMS abbiano contribuito alla diffusione dell’epidemia prima e alla catastrofe economica dopo.
    Se poi trovano un governo di inetti che, quando deve prendere decisioni, segue le linee guida dell’OMS, il disastro è assicurato.

  10. Che dire ? L’ OMS ha fatto collezione di perle, ma i due pirla glieli hanno forniti l’Etiopia e l’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *