Ho una piccola ditta e non posso lavorare perché mancano le mascherine…

L’emergenza Coronavirus non è solo sanitaria, ma anche economica. Tanti gli imprenditori, i piccoli commercianti e le partite Iva che mi scrivono per informazioni. Altrettanti quelli che si sentono abbandonati dallo Stato. Per questo, ho deciso di dar voce a questa parte del Paese spesso lasciata sola.

Buongiorno, mi chiamo J.V., ho 48 anni e sono socio titolare (con mia moglie) di una piccola ditta (snc artigiana… codice Ateco 432102) di Genova. Ho chiamato la protezione civile per avere delucidazioni in merito al decreto emesso da Conte per le attività che devono lavorare, mi occupo di fornitura ed installazione di impianti elettrici ed elettronici di sicurezza presso anche vigilanze; mi hanno risposto che devo lavorare ma che non posso lavorare perchè non ho i dispositivi di protezione (mascherine, guanti e tute usa e getta) e che come in tutta italia è impossibile reperirle anche pagando.

Non ho diritto a nessun contributo e non posso mettere in cassa integrazione il dipendente perchè i suoi contributi sono in regola ma non lo sono quelli di noi 2 soci che non c’entrano con i loro. Abbiamo una figlia di 12 anni a casa e purtroppo non lavorando a causa del coronavirus non posso piu’ pagare da mangiare, la luce, il telefono ed internet e la casa… mi viene solo da piangere nonostante cerco di tranquillizare la mia famiglia che in qualche modo ce la faremo….

Ti prego, non chiedo regali, vorrei solo sapere come lavorare per non infettare noi ed altre persone (anche se molti clienti mi hanno già rifiutato lavori che erano già accettati) mi servono mascherine, guanti e tute, il mio dipendente ha paura e non potrò pagare nemmeno il suo stipendio con tutte le sue problematiche…

Ti prego, considera la mia mail, sono disperato.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Condividi questo articolo

29 Commenti

Scrivi un commento
  1. Mi domando il perché di tanto dolore che ci ha circondato e distruggendo e le risposte mi irritano alla grande.

    I virologi più seri come Meluzzi avevano ampiamente avvertito del corona virus, poi i governatori del nord, ma solo per il fatto di essere di destra sono stati tacciaci di sciacallaggio e peggio.

    La Cina non ha insegnato nulla al governo degli incapaci che sono rimasti alla finestra senza preoccuparsi delle cose più banali per salvaguardare in primis il nostro personale sanitario.

    Dichiarazioni gretine e contraddittorie che hanno sbandato la comprensione popolare.

    Fino a ieri ho sentito del si muore per il corona virus in pochissimi casi, con il corona virus 7000 morti.

    Il governo continua a prenderci in giro mentre gli avvoltoi franco tedeschi allungano le mani sull’Italia per comprarci a poco. La Germania, la prima degli untori in Italia, la francia che sputa sui nostri prodotti agricoli, la moglie di Sarcò, il distruttore dell’area diplomatica africana , la Carlà che sorridendo finge di tossire e continua di questo passo.

    Adesso dal governo che diserta il parlamento ci dicono che dobbiamo essere tutti uniti per combattere questa guerra e continuiamo a incoronare conte con la corona virus.

    Allora io affermo che questi al governo sono incapaci e falsi, ieri oggi e domani e quando ne usciremo dovremmo lasciare che ci governino, no, io non ci sto.

    • E vero lo stato aiuta i più furbi quelli che campano studiandole leggi per poter entrare nelle pieghe cavalcarle come un a onda,anche noi abbiamo dovuto riscontrare quanto affermato da Lei noi abbiamo avuto un danno che ci ha distrutto L azienda chi ci doveva risarcire,ci ha dato al posto di qualche miliardo una manciata di soldi che sono bastati solo a pagare i debiti ,non capiscono che gli imprenditori devono avere un bel margine per poter andare avanti ed e ora di finirla di pagare affitti per immobili strumentali e per investimento,non possono pretendere imu e pure tasse sull affitto perche quando ci sono crisi come queste e i risparmiatori già fregati dalle banche hanno investito in mattoni non possono continuare a pagare come se fosse un lusso il solopossederli

      Bisogna avere coraggio e pensare che non siamo qui per nulla.

  2. Sig. J.V. so cosa vuol dire avere una piccola azienda in italia e rischiare tutto sulla propria pelle lavorando 12 ore al giorno. In italia lo Stato e’ un vampiro che ti ruba oltre la meta’ del frutto del tuo lavoro per stipendiare gli scherani che ti opprimono: e’ un socio occulto, prepotente e esoso, che si presenta solo se guadagni ma che e’ assente quando perdi. Sono stato piu’ fortunato di Lei: non avevo famiglia e 30 anni fa, ero poco piu’ giovane di Lei, mi traferii in Romania: qui ho una piccola attivita’ su cui pago l’ 8%.di imposte e un 7% di tasse e contributi vari. Gestisco l’ attivita’ da casa con un computer, “Lavoro” un’ ora al giorno…..Anche qui il virus sta bloccando l’ economia, ma lo Stato Rumeno mi ha permesso di risparmiare quelle riserve che mi permetteranno di affrontare questi tempi cupi. Un caro saluto.

  3. Il sindaco di Messina De Luca fa arrestare chi sbarca dal traghetto senza autorizzazione e fa bene, una speronata al governo e compagnucci no? vi ricordate Carole Rackete?

  4. Ho appena finito di ascoltare la conferenza stampa del Premier…. Una farsa… Ma i giornalisti che razza di domande hanno posto? NON UNA NON UNA NON UNA SULL’ECONOMIA !!!! Non uno straccio di domanda sugli aiuti promessi e decretati in pompa magna ! Ma che razza di giornalisti !!! Se nessuno ha la forza di porre domande giuste al momento giusto e per giunta faccia a faccia col Premier, di cosa stiamo parlando??

  5. Questa è dolorosa per tutti, fa male.

    Una infermiera contagiata dal corona virus si uccide per timore di contagiare i pazienti.

    In opposto la Lamorgese e compagniucci continuano a lasciare i porti aperti ai migranti contagiati dal virus.

    Il governo non ha mai pensato di informare attraverso il web che chi parte con i gommoni non sarà considerato naufrago e pertanto non sarà salvato in mare.

    Camici bianchi messi in trincea senza armi a causa della insipienza governativa, questi sono i nostri eroi.

  6. Non ti preoccupare nell’Italia del terzo mondo, dove non sono capaci di realizzare delle banali mascherine, adesso hanno trovato i DRONI per controllare ciclisti e runner

  7. Sono basito.

    Ci sono persone che molto semplicemente non possono godere della cassa integrazione, né sanno cosa siano le ferie pagate. Sono gli imprenditori, i piccoli artigiani, i professionisti…coloro che creano posti di lavoro, coloro che creano tutta la ricchezza da cui noi, impiegati dello stato, prendiamo lo stipendio attraverso le tasse che facciamo loro pagare.

    Io non sono uno di loro, e la lettera riportata in questo sito, come la conoscenza di situazioni analoghe mi fa stare male. Mi fa quasi vergognare di essere uno che vive, e guadagna anche piuttosto bene, grazie ai soldi dello stato. Tutto il mio sapere, tutto il mio darmi da fare (chi mi conosce sa quanto mi impegni e metta il cuore nelle cose), tutte le mie competenze scompaiono di fronte a queste cose. Perché io so che i soldi del mio stipendio vengono dalla ricchezza prodotta da altri, non da me: io sono uno che dovrebbe aiutare questa società a creare ricchezza, dovrebbe aiutare i suoi concittadini, i suoi vicini trasmettendo la conoscenza che poi entra in gioco per produrre questa ricchezza. Ma per quanto me lo ricordi mi sento, del tutto immeritatamente, un privilegiato. Uno che continua a guadagnare potendo (ma non lo faccio, se non vado in laboratorio mi sembra di rubare) stare anche a casa. Signor Sal, la prego, riconsideri quanto ha scritto. C’è davvero da vergognarsi. Mi ricorda il “che mangino brioches” d’antica memoria, frase attribuita (falsamente) a Maria Antonietta d’Asburgo.

    Ma come è possibile adottare delle misure che potenzialmente possono ridurre alla fame intere famiglie senza aver MOLTO PRIMA pensato alle misure affinché ciò non accada? Ma come si può trattare come carne da cannone, come fossimo piccoli Cadorna d’accatto, proprio le persone che ci danno da mangiare?

    • Buongiorno. Non è colpa sua se lei ha diritto alle ferie o di andare in mutua, è solo che lo Stato dovrebbe avere anche cura di chi ha scelto di diventare imprenditore rischiando in proprio. “Non si mette la museruola al bue che trebbia”. Cari saluti.

    • Sal… è solo un noto provocatore d’accatto che probabilmente non ha da misurarsi giornalmente con i problemi che noi comuni mortali siamo costretti ad affrontare. Vive sul suo pulpito e questo gli basta per distribuire a suo insindacabile giudizio patenti di onestà a questo o quello.

  8. Il problema secondo me è uno solo…non parliamo di mascherine o di guanti ecc ecc…parliamo di tutti coloro che lo Stato non è riuscito a garantire e che non riuscirà a garantire nemmeno domani…maggior parte della classe politica ci rideva sopra al Corona Virus , hanno preso tutto sottogamba e queste sono le conclusioni, quello che stiamo vivendo…e che vivremo anche peggio domani…Come dice Nicola ci sono delle leggi e bisogna rispettarle, si può essere o non essere in accordo alle stesse ma bisogna rispettarle, ma grazie a queste leggi se non ci ammazza il Corona Virus ci ammazzerà la fame e molte piccole aziende e artigiani scompariranno, dal 2021 in poi conteremo i fallimenti e le chiusure delle attività…sposteranno di qualche giorno o mese le tasse da pagare, tanto per buttar fumo negli occhi, ma se non ci sono soldi oggi non ci saranno nemmeno domani e quindi…stanno solo prolungando la nostra agonia…bisogna cambiare il Paese ma stavolta dobbiamo farlo noi richiedendo delle elezioni vere non inciuci di partito come quelli susseguiti in questi anni…lo Stato voleva chiudere tutto ? bene garantisci tutto quello che è sulla costituzione prima di fare un qualcosa del genere perchè oltre ad avere i morti sulla coscienza per mezzo del Corona Virus questa classe politica attuale si porterà sulla coscienza la morte di tanti piccoli imprenditori…viviamo nel più bel paese del mondo…l’ Italia, fatta da un popolo di poeti, di artisti, di eroi, di santi, di pensatori, di scienziati, di navigatori e…di morti di fame grazie ad uno Stato che non ha mai tutelato i propri cittadini!!! Buon proseguimento

  9. Aspetta caro. Le stanno fabbricando. Un pochino di pazienza.

    Ci sono molti speculatori (tuoi concittadini, ma anche altre ditte straniere che ci stanno lucrando sopra).

    Il governo ha assegnato varie commesse a fabbriche che si sono riconvertite proprio per questo, perché forse non tutti lo sanno ma in Italia le fabbriche di mascherine erano davvero pochissime.

    Certo sarà pure vero, come sempre, che ci si può lamentare di tutto ma “voglio SUBITO la mascherina!” perché devo lavorare mi sembra un po’ troppo. Tieni duro comunque e speriamo che arrivino presto.

    • Buongiorno. Piena solidarietà a chi lavora. Vergognoso il modo di porsi Sig. Sal nei confronti di chi è in difficoltà. “Aspetta caro”? Ma che modi sono? Voglio “SUBITO” la mascherina? Ma che pretese! E magari pretendere di fare la spesa, aiutare gli anziani… Che bell’esempio di solidarietà!

      • Tutti stiamo rinunciando a tanto.

        Molti sono già in cassa integrazione (o in ferie coatte) ma non gridano contro il governo per questo. Quando si dice che bisogna essere tutti solidali e fare la propria parte significa anche avere un po’ di pazienza e fare qualche sacrificio.

        Il modo vergognoso dove sarebbe?

        • Non tutti stanno rinunciando.. anzi, i dipendenti pubblici continuano ad intascare senza fare nulla, stando in casa a cazzeggiare in attesa che arrivi lo stipendio erogato dagli italiani Lavoratori che stanno rinunciando a tanto.. oppure hanno un incremento dello stipendio di € 100 per continuare ad andare a scaldare le sedie dell’ufficio…

        • Eh! Certo …facile essere solidali e avere pazienza quando si hanno i soldi…Ma non tutti sono fortunati come lei?

          Ci sono persone che vivono di stipendio s se non lavorano le loro risorse sono limitate…e fino ad ora lo Stato non è che abbia fatto gran che.

          Questo è un grido di dolore che non possiamo prendere alla leggera..

      • Tutta la mia solidarietà. E lasci perdere le critiche di chi non è funzionalmente in grado di capire. In bocca al lupo.

    • Il “voglio SUBITO” è un diritto di chi vuole e deve lavorare per mandare avanti una famiglia, pagare i dipendenti, e pagare le tasse ergo: mazzette ad uno stato assente, indifferente, precario e ladro come il nostro.

      Lei sarà il classico dipendente pubblico, in ferie forzate, che continua ad intascare i soldi grazie a noi, o che continua a fare le orette giornaliere con 100 € mensili in più nelle tasche, ed in quanto tale non ha minimamente idea di ciò che possono provare i lavoratori autonomi, PMI e liberi professionisti.

      Pur vigendo la libertà di manifestare i propri pensieri, spesso sarebbe meglio e più rispettoso tacere..

      • Guardi signora Angela, Lei per il solo fatto di definire “mazzette” la contribuzione fiscale (notoriamente evase proprio dal lavoro autonomo) già si qualifica egregiamente (tralascio il suo tono sprezzante)

        Le ricordo inoltre che, attraverso le tasse, sono i lavoratori dipendenti a mandare avanti questo paese con i pochi servizi che riesce a garantire.

        Io no sarò proprio niente. Quello che so lo vedo ogni hanno da quello che dichiarate pubblicamente nella dichiarazione dei redditi: una miseria.

          • Facendolo prima il prelievo, il sostituto d’imposta, lo paga ogni hanno. E lo so, è un mondo complicato.

        • Buongiorno. Guardi che i lavoratori dipendenti vedono solo una parte delle imposte e trattenute INPS nella loro busta paga. L’altra parte la paga l’imprenditore. E poi ci sono le imposte che non compaiono nelle dichiarazioni dei redditi perchè c’è chi fa da sostituto d’imposta prima, ma le assicuro che vengono pagate.

        • Certo, “notoriamente evase..” mica sono i dipendenti ad evadere eh..?!?!

          Ma poi lei ha idea di cosa vuol davvero evadere? Sa che ci sono imprenditori che, onde evitare di lasciare in mezzo ad una strada padri e madri di famiglia, hanno preferito pagare stipendi e non l’iva?

          Tutti questo negli ultimi anni in cui l’economia stava già in forte declino! Lei lo sa che questi imprenditori sono stati assolti in sede penale? No, che sa lei che non paga nulla, non contribuisce alla ricchezza di questo stato, mangia, beve e si diverte a carico proprio di quelli che lei chiama evasori?

          Quale tono sprezzante? È una bugia che per i dipendenti pubblici, a parte le ferie forzate e pagate sempre con i soldi degli autonomi, imprenditori e liberi professionisti che stanno forzatamente fermi, non sono state previste misure restrittive?

          Lo sa? No.

    • Sal, lei mente sapendo di mentire. Le fabbriche italiane, a pieno regime, produrranno 50 milioni di mascherine, dei 90 necessari per coprire il solo fabbisogno dei pubblici dipendenti e degli operatori del settore medico e ospedaliero. Se J.V. aspetta le mascherine prodotte o comprate dal governo manigoldo, fa in tempo a morire.

  10. L’italia è un paese miserabile, infestato da politici criminali, con elettori disinformati e ingannati.

    E questo è un esempio delle conseguenze.

    Siamo solo all’inizio, per come la vedo io.

    Meglio che vada tutto in ***** e che si ricostruisca tutto.

    Appunto, come dopo una guerra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *