I televirologi in soccorso di Conte: vietato votare

galli ricciardi

Condividi questo articolo


Voi eravate rimasti a quando, per fare politica, serviva solo il permesso dell’Europa e dei mercati. L’Europa ci guarda, i mercati ci giudicano – e ci insegnano come votare. Adesso la trinità è completa: Europa, mercati e virologi. Tanto che, sentito da Adnkronos, Walter Ricciardi ha commentato: “Non ci possiamo permettere una crisi di governo, speriamo rientri”. A Sky tg24, il consulente del ministero della Salute era stato un po’ meno netto, ma altrettanto minatorio: “Spero e credo che quello che sta accadendo non minacci la gestione della pandemia”.

Ieri si era espresso anche l’altro televirologo di regime, l’ex sessantottino Massimo Galli, per l’occasione posseduto dallo spirito di Nicola Zingaretti: “Mi colpisce l’incapacità, non solo” di Matteo Renzi, “di comprendere la gravità del momento e di serrare le fila, di tirare tutti nella stessa direzione per superare la crisi, non di governo, innescata da una pandemia”. Altro che medico: un ventriloquo del Pd.

Qualche giorno prima, lo stesso Galli era intervenuto al grido “non possiamo permettercelo”, questa volta riferito al voto. Già quello per le regionali, secondo il professore del Sacco di Milano, sarebbe costato “qualche migliaia di casi in più”. Addirittura, “non avete idea”, voi ingenuamente allergici alle manovrine di palazzo, dell’inutile tributo umano pagato dagli Stati Uniti allo stanco rito politico, che sono le elezioni. Direbbe Ricciardi – che l’ha detto già tante volte: “Fare come la Cina”.

Perché la democrazia, a un po’ di gente, aveva già rotto le scatole prima. L’Italia vanta persino ex premier secondo i quali, il vantaggio della suddetta Ue, sarebbe che le sue istituzioni sono “al riparo dal processo elettorale”. Figuratevi come la nostra élite possa considerare, in tempi di pandemia, l’idea che chi governa debba passare dal vaglio delle urne. Specialmente se, con il voto, si corrono due rischi: primo, che un sacco di scaldapoltrone in quota M5s, Italia viva e Pd debbano trovarsi un lavoro vero; secondo, che le elezioni le vinca la destra. Sarebbe inaccettabile.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


32 Commenti

Scrivi un commento
  1. Vaccino Comirnaty.
    Questo é il prodotto che stanno iniettando agli europei senza studi su uomo, come vedete dalla risposta del Commissario Europeo che testuale riporto, resa a richiesta specifica di European Consumers:
    <<…Desideriamo chiarire che le informazioni dell’Unione Europea sul prodotto Comirnaty includono la seguente affermazione nella sezione 4.6 Fertilità, gravidanza e allattamento: « Gli studi sugli animali non indicano effetti dannosi diretti o indiretti di tossicità riproduttiva».
    ANIMALI chiaro?
    Solo ANIMALI.
    NESSUNO STUDIO CLINICO SU UOMO!
    Ragazzi ma vi svegliate o no?
    Siamo animali?
    Zero studi specie specifici.

  2. Politici avvertiti: chi impone vaccini obbligatori finisce alla Corte dell’Aja.

    Ne abbiamo parlato con l’avvocato cagliaritano Francesco Scifo, esperto di diritto europeo, di diritti umani e patrocinante in Cassazione (da giovane si è fatto le ossa con le difese d’ufficio in Cassazione).

    “Lei ha twittato di recente ‘Il vaccino è sperimentale, quindi, chi ne favorisce l’obbligo di assunzione, finisce dritto davanti al Tribunale penale internazionale per violazione del divieto di sperimentazione sull’uomo’. Può spiegarci cosa intende?”

    https://www.imolaoggi.it/2020/12/19/politici-avvertiti-chi-impone-vaccini-obbligatori-finisce-alla-corte-dellaja/

    Vaccino x covid 19 non approvato.

    WHAT IS THE PFIZER-BIONTECH COVID-19 VACCINE?
    The Pfizer-BioNTech COVID-19 Vaccine is an unapproved vaccine that may prevent
    COVID-19. There is no FDA-approved vaccine to prevent COVID-19.

    https://twitter.com/FabioFranchi1/status/1340951266659319808
    https://www.fda.gov/media/144414/download

  3. Certi personaggi andrebbero banditi a vita dalla tv e magari anche querelati vista l’angoscia che provocano ogni volta che aprono bocca. E anche di questo governo, in un modo o nell’altro, bisogna liberarsene. Ma se anche si potesse andare a votare in un tempo ragionevole, a chi ci si potrebbe affidare per avere una gestione diversa dell’epidemia, che abbia più riguardo per i diritti costituzionali? Non certo a chi sta all’opposizione, che è troppo accondiscendente e quindi fondamentalmente complice. A me viene in mente solo Sgarbi…mi sembra l’unico che in Parlamento abbia attaccato con coerenza e anche con la violenza verbale necessaria la gestione dell’attuale governo. Se tutti i parlamentari d’opposizione lo avessero imitato oggi forse la situazione sarebbe migliore. Invece…

  4. @Luca Beltrame nel mio ultimo post devo aver premuto qualcosa che escludeva il tasto (rispondi) me ne scuso… la sua eventuale risposta e` gradita.
    @Luca Beltrame… E` un Mondo difficile… Io cerco di informarmi a 360 gradi, faccio un po’ appello alla mia cultura (poca) e vicino allo zero sui Virus e Vaccini… Cerco di usare la mia ragione… da metalmeccanico (elettrotecnico) quando sento che nel campo dei no/free/VAX dire che il virus non esiste o liberi tutti non prendiamo alcuna misura perché il virus non esiste, sento di un variegato mondo “nero” che vuole cavalcare il malessere per prendere il potere cavalcando anche “personaggi” che voglio credere in buona fede come Montanari ecc parlare di nanoparticelle metalli pesanti (alluminio ecc) che ti innietterebbero con il vaccino e io a fargli presente che ne ingeriamo molto di più quotidianamente bevendo mangiando respirando… e loro a dire no… Che inniettandolo e` molto peggio… E che con il vaccino ti innietterebbero un microchip che andrebbe al cervello e io a dirgli che (da elettrotecnico) di un microchip che passa attraverso un ago non ho mai sentito parlare ecc ecc
    Capisce che sull’empatia di Galli io sorvoli…
    Non credo ci sia una Spectre che dirige l’orchestra credo che come in un gioco che si faceva da piccoli… La scossa… Una fila di bimbi… Il primo muoveva il braccio e a seguire tutti gli altri… la paura di trasmette e la ragione fa fatica ad arrestarla… E i bimbi come gli Stati erano uno diverso dall’altro… E Montanari… E` entrato anche in casa mia… la mia dolce meta` … Concludo con W la Svezia con qualche dubbio e riserva… tenga sempre conto che i miei studi si sono fermati all’IPSIA… ho la mia storia la mia colorazione politica e ho i dati e le voci che mi e` possibile raccogliere… E traggo da quelle le mie conclusioni… Ho fiducia che questo Governo o Presidenti di Regione di cdx e no e gli altri Paesi tutti in buona fede fanno quello che ritengono meglio anche sbagliando ma non sono dei, sono uomini.

  5. @Barbara @Gianluca @Angela2
    Per non vederli cambiate canale, sentirli cambiate stazione radio, leggerli girate pagina.
    Pensare che gli “altri” siano solo brutti e cattivi offende la vostra intelligenza.
    A PROPOSITO DI GALLI COSI` SI E` ESPRESSO VITTORIO FELTRI:
    Presento qui un infettivologo o virologo – non ho ancora appurato la differenza tra le due qualifiche – che ammiro e dalle cui labbra pendo come un bambino. Poiché il professor Massimo Galli è manifestamente di sinistra, non rinnega il 68 cui partecipò a 17 anni, questa mia predilezione stupirà i cretini. Pazienza. Reggerò i colpi del loro astio, cui sono abituato. Ma dev’ esserci abituato anche quest’ uomo. È facile metterlo nel mazzo dei virologi da combattimento, ostinatamente in tivù, e perciò fiocinabile come i pavoni usciti di gabbia e saltati sui trespoli dei talk-show grazie alla pandemia. Con costoro Galli non ha in comune neppure una piuma. In tivù e sui giornali esercita il ruolo di Cassandra, non perché gli piace la parte in commedia, ma perché gli preme dentro il dovere di non transigere sulla verità. Ad un certo punto, a chi gli rinfacciava come terroristica la sua furia contro il rilassamento da parte di ministri e persino medici, con il seguito ovvio della gente comune, ha tagliato corto: «Con il Covid non ci possono essere trattative».

    A me ricorda la dirittura morale di un Seneca, non c’è nulla che valga più delle sue convinzioni e dei suoi affetti, non c’è nulla che sia in vendita della coscienza e delle di lei propaggini, tra cui la sua faccia. Non la atteggia mai. Quella è e quella tenetevi. Il tipo è così. Non gli riesce proprio di zuccherare le proprie gote per accattivarsi il pubblico. Non ha libri da vendere. Ha rifiutato e persino schifa la proposta di compensi per le sue apparizioni televisive: di mestiere non è un opinionista, non fornisce pareri da dilettante. Sa che ***** brucia, e ***** è anche la sua casa, ci abita gente che ama: la figlia 35enne, studiosa come lui, ma in settore umanistico (la madre da cui è divorziato è una insegnante di chimica alle superiori), pochi amici, i suoi allievi cui si manifesta con un carattere solido e tosto. Un cagnetto adorabile. Dopo di che, non si scherza, anche se conosce l’arte della battuta (ad una giornalista, che in marzo gli mise il microfono sotto il naso e gli domandava i rischi di contagio per lui in quanto medico, rispose: «L’essere intervistato»).

    Parla con autorità. È contro le mezze porzioni, le porte girevoli da grand hotel per far entrare e uscire la gente a braccetto del virus: «Avete presente Alien? Adesso l’abbiamo imprigionato. Ma se lo rimettiamo in libertà potrebbe succedere di tutto». Diceva così in tempi non sospetti. Maledizione, aveva ragione. Sa quello che dice: è il primo della classe nella ricerca (è diventato prima ordinario in Università che primario; in luglio ha prodotto con altri scienziati lombardi uno studio sul genoma del coronavirus in Italia), ma a differenza di altre teste d’uovo fa anche il giro in corsia dai suoi malati.

    IL CURRICULUM
    Insegna, ricerca e cura. È direttore della struttura complessa di Malattie Infettive 3 dell’Ospedale Luigi Sacco (un gioiello di caratura internazionale) e fino al 30 settembre è stato anche direttore del dipartimento universitario di Scienze Biomediche e Cliniche del medesimo Sacco. Non fa il diplomatico, non aspira a nomine. Davanti ai Dpcm contorti e irrazionali del governo, ne ha censurato i ritardi e le magagne. In questo fregandosene della sua predilezione per la sinistra. Non ha il paraocchi. Ha condiviso ed elogiato le decisioni di Luca Zaia in Veneto, ovvio per lui: siccome è bravo, lo dice. Paolo Mieli – conoscendo le sue opinioni politiche – stava ricamandoci sopra a La7. Al che Galli ha risposto: «Per Zaia ho simpatia, gli faccio i complimenti, ma non lo voterei, ho una storia troppo diversa dalla sua». Come dicevano i vecchi di una volta: «La idea!». Pochi giorni fa ha denunciato il pericolo imminente, dopo il Covid, di una nuova epidemia «causata da germi multiresistenti». Prima va saltato l’ostacolo attuale: il Covid. E per questo ha strapazzato i giovani incoscienti o chi è convinto di sfangarsela con poco. «Per definizione è una malattia infettiva data da un virus invisibile: la vedi quando ce l’hai, la vedi quando ce l’ha qualcuno dei tuoi cari. Sono anche così amareggiato, stanco di dover consolare l’inconsolabile, cioè quelle persone che sanno di aver portato l’infezione a casa, a genitori o nonni che magari sono andati all’altro mondo. Temo che su tutta questa vicenda si sia ancora molto lontani dall’aver acquisito una robusta comprensione di quella che è la sua realtà» (Accordi&Disaccordi, sul Nove).

    Non ha esitato in diretta tivù a dire di aver paura per sé stesso. In questi giorni però, avendo percepito il rumore dei Tir che si stanno scaldando in Belgio per portare le fiale di vaccino Pfizer-Biontech in Italia, gli si è sollevato il labbro in un sorriso. Sarà tra i primi a farsi vaccinare domenica 27. Ma non si accontenta della sua testimonianza personale. La dice tutta: «Medici e infermieri devono fare il vaccino anti-Covid. Chi opera in campo sanitario e si rifiuta, deve cambiare mestiere. Non è un gesto eroico, ma un atto dovuto», ha sottolineato.
    FUORICLASSE
    Non so se lo vedremo con il camice. Non se lo mette mai. Non si è mai fatto filmare con il volto scombinato dalla fatica fuori dal reparto. Si lava, si incravatta, si profuma. I fuoriclasse, hanno l’attitudine a trascendere il loro orto. Non si trincerano dietro un linguaggio gergale, ripudiano i tecnicismi dietro cui si rifugiano gli scienziati che si esauriscono nei calcoli. Personalità di questo livello costruiscono la loro scienza sul terreno fertile dell’umanesimo (Umberto Veronesi docet, anzi purtroppo docebat). Come avrete forse capito da certi particolari sono onorato di poterlo frequentare. E lì ho compreso che di virus di oggi e di quelli di migliaia d’anni fa, di pestilenze e vaccini sa proprio tutto. Si è immedesimato con i medici di Manchester travolta dal colera nel 1832, e così via.

    Mi ha colpito quel che mi ha raccontato dei suoi studi sulla pandemie, una apparente divagazione. Etimologicamente pandemia viene dal greco pandémos, composto di pan «tutto» e démos «popolo». Che appartiene a tutti. Nel mondo classico, era epiteto di Eros e di Afrodite, in quanto divinità dell’amore sessuale. Pandemia stava per prostituta. Casa pandemia era un modo elegante di dire bordello. Poi ci si stupisce se l’Italia va a puttane (ma questa è roba mia, il professore non c’entra).

    • Insisto che Galli dovrebbe almeno mostrare un po’ di empatia, invece di predire solo morte e distruzione. Dovrebbe spingere sulle vaccinazioni, non sui comportamenti “corrotti” della popolazione ignorante.

      Lo si vuole capire dopo un anno di chiusure che qui non si può andare avanti così anche solo per una questione di salute mentale?

      • @Luca Beltrame Ho un bimbo piccolo e un unica televisione e il telecomando e` nelle sue mani di conseguenza non vedo spesso ne` Galli ne` altri ne`chi gli e` avverso con empatia o no… Cmq non credo Galli sia il direttore d’orchestra, sara`forse il primo violino, cmq e` sufficiente cambiare canale e non mi sembra non ci sia spazio per chi la pensa diversamente (Zangrillo per cui il Virus era Clinicamente morto) e altri che adesso mi sfuggono… (ci sono molti personaggi dei cartoni animati che si accavallano) .
        Ora grazie anche a lei io sarei/sarei stato per seguire il modello Svezia seppur con qualche riserva e dubbi che la stessa Svezia ho capito ultimamente ha… Ma l’Italia non e` stata la sola a non seguirla e il governo svedese e` di csx… Ma nessuno Paese l’ha seguita e alcuni Paesi e Regioni di cdx hanno innasprito le misure prese dai giallorossi…
        Io ho fiducia in lei ma se non va a dirigere l’orchestra o sostituire il primo violino o a suonare il piano… in questo circuito “underground” serve a poco.
        Grazie per tutto e Buongiorno.

        • > canale e non mi sembra non ci sia spazio per chi la pensa diversamente (Zangrillo per cui il Virus era Clinicamente morto)

          Non la biasimo, perché lei non ha visto quel che è successo all’estero sia sui giornali sia nei circoli accademici.

          Editorialisti del Guardian ed anche altrove hanno di fatto chiesto di “silenziare” le voci che sono fuori dal coro (e questo include sia le estremiste, sia quelle più moderate), rieccheggiati anche, purtroppo, da istituzioni un tempo nobili come la Royal Society.

          E non è una cosa solo teorica. La Dr.ssa Gabriela Gomes, una delle firmatarie della “Dichiarazione di Great Barrington”, praticamente non è più in grado di lavorare perché la politica non le permette più di fare ricerca.

          La Dr.ssa Gomes non è una pazza come Icke, il folle che pensa al legame tra coronavirus e 5G. Ha delle idee diverse: condivisibili o meno, rientrano nel dibattito civile e scientifico. Ma bollarla come “pericolosa” (al punto che le fonti ufficiali si contraddicono sull’immunità di gregge, ma questo è un altro discorso) ed impedirle di lavorare è eccessivo (e la stessa Gomes ha fatto intendere che se si beccasse il virus, rifiuterebbe di farsi ventilare: questo è il livello di disperazione a cui è arrivata).

          Come vede si rischia parecchio in questo mondo super-politicizzato. Se non si hanno le spalle enormi (Bassetti e Zangrillo sono ben coperti in questo senso) uno può rimetterci la carriera ed anche il lavoro in toto.

          Quanto a Galli…. le cito solo che diceva che:

          – La riduzione dei posti occupati in terapia intensiva “non significa nulla”;
          – Che forse il vaccino non sarebbe mai arrivato (due ore prima dell’annuncio di Pfizer);
          – Che la colpa della salita dei casi ad ottobre è dovuta a Ferragosto (non c’è alcun nesso causale).

          > Io ho fiducia in lei ma se non va a dirigere l’orchestra o sostituire il primo violino o a suonare il piano

          Come le ho scritto sopra, purtroppo essendo un perfetto signor nessuno (per scelta non ho mai voluto “fare carriera”) ho solo moltissimo da perderci.

          • Una volta c’era il parroco che nelle prediche domenicali terrorizzava i fedeli con truculente descrizioni dell’inferno che aspettava i peccatori; adesso a messa non ci vanno più che quattro gatti, le descrizioni dell’inferno coi pentoloni di pus bollente in cui torturare i dannati non terrorizzano più nessuno, e allora, per riempire il vuoto, è arrivato Galli.

          • @Luca Beltrame… E` un Mondo difficile… Io cerco di informarmi a 360 gradi, faccio un po’ appello alla mia cultura (poca) e vicino allo zero sui Virus e Vaccini… Cerco di usare la mia ragione… da metalmeccanico (elettrotecnico) quando sento che nel campo dei no/free/VAX dire che il virus non esiste o liberi tutti non prendiamo alcuna misura perché il virus non esiste, sento di un variegato mondo “nero” che vuole cavalcare il malessere per prendere il potere cavalcando anche “personaggi” che voglio credere in buona fede come Montanari ecc parlare di nanoparticelle metalli pesanti (alluminio ecc) che ti innietterebbero con il vaccino e io a fargli presente che ne ingeriamo molto di più quotidianamente bevendo mangiando respirando… e loro a dire no… Che inniettandolo e` molto peggio… E che con il vaccino ti innietterebbero un microchip che andrebbe al cervello e io a dirgli che (da elettrotecnico) di un microchip che passa attraverso un ago non ho mai sentito parlare ecc ecc
            Capisce che sull’empatia di Galli io sorvoli…
            Non credo ci sia una Spectre che dirige l’orchestra credo che come in un gioco che si faceva da piccoli… La scossa… Una fila di bimbi… Il primo muoveva il braccio e a seguire tutti gli altri… la paura di trasmette e la ragione fa fatica ad arrestarla… E i bimbi come gli Stati erano uno diverso dall’altro… E Montanari… E` entrato anche in casa mia… la mia dolce meta` … Concludo con W la Svezia con qualche dubbio e riserva… tenga sempre conto che i miei studi si sono fermati all’IPSIA… ho la mia storia la mia colorazione politica e ho i dati e le voci che mi e` possibile raccogliere… E traggo da quelle le mie conclusioni… Ho fiducia che questo Governo o Presidenti di Regione di cdx e no e gli altri Paesi tutti in buona fede fanno quello che ritengono meglio anche sbagliando ma non sono dei sono uomini.

    • Posso ben comprendere gli elogi che fa nei confronti del prof.Galli.Quello che non riesco a capire perché lo stesso si atteggia con troppa autorità nei confronti del governo,del quale non fa parte e con quale diritto va in Tv a profetizzare sciagure,morte e distruzione facendo chiudere a riccio le persone impaurite,soprattutto le fasce più deboli e condizionabili.
      Io spero che uno dei profeti minori della Bibbia non si sia incarnato nel corpo di Galli oppure il consiglio più spassionato è quello di buttare la sfera di cristallo,alla quale si affida spesso,che non predice nulla.
      Lo stesso vale per l’emerito prof.Ricciardi(suo pari) membro del Cts che sembra profetizzare fosse comuni in California visto che non trovano più legna per costruire le bare.
      Se questi luminari le sembrano persone assennate faccia lei…

  6. Solo un processo tipo Norimberga con esponenti PD e 5* convocati x spiegare la morte di 100.000 italiani senza piano pandemico gestiti da 5 governi di sinistra…quanti da condannare per pareggiare i conti?

  7. Questi sono virussologi, cioè risplendono della luce del virus, se finisce loro tornano nell anonimato
    Ma che si goderssero tutti i soldi guadagnati e si togliessero dal …..

  8. Riccardo racconta la sanità del Lazio. In Lombardia, grazie alle convenzioni col privato che non hanno sballato mai i bilanci, per una mammografia fatta prima del covid ho atteso 28 giorni non pagando nulla perché ultra65enne. Qualcuno lo vuole dire?

    • @Franca Lei si limita a osservare i risultati di una politica che favorisce il privato e penalizza il pubblica… Si informi… potrà non piacerle la campana ma lei ci provi a sentirla, sull’argomento la campana di Vittorio Agnoletto… Sul suo Blog.

  9. Lo sanno che, finita la pandemia, finita la pacchia e quindi si preparano a scendere in campo, come del resto ha fatto il precursore Lopalco, attuale assessore di Emiliano. Vale la pena sottolineare che eventuali elezioni anticipate si terrebbero nel mese di giugno, quasi estate, porte aperte, finestre aperte, tutti vaccinati (forse), virus debellato da sei mesi di chiusure…

    • Gianlu’.. FINITA LA PANDEMIA ,
      FINITA LA PACCHIA ???
      ————————
      Mi costringi a fare il retorico e se vuoi pure il naiv per quello che ti sto per dire.
      La malvagita’ , il cinismo del genere umano sono noti dalla notte dei tempi, vedi Caino.
      Siccome su questo presumo saremo d’accordo tu ci racconti insomma che con la pandemia si sarebbe concretizzata una sorta di fattispecie di quanto sopra , appunto mslvagita’ e cinismo.
      Per te , cioe’ , l’Italia sarebbe uno scenario dove si muovono degli uomini che arrivano a considerare la morte di 80.000 loro concittadini come una*** PACCHIA *** , ovvero una opportunita’ di potere , gloria e danaro.
      Mi sono permesso di sviluppare quanto tu hai affermato anche con un numero volutamente eccessivo di parole affinche’ nel frattempo tu ti rendessi conto della castroneria ( eufemismo ) che hai detto.
      Penso peraltro inutilmente di fronte all’assurdo cinismo che stavolta tu hai mostrato di avere.
      Ma non ci fare caso , ti ha parlato solo un povero fesso che ha più fiducia di te nel genere umano , nel caso piu’ precisamente nella stirpe italica e a prescindere da qualsiasi colore.
      Fesso puo’ essere , ma basito di sicuro.

      • Ottima autoanalisi, ti quoto. Pacchia per chi, dopo anni di anonimato (i virologi sono sempre stati l’ultima ruota del carro negli ospedali) si ritrova a recitare la parte del luminare, pur non capendoci un tubo di Covid. Invitati da mane a sera a presenziare a programmi tv, perennemente sui giornali e con la prospettiva di fare carriera politica, questa è la loro pacchia e la nostra dannazione. Come avvocato del popolo vali Giuseppe Conte.

        • Gianlu’…se , se vabbe’…bello il coupe de theatre finale con l’avvocato Conte.
          Rimane intatta la ” chicca ”
          ..80.000 morti = PACCHIA.

          • Al solito te le canti e te le suoni, l’unica sarebbe ribattere finchè non terminano i “rispondi” ma ora vado a dormire, buonanotte.

    • Temo anch’io che lei abbia ragione.
      Temo molto di più se ciò (come inizio a pensare) sia fortemente voluto, se c’è dietro un disegno.

      La prova ? Basta che entro un mese saltino fuori la variante paraguaiana o quella americana o quella all’amatriciana o quella alla vaccinara.

      • Non credo più a nessuna variante virale.La sola variabile è la chiusura coatta degli esercizi pubblici e privati stop and go!

  10. Con troppi Galli a cantare non si fa mai giorno.
    Togliete loro gli stipendi e spariranno dalla televisione.
    Non hanno ancora capito che il Sessantotto è finito e bisogna tornare a lavorare… e ha studiare. Serve un vaccino per salvare l’economia.

  11. Bisogna però riconoscere, cari elettori di cdx, che le regioni governate dal cdx sono attualmente le più dure sulle zone rosse.
    Vedasi Musumeci e Zaia.
    L’opposizione sul covid non ha idee sotanzialmente differenti.
    In altri termini è contraria al governo attuale solo perchè governa da far schifo.
    Ma non parla mai di aperture.

    Il lockdown impera. A destra e a manca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *