Il governo “europeista” prende solo schiaffi dall’Europa

conte gualtieri

Condividi questo articolo


Roberto Gualtieri, nella conferenza stampa di ieri, sembrava un sequestrato che legge il comunicato preparato dai suoi rapitori. Ci ha provato, il ministro dell’Economia, a venderci come un successo dell’Italia il negoziato sul Mes. Intanto, Mario Centeno, capo dell’Eurogruppo, lo smentiva impietosamente, ripetendo fino alla nausea che le trattative sono chiuse, che il rinvio al 2020 non significa spazio per emendamenti. Al massimo, si potranno limare i dettagli tecnici. Restano invece tutti i punti controversi del salva-Stati, quelli che fanno tremare anche autorevoli economisti progressisti, i quali hanno persino firmato un appello di Micromega contro il meccanismo che le crisi, anziché combatterle, potrebbe innescarle. Restano persino le modifiche alle clausole che servivano ad allontanare ipotesi di ristrutturazione del debito pubblico.

Per semplificare brutalmente: i cambiamenti facilitano il panico sui mercati e il depauperamento dei risparmiatori italiani. È finita l’era in cui, se ritrovavi i buoni del Tesoro nell’armadio della zia, potevi sperare di diventare ricco. Non c’è che dire: un vero trionfo, per il governo amico dell’Europa. Europa nella quale abbiamo persino collocato un commissario all’Economia italiano, benvoluto dagli autocrati di Bruxelles.

Ma come? Non ci era stato detto che i sovranisti ci avevano isolato, che fare i riottosi ci rendeva più deboli, che anziché arrivare sempre ai ferri corti con l’Ue, dovevamo chinare il capo e chiedere misericordia? Non ci era stato detto che serviva un governo europeista per ammorbidire l’Europa?

Alla fine, la flessibilità per la manovra giallorossa è paragonabile al margine ottenuto dal Conte 1, quando la manovra l’ha scritta pure la Lega. Il Mes ce lo teniamo così com’è. La «logica di pacchetto», invocata dal premier, rischia di trasformarsi in una logica del «pacco»: l’unione bancaria alla tedesca minaccia di essere un massacro per il nostro sistema creditizio. Per digerire una fregatura, imploriamo che ce ne diano anche un’altra. E persino sui migranti, la love story dell’esecutivo con Bruxelles non ha prodotto risultati apprezzabili.


Condividi questo articolo


6 Commenti

Scrivi un commento
  1. La Germania perde parecchio, la Francia anche e per salvarsi si inventano il Mes.

    A loro insindacabile giudizio la distribuzione degli aiuti e mentre loro si dividono il piatto noi gli serviamo le pietanze e stringiamo la cinta. Non è carino.

  2. Il MES è inaccettabile perché non è ancora chiaro quali siano i contenuti di tale riforma.
    Chi convaliderebbe un accordo al buio? Di massima esistono due linee di credito una per chi ha un rapporto debito/pil sotto il 60% e una seconda per chi è sopra.
    Nella seconda ipotesi il prestito è accordato solo se approvato dalla commissione UE e sono la Francia e la Germania a decidere a chi darli (inutile dire che prima si aiutano loro stessi).
    L’italia entra come terzo contribuente (Paga il 17,9%) del totale, ma abbiamo un rapporto debito/pil di 134,8 quindi ad eventuali aiuti non ci pensiamo, tra l’altro non siamo neanche chiamati a presenziare alle trattative con la Libia.
    L’ultimo schiaffo UE la quale afferma che il cibo italiano fa male.
    In altre parole gli italiani pagano per ottenere i calcioni nel fondo schiena.

  3. Bisogna essere stupidi o in malafede per sostenere che il MES va “emendato” prima di firmarlo.Il rinvio non servirà ad altro che a convincere i “cinque stelle”. Non vi è nulla da emendare, va semplicemente respinto in blocco: bisognerebbe chiedere, a chi lo ha ideato, quali sono i motivi per i quali è stato proposto. Non credo sia una richiesta assurda; sospetto che sia una trovata dei krukki per far pagare ad altri il salvataggio delle loro banche, e, con l’occasione, stringere il laccio intorno al collo dei paesi cicala (Italia in primis).

  4. Certo che Giuseppi…potevano anche farlo partecipare…per quel che conta!!!…il problema è che del voltagabbana no si fidano neppure coloro che lo hanno messo a capo del Consiglio…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  5. E intanto Macron anticipa su scala nazionale quello che sarà “necessario” conseguenza di governanti codardi, fare anche negli altri Stati… la fine delle casse previdenziali che prima verranno unificate per poi essere spolpate da gestioni finanziarie pazze, ma in Italia e non solo le Casse sono già nella gestione pazza finanziaria.
    Il Fondomonetario Salva Stati è l’ennesima trappola, indipendentemente dalle clausole che a favore si portino a casa.
    Io la definirei Tecnica a Tenaglia, se smobilizzi/investi sul pubblico finisci nelle fauci del mercato finanziario se smobilizzi sul privato idem.
    Come se ne esce?
    ma la domanda sarebbe tutt’altra, c’è qualcuno che ne vorrebbe uscire?
    Una canzone di qualche tempo fà dice che: “nessuno vuole più essere Robin… sottinteso Hood”
    La banalità direbbe:” che devi togliere la tenaglia dalla mano che la tiene”, ma a quel punto è solo sostituire un soggetto x con uno y…
    Se l’Italia riuscisse a girare la tenglia a porprio favore , si sotituirebbe al carnefice attuale, non impedendo il “massacro”.
    Rompere la Tenaglia , forzare il sistema a esplodere? Altra carneficina garantita?
    Di fatto ciò che l’Europa fà è rendere una lenta agonia il suo “morire” ripiegata su se stessa.
    I derivati sono la leva per invertire la tenaglia contro lo spargitore e potrebbe rivelarsi un effetto domino planetario, compresa Cina.
    Ma sarebbe rispondere ad un nuovo ordine/disordine mondiale con un altro ordine/disordine mondiale.?
    men che mai chiedere alle Multinazionali di parcellizzare le loro attività, gli crollerebbe il gioco dei derivati che non solo hanno come sottostante i titoli delle stesse ma anche quelli che si indorsano per trucchi contabili.
    Quindi l’antidoto/vaccino sembrerebbe quello che usa la FED stampare all’infinito moneta( lo ha fatto anche negli ultimi giorni sotto quasi il totale silenzio stampa) finchè il coin virtuale non finirà per sostituirla del tutto?
    L’aspetto più terrficante è che le nuove imprese nascono già, ( joint ventur) indebitate, in quanto vengono finanziate sul nascere dalla immediata quotazione nel mercato finanziario.
    Non và meglio con i cosidetti “paradisi Fiscali” ove la più o meno lecita triangolazioni di capitali, viengono reintrodotti nella torcia al plasma con più o meno sofisticati sistemi finanziari.
    Ai miei tempi da piccola serva della finanza nel settore i capoccioni dicevano che le aziende decotte o ad altissimo rischio di fallimento entravano in quotazione per raccimolare capitali/liquidità che però reinvestivano nel reale, oggi il buyback è la regola preminente… e quando il mercato ha fame di liquidità Fitch e consociate spremono la macchina pubblica ed il risparmio dei cittadini per farlo bruciare.
    I Fondi” pubblici” statali, tra stati, internazionali sono una leva benedetta dal mercato finanziario, molta liquidità, miliardi, che si moltiplicano e se và male paga sempre pantalone e spesso và male più di quando si pubblichi “ufficialmente”.

  6. La sinistra ha spacciato per anni una colossale menzogna. Secondo il PD & Co. era assolutamente necessario adeguarci senza fiatare a decisioni già prese nei piani alti della politica europea, pena l’ostracismo. Una pazzia che fa strame dell’idea stessa di democrazia. La Lega ha osato votare contro la nomina di von der Leyen, anatema! Non si fa, guai! Dobbiamo perennemente restare al traino dell’asse franco-tedesco, oppure… che succede? Questa UE è impastata di egoismi, colpi bassi, atteggiamenti punitivi, ditini alzati dei vari Moscovici, Dombrovskis, paturnie di Juncker in stato di ebbrezza. Il 28 maggio 2018, il Commissario europeo al bilancio, il tedesco Günther Oettinger, dichiarava alla rete televisiva Deutsche Welle, che trasmette in tutto il mondo, “I mercati e un outlook negativo insegneranno agli italiani a non votare per i partiti populisti alle prossime elezioni”. Questo modello di UE è fallimentare, tradisce il pensiero dei padri fondatori e, per quanto mi riguarda, va cambiato radicalmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *