in

Il Gruppo Fs investe su giovani e donne

Dimensioni testo

Dopo la massima attenzione alla sicurezza dei dipendenti e dei viaggiatori durante e dopo l’emergenza da Covid-19, anche grazie a investimenti specifici e una massiccia campagna di informazione, il Gruppo Fs lancia un altro segnale di attenzione alle sue risorse umane, uno degli asset più preziosi dell’azienda, e allo sviluppo sostenibile. Nei giorni scorsi l’amministratore delegato di FS Italiane, Gianfranco Battisti, ha infatti incontrato giovani dipendenti, appartenenti a diverse famiglie professionali, in rappresentanza di tutte le società del Gruppo per valorizzare e incentivare percorsi di sviluppo sostenibile. Di questi, circa la metà sono donne, perché la diversity & inclusion è tra i principi cardine di FS Italiane. Proprio Battisti è Ambasciatore Europeo per la diversità, nominato dalla commissaria europea ai Trasporti Violeta Bulc.

“Sostenibilità, innovazione e digitalizzazione a supporto delle infrastrutture nel nostro Paese e anche all’estero. È la base per i prossimi anni su cui stiamo costruendo, insieme ai nostri giovani, il nuovo modello di business secondo il paradigma di share value di Gruppo intendendo per esso la creazione e la redistribuzione di valore nel lungo termine”, ha spiegato Battisti nel corso dell’incontro tenutosi nell’auditorium della sede storica del Gruppo FS di villa Patrizi a Roma. “Negli ultimi due anni FS Italiane ha raggiunto i migliori risultati della sua storia. Abbiamo generato valore condiviso per 10,4 miliardi di euro nel nostro Paese. Vogliamo creare le condizioni di sviluppo e accessibilità laddove c’è più bisogno”, ha spiegato il topmanager alla platea. Un’occasione nella quale ognuno ha proposto una parola chiave per progettare il futuro dell’azienda, dando così vita a un vero e proprio dialogo interattivo e costruttivo. In particolare, i ragazzi hanno individuato delle parole chiave che, una volta proiettate su un maxischermo hanno formato una nuvola di valori che delinea la vision di sviluppo “verde” del Gruppo in una sorta di patto condiviso tra giovani e management. Ecco le parole chiave: #Innovazione, #Integrazione, #Sostenibilità, #MadeInItaly, #ContinuousAuditing, #LavoroDiSquadra, #OsmosiDelleIdee e #Integrated&SharingMobility. Ovvero – come ha ricordato lo stesso Battisti – le nuove scelte di governance aziendale, secondo il principio di trasparenza e in linea con i 17 Sustainable Development Goals dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite a cui il Gruppo FS aderisce. Partendo dalle persone, dalle donne, dalla ricchezza di esperienze e valori diversi, e dai giovani, i veri motori del cambiamento, per innovare il modello di business e costruire il Paese del futuro.

L’incontro, dal titolo #lePersoneEilFare, è stato inoltre l’occasione per presentare railpost.it, un nuovo blog di racconti, esperienze, progetti con un cambiamento sostanziale: dallo story telling, che punta semplicemente ad attrarre e a vendere, allo story doing che vede protagonista chi fa, proponendolo come narratore del suo stesso fare.

Ascolto, interlocuzione e condivisione di obiettivi sono alla base dell’approccio che il Gruppo FS Italiane adotta, parlando ai giovani talentuosi, di discontinuità, approccio sistemico e pensiero laterale ma soprattutto di passione, mirato alla formazione di una nuova generazione di green manager del futuro.