in

Il lockdown esiste ormai solo in Europa

lockdown europa
lockdown europa

Dimensioni testo

di Paolo Becchi e Giovanni Zibordi

Ieri c’è stata la Convenzione del partito Repubblicano e il governatore della Florida, di nome De Santis, senza mascherina come quasi tutti gli altri partecipanti ha dichiarato: “Noi in Florida abbiano tenuto aperto e gli Stati che hanno fatto lockdown hanno avuto torto” e ha snocciolato le statistiche dei decessi e degli ospedalizzati confrontando il suo Stato con altri come New Jersey, Massachusetts, New York o anche California dove i democratici hanno fatto lockdown “all’italiana”.

Il partito unico del lockdown

De Santis e parecchi altri politici repubblicani non parlano quindi come Zaia in Veneto, Fontana in Lombardia e senza fare altri nomi i politici italiani “affini” ai repubblicani, cioè populisti o di centrodestra che dir si voglia. In Italia finora c’è stato in pratica un unico partito del lockdown, con diverse sfumature, e questa prassi “maoista” importata da Wuhan per la prima volta nella storia dell’Occidente moderno è accettata da quasi tutte le figure pubbliche in politica e anche nei media.

Usa, Stati “chiusi” e “aperti” con stessa mortalità

In America esistono invece due partiti anche sulla questione del lockdown, chi lo impone e lo giustifica sempre e chi lo adotta il meno possibile e lo critica. Del secondo partito faceva parte anche il Presidente Trump e tante personalità note, ultimo il più famoso giocatore di football americano Tom Brady che al SuperBowl è arrivato e uscito sempre senza mascherina infischiandosene del fatto che le autorità sportive la raccomandano (ma non si viene multati se non la si porta).

Dato che l’America ha tanti Stati, alcuni a clima freddo e altri caldo, alcuni molto popolati e altri poco e quelli senza lockdown sono in entrambe le tipologie, se il lockdown fosse utile si vedrebbero più decessi e ospedalizzati negli Stati repubblicani dove la gente gira senza mascherina.

Ma come ha rivendicato ieri De Santis non è così, quando si provano a fare confronti tra gli Stati americani “chiusi” e “aperti” in termini di mortalità non si trovano differenze o addirittura in diversi casi ne escono meglio quelli aperti come la Florida. Anzi, dagli studi comparativi sui paesi che hanno adottato le misure “non sanitarie” (cioè non terapie, ma distanziamento) come quello di John Ioannidis, che abbiamo citato nel nostro precedente articolo, risulta che il lockdown non riduce la mortalità.

Molti hanno l’impressione vedendo le notizie che arrivano da New York che siano come noi ma non è così. In Italia non si cita mai e poi mai il fatto che un terzo circa degli Stati americani siano senza restrizioni e senza anche mascherine da mesi. Perché se lo si facesse bisognerebbe ammettere che non c’è nessuna differenza dal punto di vista della mortalità tra Stati che hanno posto restrizioni e Stati che non ne hanno poste.

Svezia e Bielorussia: casi emblematici

Ogni tanto si parla del caso della Svezia dove tutto è aperto e non hanno dovuto comprare mascherine perché nessuno le mette, ma subito si aggiunge che la Finlandia ha meno morti Covid. A fianco della Finlandia c’è la Bielorussia che è il paese dove si è ignorato completamente la Covid-19 trattandola come una polmonite e hanno avuto persino meno morti della Svezia, circa 2 mila su 10 milioni di abitanti. Si può discutere ovviamente se Bielorussia e Finlandia siano paesi più isolati, senza cinesi e in cui il virus è arrivato meno. Ma poi c’è l’intera Asia, con 4 miliardi di abitanti India, Cina, Pakistan, Giappone, Vietnam, Thailandia, Malesia ecc ecc. centinaia di milioni di persone che vanno fuori dalla sera, in palestra e in vacanza o in discoteca e si “assembrano” senza mascherina dall’estate scorsa. Come forse però si è letto, ora anche in India, 1,3 miliardi di abitanti, la malattia è sparita, i morti ufficiali Covid sono meno di cento, un terzo dell’Italia con venti volte più abitanti.

Uso politico del virus

Insomma, che sia la Florida del governatore De Santis o gli Stati repubblicani come Texas, Wyoming e così via, la Svezia o la Bielorussia o anche l’intera Asia con 4 miliardi di persone, il mondo vive oggi in gran parte normalmente. È vero che i voli dall’estero sono limitati e soggetti a screening ovunque, ma a parte quello in gran parte del mondo nessuno si preoccupa se le persone si incontrano per lavoro o per diletto, di giorno o di sera, in città o a sciare o in piscina o in palestra. E non hanno le terapie intensive intasate

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
75 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
A.L.
A.L.
1 Marzo 2021 20:55

Ottimo, ottimo, ottimo articolo. Ma non dimentichiamo che anche nel resto del mondo non si è ‘scherzato’ purtroppo quanto a liberticidio, chiusure e violazione dei diritti umani col pretesto della pandemia (che avrebbe potuto e dovuto essere affrontata in altro modo, vedi appunto Svezia e Bielorussia…). Avvenimenti di limitazioni folli e di controlli violenti alla popolazione ve ne sono stati per esempio a lungo in Australia, e lockdown lunghissimi, a quanto ho letto, in Argentina… Non si potrà non riflettere o non continuare a riflettere su quanto paura e propaganda, anzi, paura dovuta molto a propaganda, abbiano scardinato le difese democratiche negli Stati e nella psiche dei cittadini, consentendo uno spaventoso calo di libertà assolutamente sproporzionato al problema, e un’accettazione acritica e superstiziosa di regole incongrue e dittatoriali. Non si potrà non riflettere anche sul ruolo, essenziale in negativo, dei media e della politica in questa tentata (speriamo che non riesca) trasformazione della società più o meno mondiale in dittatura. Non si potrà non riflettere sulla scarsa difesa offerta a libertà e democrazia da coloro che avrebbero dovuto istituzionalmente e moralmente tutelarle, come i settori della giustizia. Anche la cultura, e la sensibilità verso tutti gli altri problemi, hanno latitato dall’esprimersi a voce alta e forte. Sarà utile ai credenti chiedersi quanto (cioè pochissimo) le religioni (per quella cattolica c’è… Leggi il resto »

Maurizio
Maurizio
28 Febbraio 2021 20:46

Se non ci diamo una mossa questi ci portano alla schiavitù completa,sono i giovani che devono ribellarsi a questi soprusi a questi usurpatori di libertà. Draghi,Mattarella un bel duetto che ci porterà via tutto.

stefano
stefano
28 Febbraio 2021 10:49

Le industrie farmaceutiche tutto sono fuor che un ente di beneficienza.Fanno il loro business,come le banche, il livello della loro morale e dell’etica è questo .Non credo dire nulla di nuovo.Anzi peggio delle banche.

L’europa unita in capo alle due signore e altri ha speculato sul prezzo dei vaccini ,quindi ha messo davanti alla salute e alle conseguenze economiche il prezzo ,i soldi.
I soldi dei contribuenti europei usati male e ,sottoscrivendo contratti secretati con clausole tutte solo a favore delle industrie farmaceutiche.
Questo è senza se e senza ma.
E questo è solo un esempio di cosa vuole dire vivere dentro l’unione europea, che di fatto è solo una banca volta a mantenere viva una moneta sostanzialmente virtuale ,adoperandosi tutti i giorni per inventarsi nuove imposte a carico dei contribuenti europei dentro la ue e,la limitazione della loro libertà e del loro pensiero.
Sarà un inferno per le prossime generazione bene che ne escano e che come minimo si adoperino se proprio vogliono rimanerci dentro di cercare il paese tra i paesi aderenti dove si può eventualmente vivere una vita degna…l’Italia non è certamente tra quelli.

alessandro
alessandro
28 Febbraio 2021 9:34

Cosi come il Mortadella, tal PRODI finanziò il Lab di Wahn anni fa tramite Bruxelles, cosi anche l’ NIH (National Institutes of Health) : I membri del Congresso chiedono indagini sul NIH e sulla “ricerca insidiosa” al Wuhan Lab. I legislatori affermano che l’NIH ha svolto un ruolo importante nel sostenere la “ricerca infida” presso l’Istituto di virologia di Wuhan e la promozione di “affermazioni spurie” che respingono il potenziale ruolo del laboratorio finanziato dall’NIH nella pandemia COVID-19. Più di due dozzine di membri del Congresso chiedono un’indagine sulla risposta del National Institutes of Health (NIH) alle preoccupazioni sulla biosicurezza sollevate sulla ricerca sul coronavirus finanziata dai contribuenti presso il Wuhan Institute of Virology (WIV) a Wuhan, in Cina. In una lettera guidata dal rappresentante Scott Perry (R-Pa.) E inviata questa settimana all’ispettore generale Christi Grimm del Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti, i legislatori hanno scritto: “Il NIH, sfortunatamente, ha svolto un ruolo importante nel sostenere la WIV e questa ricerca insidiosa e la promozione di affermazioni spurie che respingono il potenziale ruolo del laboratorio finanziato dal NIH nella pandemia COVID-19 “. Hanno richiesto un’indagine rapida e approfondita che includesse, ma non si limitasse a: Quando è stato il NIH a sapere per la prima volta che gli esperimenti sul coronavirus venivano condotti presso il… Leggi il resto »

alessandro
alessandro
28 Febbraio 2021 9:16

Lockdowns Do Not Control the Coronavirus: The Evidence

I blocchi non controllano il Coronavirus: le prove
Personale AIER
– 19 dicembre 2020 – Tempo di lettura: 16 minuti
https://www.aier.org/article/lockdowns-do-not-control-the-coronavirus-the-evidence/

alessandro
alessandro
28 Febbraio 2021 9:08

PUBBLICATO: 10:40 GMT, 17 febbraio 2021

“Gli scienziati ti pagheranno £ 4.500 per essere infettati da Covid:
il Regno Unito ottiene l’approvazione per la prima “ prova di sfida ” al coronavirus al mondo per accelerare i test dei vaccini e capire come si diffonde la malattia.
I giovani britannici sani saranno pagati £ 4.500 per essere infettati dal coronavirus dopo che il Regno Unito oggi è diventato il primo paese al mondo a dare il via libera al controverso studio.

La “prova di sfida umana” inizierà il mese prossimo a Londra, dopo aver ottenuto oggi l’approvazione da parte dell’organismo di etica della ricerca clinica del Regno Unito.

I ricercatori esporranno intenzionalmente fino a 90 volontari adulti sani di età inferiore ai 30 anni a una dose di SARS-CoV-2, il virus che causa il Covid. (……………….)
https://www.dailymail.co.uk/news/article-9269419/UK-run-worlds-controversial-Covid-19-challenge-trial.html

alessandro
alessandro
28 Febbraio 2021 8:53

Sarà una STORIA ” Infinita ” ? CEO di Pfizer: “Ogni anno dovrai ottenere il tuo vaccino annuale per COVID”. Pfizer ha detto che questa settimana ha iniziato a testare una terza dose del suo vaccino COVID e una nuova versione modificata per affrontare le varianti negli anni a venire. Nonostante la presunta efficacia del 95% del vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19, il CEO di Pfizer Albert Bourla ha annunciato giovedì che il produttore del vaccino sta testando una terza dose del suo vaccino in previsione dei colpi di richiamo annuali. In un comunicato stampa , Pfizer ha dichiarato che il suo obiettivo era quello di comprendere l’effetto di un potenziamento dell’immunità contro COVID causato dalle varianti SARS-CoV-2 circolanti ed emergenti e di impegnarsi in discussioni in corso con la Food and Drug Administration (FDA) statunitense e l’Agenzia europea per i medicinali in merito a una sperimentazione clinica per testare un vaccino a mRNA modificato . Il direttore della Pfizer e membro del consiglio Scott Gottlieb, che è stato anche ex commissario della FDA responsabile dell’approvazione del vaccino, ha detto alla CNBC che il produttore del vaccino sta esplorando due percorsi per aumentare l’efficacia del vaccino COVID. Il primo studio darà a 144 partecipanti della sperimentazione clinica di fase 1 condotta lo scorso maggio un terzo dosaggio inferiore dell’attuale formulazione a due… Leggi il resto »

MARINA
MARINA
28 Febbraio 2021 8:16

All’epoca del primo lockdown pensavo che fosse inutile tapparsi in casa: il virus avrebbe continuato a circolare e ci avrebbe aspettato fuori, ed è andata più o meno così.
Ma si continua, perché non puoi mettere sotto chiave il mondo, queste restrizioni soft, che per forza di cose devono permettere ad alcuni soggetti di spostarsi per lavoro, continuano a veicolare il virus, lentamente e continuativamente.
Mi chiedo: ma tutte le centinaia di migliaia di persone contagiate, che non hanno sviluppato una forma mortale – come il nostro gentile padrone di casa – avranno sviluppato degli anticorpi, una protezione… l’immunità di gregge passa per i contagiati non gravi, i lock down rallentano i contagi e l’immunità.
La speranza fideistica nel vaccino che ci salverà è l’allucinazione politica di chi pensa di muovere le persone come i soldatini del risiko, senza avere una vago senso di realtà!
Ed è anche l’allucinazione di chi pensa di poter comprare con i soldi la vita. Non è così.
Detto questo, non sono contraria ai vaccini, ma qui ci siamo annodati in una spirale perversa comprensibile con ben altri tassi di mortalità, non con questi da covid.
Grazie a te Nicola perché continui a darci informazioni non omologate.