Commenti all'articolo Il Recovery fund sarà la prossima eurotrappola

Torna all'articolo
Avatar
guest
16 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Arminius
Arminius
20 Maggio 2020 13:26

Ma basta fare gli accattoni! Se non siamo capaci di vivere con la ricchezza che produciamo per cui vogliamo sempre più soldi, i creditori fanno bene a controllare come li spendiamo. Dimezzare le spese, no?

claudiosgr
claudiosgr
19 Maggio 2020 18:00

No contante.? . bene, a me va benissimo, visto che giro sempre col partafoglio vuoto, pago con bonifici o carte.. quindi zero problemi.

rosario nicoletti
rosario nicoletti
19 Maggio 2020 17:58

A parte le scemenze che si leggono, l’aspetto poco comprensibile e preoccupante è la scarsissima voglia del governo di reperire soldi attraverso le aste. La sospensione del patto di stabilità doveva corrispondere ad un incremento di aste e di emissione di titoli. L’emissione di BTP riservata ai risparmiatori italiani sarà un mezzo flop: il prezzo è il nominale, non ci sono nuove esenzioni fiscali, gli interessi sono quelli del mercato. Considerando che i debiti accesi con il MES o altri strumenti di origine europea saranno privilegiati, i BTP saranno una sicura fregatura per i risparmiatori italiani. Evidentemente ci si vuole legare sempre più mani e piedi all’Europa.

Giacomo Cambiaso
Giacomo Cambiaso
19 Maggio 2020 14:41

Bravo Rico, aggiungerei una cosa importante pero’, il 12% del recovery fund sara’ finanziato o comunque garantito dal nostro paese, quindi 60 miliardi. Scommetterei che finiremo per essere contribuenti netti come al solito, ne garantiremo di piu’ di quanti ne prenderemo, ma non solo, la grande novita’ e’ che l’UE trasforma il budget dell’unione in un credito da girare ai contribuenti stessi del detto budget. L’UE stessa si trasforma in Fondo Monetario Europeo, il culmine della vergogna europeista