in

Italia sotto ricatto. E allora il governo sia populista fino in fondo

Sarà perché risiedo all’estero da un quarto di secolo, sarà perché credo di conoscere un pochino le élite cosmopolite europee, specie quelle francesi, quelle tedesche, quelle nordiche (di gran lunga la peggiore perché più talebana) ma lo scenario della bocciatura dell’Europa verso l’Italia lo considero un passaggio obbligato. Da un quarto di secolo, mi pare di vivere nel mondo del “Grande Gioco” (per dirla con Peter Hopkirk, via Rudyard Kipling). L’Europa sta oggi diventando ciò che è stato l’Afghanistan per l’Impero britannico nell’Ottocento. Nel grande scontro prossimo venturo America & Russia versus Cina (il nuovo nazionalsocialismo cinese sarà il nemico globale di tutti noi), l’Europa, da buona bottegaia, ha scelto di vivere abbarbicata ai numeretti del suo budget, come fosse un travet con le mezze maniche. Vogliono questo? E così sia.

D’altra parte, anziché darsi una Costituzione confederale come America o Svizzera, ha scelto di essere retta da regole scritte da commercialisti e da avvocati, sancite da trattati fra gli Stati membri, di avere una Banca centrale che finanzia ed è cassa di compensazione tra Stati, sia con bilancia dei pagamenti in surplus e sia Stati in deficit, per poi colpirne uno ma non l’altro. Per mantenere la fiducia dei mercati, i singoli Stati devono rispettare le regole concordate.

Dice il mio amico banchiere-economista svizzero XY che la Commissione è costretta ad aprire la procedura d’infrazione per tranquillizzare altri paesi che vorrebbero farlo, e al tempo stesso teme che Russia e America si schierino (a chiacchiere, dico io) con l’Italia o altri per scardinare definitivamente l’Europa. Penso che l’Europa ci pensi lei stessa a suicidarsi politicamente: le sue leadership sono culturalmente eunuche. Per dirla in termini popolari l’Europa di Emmanuel Macron e di Angela Merkel si spaccia per mozzarella doc (in realtà solo quella di bufala può definirsi tale) ma lei è ormai solo un fiordilatte, fatto con latte tedesco a lunga conservazione.

Riconosciamolo, Pierre Moscovici è stato perfetto, ha ben mascherato gli orgasmi multipli che lo percorrevano mentre comunicava (sembrava affranto) che la procedura d’infrazione si era aperta, come fosse uno spiacevole atto dovuto. Il Governo Conte che deve fare? Per un apòta come me la risposta è facile. Costoro sono dei veri populisti? Se sì si comportino da populisti.

Dichiarino ai loro elettori che sono sotto ricatto dell’Europa, dei poteri forti, dei massoni cosmopoliti e così via. Modifichino radicalmente reddito di cittadinanza e quota 100, trasformando tutti i risparmi relativi in investimenti in modo che il mitico 2,4 rimanga sì come numero assoluto, ma i contenuti siano prevalentemente investimenti. M5S e Lega sottopongano a referendum dei loro elettori (piattaforma Rousseau e gazebo), se approvata, modifichino il documento per l’Europa. E non se ne parli più.

Riccardo Ruggeri, 21 novembre 2018

  • 3.1K
    Shares

25 Commenti

Scrivi un commento
  1. “Sarà perché risiedo all’estero da un quarto di secolo, sarà perché credo di conoscere un pochino le élite cosmopolite europee,….” Ruggeri, i suoi risparmi sono con lei all’estero ????
    Intendiamoci quello che lei dice non fa una grinza anzi se vuole rincaro la dose, secondo me questa Ue si sta comportando con i risparmi degli italiani come quei “RIBELLI MODERATI” che dalla Goutha Est di Damasco sparavano razzi sulla popolazione civile siriana, quindi molto peggio della mafia italicamente intesa. Però io mi chiedo e le chiedo quegli avvocati e commercialisti che hanno scritto quelle regole senza possibilità di exit strategy, per quei paesi che come l’Italia ne sono strozzati, da dove sono scesi da Marte ???!!! La Ue è una ciofeca a mio avviso 1) perchè quelle regole sono ciofeca; 2) perchè le stesse regole non sono rispettate dai paesi come la Germania, vedi regola sui surplus. La” UE è una bugia”, scriveva la lucidissima scrittrice e profetessa Oriana Fallaci, “è un club finanziario degli eterni padroni di questo continente, ossia FRANCIA E GERMANIA”. Detto ciò il problema ora è possiamo lasciare i risparmi sotto le BOMBE DI UE E DEI MERCATI ???!!!!

  2. Osservando le volgari minacce che ci arrivano d questa comunità europea immorale, mi sembra di sentire lo stile dei nostri peggiori mafiosi, quando minacciano il cittadino onesto per riscuotere il pizzo! Ma non abbiamo bisogno di questa gente!
    Cercano di spaventarci con lo spread che sale se noi non facciamo come vogliono loro… Ma il popolo non deve spaventarsi: se pieghiamo ancora le ginocchia loro non la smetteranno piu’ e ci terrorizzeranno sempre e sempre di piu’ la prossima volta. Dobbiamo solo comprendere che il metodo terrestre della saurocrazia, e che ci vogliono ridurre in una situazione orwelliana. Perchè tutto ciò? perchè l’umanità ha perso il suo rapporto con lo spirituale (non intendo religione) e dunque la saurocrazia khazariana ha preso il sopravvento. Cosa fare ora per riportarli a cuccia?…

  3. Quello che e’ sbagliato ,a mio avviso , e’ la destinazione del maggior disavanzo… andava fatto un unico provvedimento … “ flat tax “ per imprese e privati … al 15 e 20 % …nel giro di due anni l’economia si sarebbe ripresa alla grande e con le maggiori entrate ed il miglioramento generale si potevano mettere le mani agli altri provvedimenti … nel frattempo si potevano fare “ riforme “ urgenti tipo quelle sulla giustizia , sui centri di impiego ecc. che non comportavano esborsi importanti di risorse …. poi se l’ Europa aveva da ridire pure su questo ,si mandava a quel paese …

  4. Tante ciance, ma se l’Italia veramente esce dall’euro succede un casino che nessuno degli eurocrati può nemmeno immaginare di volere. È, come al solito, un puro teatrino politico.

  5. Non condivido certe scelte del governo, come il Reddito di cittadinanza, ma tutti gli Italiani dovrebbero essere uniti nel resistere ai ricatti della UE (non remare contro, come fa anche Berlusconi).

  6. Questo articolo mi pare un filino troppo infantile. Me lo sarei aspettato su qualche giornaletto “per canarini”, non qui. Addirittura l’affffganistan adesso. Per carità. Stendiamo un velo pietosissimo su tutto il giornalismo italiano. Nicolaaaa!!!!! In Effetti in Europa si sbaglia.. devono fare come negli USA. Lasciar fallire. Niente aiuti tipo Grecia ecc.. (Altrimenti, come dice Barisoni umiggggli i Greki)..

  7. “di avere una Banca centrale che finanzia ed è cassa di compensazione tra Stati” : chissà perché ci si dimentica sempre di ricordare la la Banca centrale” è “cosa” di banchieri privati…

  8. Ma uscire da questa Europa no? Sarebbe meglio così non avremmo più questi rompipalle che ogni giorno stanno lì a frantumarcele.

  9. Avete messo il dito sulla piaga, ci vuole cosí poco, basta avere un po di immamiginazione o meglio un una vista piu chiara, Se invece di tant etortuose ed eccessive manovratte. ci anciassimo sulla creazione di un banco per micricrediti tipo banco Crecer in Vebezuela e il banco Grameen in India, premiato con un Nobel, attaccheremmo simultabeamente i disoccupati, nord e sud, vecchi e giovani che hanno voglia di lavorare. Il costdi operazone sará cperto dall’otto per mille, al diavolo le religioni.e con alcuni semplici provvedimenti di di detassazione tempori dei statuo e liberazione da controlli previ per sostituirlicon posteriori, e l’uso dei centri di impiego come sedi delle agenzie regionali e provinciali potremmo avere una vera accelerazione e potremmmo averl’accordo di Bruxelles per cifre anche maggiori i

  10. Riccardo Ruggeri , non avrebbe potuto interpretare meglio il suo scritto. Il social-comunismo è paragonabile alle mafie e solamente una persona con la fedina penale sporca può esserne associato!!!

  11. Non ricordo interessi del 30 ..forse del 21..22..nel 93 i cct pagavano il 13 se non ricordo male..i btp scadenza 2005 il 10.5 e tutti correvano a comprarli..e per primi gli investitori esteri..questo per dire che i tassi su debito pubblico sono cominciati a calare molto prima dell’euro..l’euribor era di circa il 2 ed era bassissimo nel 2002..i livelli attuali di spread sono frutto di speculazione poiche’ vi sono paesi con stesso rating che pagano meno..
    Per concludere spero veramente che il governo mantenga le proprie posizioni..

  12. è solo e unicamente una questione politica.- l’Economia è un falso problema che l’Europa mette in evidenza come causa prima e unica, …dunque?.. a questo punto penso che il l’Italia debba mantenere la posizione già espressa. Tuttavia devo ammettere che mi sembra strana la calma serafica di Salvini e Dimaio, ….poichè era altamente prevedibile fin dall’inizio la bocciatura della manovra, mi domando:<>

  13. “M5S e Lega sottopongano a referendum dei loro elettori (piattaforma Rousseau e gazebo),ecc ecc” Carissimo Ruggeri scenda dalla pianta e non reciti la parte della sprovveduta casalinga di Voghera. La maggioranza della gente ha solo un’idea approssimativa di cosa stia accadendo e cosa rappresentino le intimidazioni della UE. Mica perchè il popolo è pirla ma semplicemente perchè è affaccendato in cose più rilevanti come la propria personale sopravvivenza per curarsi dei massimi sistemi. Sono i politici che devono occuparsi di tradurre queste situazioni nel “particolare ” di ognuno , saperlo coinvolgere, sapere essere chiari. Possibile? Provi chiederlo al mago Otelma forse glielo saprà dire. In ogni caso il gioco si fa duro , qui è una questione di scimitarre non fioretti , importante al momento è “niente panico ” abbiamo visto di peggio e non escludo possiamo cavarcela. Alle prossime elezioni europee, la posta in gioco è questa e l’establishment UE opera a 360 gradi, vedi lo scandalo sulle donazioni dalla svizzera alla Afd. Vedremo chi ce l’ha più duro.

  14. Sono d’accordo in tutto. Tutti i Populisti escano allo scoperto, mostrino denti,grinta, sovranità, patriottismo. Esca qual guerriero Paolo Savona, Borghi e Bagnai : Ue REFORMANDA EST aut DELENDA !

  15. Di Maio e Salvini dovrebbero tirare fuori le palle e mandare AFF…O la UE che è una vera associazione a delinquere. Avevano pattuito prima con Renzi e poi con Gemtiloni niente meno che 30 miliardi di flessibilità…! E’ evidente che i giallovredi stiano sulle balle perché vogliono raddrizzare quel sopruso e grave reato firmato da due criminali e sostenuto da banche lobbies e mafie varie che con i due si sono spartiti i soldi degli italiani vessati a più non posso! Già avrebbero dovuto denunciare la UE per la storia migrantio, visto che ci tornano da Germania, Francia, Malta e chissà quanti altri paesi… permettere di evitare quel fatto è grave perché lascia spazio a quella UE criminale di fare come vuole!
    Io sono per l’uscita da quella UE tanto è peggio di un water pubblico !

  16. continuo a leggere dotti trattati sui massimi sistemi …ma tutti privi del necessario pragmatismo e ancor meno di una qualsiasi forma di autocritica…Sembra che la cattiva matrinha europa ci abbia imposto mafie…corruzioni,.inefficiemnza..compadrio..poltici arraaffoni…industrialotti rapaci…e un popolo di clienti di wanna marchi…Qualcuno si e’ dimenticato la situazione dei conti pubblici negli ultimi anni 80..svalutazioni costanti ..inflazione sudamericana .interessi sul 25-30 %,L ‘euro ci diede la tranquillita economica temporanea per rimettere a posto i conti e ripartitre con una sana economia..per molte ragioni niente fu fatto e si continuo’ colla finanza allegra e i numeri balllerini…COLPA ANCHE QUESTO DELL EUROPA ? Ora e’ arrivato il redde rationem..o gli italianii smettono di sperare nei miracoli..sempre colla convinzione che la colpa e sempre del vicino…e che “io tanto me la cavo” o andrete a fondo splendidamente a vele spiegate coi due buffoni a dirigere l’orchestra

    • Mi dispiace ma Italia è in avanzo primario 25 volte in ultimi 26 anni…ovvio tramite mungitura popolo…quindi? (anche se no dovrei rispondere a chi si nasconde dietro pseudonimi)

  17. La comunita’ Europea mi ha deluso amaramente, tocco con mano che certi burocrati finanzieri massoni e altri lestofanti e truffatori fanno cio’ che vogliono, cioe’ il bello e cattivo tempo.E’ stata un vero fallimento, per l’Italia sicuramente era meglio prima, dell’entrata nella EU per tanti motivi.A noi non e’ convenuto entrare in questa bolgia a doppia velocita’ dove si fanno due pesi e tre misure, poi queste continue minacce da parte di politici economisti. I VANTAGGI lo sanno tutti sono stati dalla fondazione della EU SOLTANTO da parte della Germania, per cambio moneta troppo alta per fattori economici, per import-exsport, per quello che ho visto dall’inizio ad oggi e’ stata una casba marocchina.

  18. E bravi illusi, fuori dalla UE c’e’ il marocco e la turchia. Immagino che faremo dei begli accordi doganali con loro. Auguri, io spero di essere fuggito prima.

  19. Siccome vale sempre il principio del “too big to fail”, a questo punto non si può cedere al ricatto dell’ Europa. Anzi il coltello per il manico c’è l’ha l’ Italia che come Sansone può minacciare certo la propria morte ma anche quella di tutti i filistei. Di sicuro i nordeuropei che si atteggiano a leoni diventerebbero conigli, quali in realtà sono.

  20. L’Europa ormai e’ come una vecchia signora, cioe’ un rudere, sarebbe bene abbandonarla ed entrare a far parte dei paesi aderenti alla Russia secondo si starebbe meglio .

  21. Ma che referendum Ruggeri, un referendum come quello Greco? Un referendum come la Brexit? Apprezzo sempre il suo pensiero, ma qui inciampa su se stesso, e’ la sua deformazione elvetica, un metodo impeccabile per la civilissima Svizzera, ma inutile per i territori del Ceo Capitalism, come lo chiama lei. Facciamo una bella riflessione insieme, fu fatto un referendum per firmare i trattati di Maastricht? Lei mi dira’ di si, ma sbagliato, il referendum fu fatto nell’89, il trattato e’ del 1992, le date dovrebbero essere invertite. E poi proseguiamo, fu fatto un referendum per portarci nell’Euro? E fu fatto un referendum per accettare l’entrata sia nell’UE che nell’Euro dei vari paesi che entrarono in seguito? E fu fatto un referendum per approvare il fiscal compact ed il bail in? I referendum lasciamoli stare, concordo con lei che i populisti siano veramente populisti, ma non cercando conferme, ma agendo. Se gli italiani fossero stati pro-ue e pro-euro non avrebbero votato come hanno votato pochi mesi fa. L’ha scritto lei stesso in un precedente articolo perfetto che ho gia’ commentato, i numeretti ed i dettagli della manovra sono scuse, non stiamo al loro gioco, qui in ballo c’e’ solo una cosa, chi comanda in Italia ed in Europa, le nazioni o l’UE. Il governo deve fare una cosa sola, andare fino in fondo, se questo 0.8 di debito viene impiegato in un modo o in un altro e’ irrilevante, i risultati saranno processati, eventuali salvaguardie possono essere discusse, il governo peccatore sara’ costretto a riparare, ma questo processo che sia fatto a tempo debito e non sommariamente. Ecco a cosa stiamo assistendo, ecco la posta in gioco, errare e’ umano no? Felici di errare per poi eventualmente riparare, ma come in una partita di poker “vediamo” invece di passare la mano o chiedere ad una popolazione storidita dal bombardamento mediatico a senso unico di giudicare l’operato del governo in anticipo per prendersene la responsabilita’. Nessun cambio di manovra ne tantomeno referendum sulla finanziaria, robe mai viste, realismo e fermezza, ci volete in Europa o no? Che sia l’UE a votare se mai e se e’ il loro desiderio tanti saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *