in

Juve-Napoli: contro i padroni del calcio (e della vita)

Dimensioni testo

Calcio e vita civile si corrispondono: nel primo è necessario saper controllare la palla, nella seconda è necessario garantire la sicurezza. Ma il controllo, per funzionare, non può essere assoluto.

Perciò, in questo video, dico no ai padroni del calcio, alle Asl che credono di poter decidere se e quando si gioca, come ai padroni delle nostre vite, che nel nome del controllo assoluto vogliono toglierci la libertà. Perché se il fine del gioco è il gioco stesso, il fine della vita non è la sicurezza totale. È vivere.

Gincristiano Desiderio, 5 ottobre 2020

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Alessio
Alessio
7 Ottobre 2020 11:43

Ma vai a cagare…. HAI DETTO UNA MAREA DI BAGGIANATE ‍♂️‍♂️‍♂️‍♂️

Luca
Luca
5 Ottobre 2020 18:51

Mi domando cosa penseranno all’estero di questa vicenda assurda ( Juve-Napoli). All’estero ridono come matti, siamo l’italietta in coda al treno Europa e la sinistra è il controllore (finto) del vagone italiano!!!

Valter Valter
Valter Valter
5 Ottobre 2020 18:33

Se gli stessi provvedimenti restrittivi li avesse presi un governo di cdx avremmo tutta l’ Asinistra in piazza a gridare al golpe e tutti i commentatori “de sinistra”, che qui si atteggiano a finti ingenui ostentando meraviglia e disappunto per le critiche a quelle che sostengono essere scelte obbligate del governo in carica, sarebbero tutti intruppati nel gregge urlante degli “antifascisti” a comando. Ma si sa, a sinistra faccia e c*** sono da sempre intercambiabili.

Emanuela
Emanuela
5 Ottobre 2020 17:04

Bravo, alla prossima! Mi piacciono i tuoi video!

Luca
Luca
5 Ottobre 2020 16:33

Che belle parole!
Desiderio certe volte sembra un poeta bambino (anche per le corbellerie che dice)
La sua idea di libertà, così eterea, così evanescente, così romantica, così trascendente, così diafana, aimè, si può contagiare come un qualsiasi naso sporco di muco gocciolante.