in

La batosta degli inglesi a Ricciardi

Dimensioni testo

E adesso, chi glielo dice, a Walter Ricciardi? Proprio a lui, il tifoso del lockdown eterno. Quello che applaudiva la Cina e ridacchiava per Boris Johnson ammalato di Covid. Soprattutto, quello che, qualche giorno fa, commentava così un tweet di Carlo Cottarelli, che provava a sminuire il successo del Regno Unito sui vaccini: “La scelta dell’unica dose è un azzardo che rischiano di pagare caro”. Certo, molto meglio noi degli inglesi: ccà nisciun è fess’, direbbe l’Ultimo guappo.

Ma chi glielo spiega, al consulente di Roberto Speranza, che nonostante “l’azzardo”, in Gran Bretagna, oggi, ci sono stati 17 morti per Covid? In Italia, dove vacciniamo, anziché gli anziani e i malati, avvocati, professori universitari e personale amministrativo degli ospedali (quando va bene: quando va male, immunizziamo le modelle, i maestri di tennis e Andrea Scanzi), i morti sono stati 386. E come dimostrano i dati di Worldometers, nel mese di marzo stiamo registrando il numero più elevato di vittime per milione di abitante, peraltro in costante, drammatico aumento, rispetto non solo ai Paesi che vaccinano in massa, ma persino ad altri Stati europei, altrettanto lenti con le iniezioni, come Francia e Germania.

Ecco: chi glielo dice a Ricciardi?

Alessandro Rico, 22 marzo 2021