in

La Comunità internazionale non lasci solo Israele

Dopo l’ennesimo attacco di Hamas, Israele e il premier Netanyahu devono reagire sul fronte interno e difendersi davanti alla Comunità internazionale. Soprattuto dopo il voto della scorsa settimana al Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite…

Condividi questo articolo
  • 569
    Shares

7 Commenti

Scrivi un commento
      • Magari se cominciassero a non sparare contro i bambini che tirano pietre, vero?
        Magari se la smettessero di eseguire bombardamenti “preventivi” in Siria, vero?
        Tanto per rispondere a Valter: non sono né filopalestinese né, tantomeno, comunista. Le torri Gemelle e gli altri edifici demoliti (lo sai che è andato giù un altro nemmeno sfiorato dagli aerei “guidati dagli arabi”, vero?) sono stati un’operazione del Mossad e della CIA.

        https://www.maurizioblondet.it/11-settembre-luomo-washington-accusa-israele/

    • E basta con la cultura del piagnisteo filopalestinese sotto cui si nasconde l’antisionismo filoterrorista e filoislamico della peggiore sinistra italiana, posto che ancora ne esista una buona. E comunque molti dei palestinesi per cui quelli come lei si stracciano le vesti sono gli stessi che manifestano esultando ogni 11 settembre. Da noi quella sinistra nazicomunista non osa farlo in piazza ma idealmente partecipa alla “festa” di Gaza e non perde occasione, quando può, di inscenare roghi pubblici con le bandiere di Israele, rinnovando simbolicamente quelli, evidentemente a loro ancora cari, dei forni crematori.

  1. Il Consiglio dei diritti umani dell’ONU annovera una maggioranza di paesi governati da dittatori comunisti, da repubbliche o da teocrazie islamiche (vedi Cina, Cuba, Arabia Saudita, Pakistan) che se potessero annienterebbero Israele, unica democrazia mediorientale e anche spina nel fianco del mondialismo liberal nordamericano. Che l’Italia abbia votato per condannare Israele in compagnia di costoro è una vergogna che si aggiunge a quella delle leggi razziali fasciste e che solo un governo di ignoranti o di cretini senza idee riguardo alla politica estera e succubi della vulgata antisraeliana della nostra sinistra poteva consentire. Sovranista il nostro governo ? Ma non dicano stronzate, che imparino da Israele cosa è e quanto costa in sofferenze e vite umane la difesa dei propri confini !

  2. Nessun problema… Israele avra’ sempre il supporto degli Usa..
    Pertanto quali remore ad opinione Onu? Quale paure nello schierare le truppe?
    Purtroppo il conflitto non e’ ideologico-religioso come tutti ci vogliono far credere, ma e’ un conflitto tra ricchi e poveri. Se nella striscia di Gaza fossero ricchi, non ci sarebbe alcun conflitto.
    E per quali motivi le stragrandi ricchezze saudite e iraniane non pongono gli abitanti della striscia in condizioni di vivere bene?
    Perche’ c’e’ un serio conflitto di egemonia tra Saudi Arabia e Iran. E’ quellonil vero problema del Medio Oriente, non gli ebrei come ci vogliono far credere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.