Commenti all'articolo La Martani: “Silurata dalla radio perché negazionista”

Torna all'articolo
Avatar
guest
50 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Nuccio Viglietti
3 Settembre 2020 12:36

Emerge sempre più manchevolezza di nostra anemica opposizione che non si è dotata subito di autonomo Comitato tecnico scientifico alternativo a quello prono messo in campo da questo ignobile governaccio…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

ARMANDO TERRAMOCCIA
ARMANDO TERRAMOCCIA
2 Settembre 2020 18:05

Non sapevo chi fosse questa signorina prima che facesse quel po po di casino durante l’imbarco su un traghetto. A suo tempo scrissi che se fossi stato il com.te forse l’avrei gettata a mare . Oggi questa signorina torna alle cronache nazionali per essere stata licenziata . Sembra che oltre 500mila persone abbiano perso il posto di lavoro negli ultimi tempi. Se fossi l’editore e dovessi licenziare qualcuno sicuramente licenzierei qualcuno che mi sta sui k**** ! Da ciò che si legge sembra che questa signorina faccia di tutto per stare sui K**** a qualcuno. PS : per evitare di essere tacciato di sessismo avrei scritto le stesse cose se si fosse trattato di un signorino .

Giovanna
Giovanna
2 Settembre 2020 14:24

Nutro seri dubbi sulla “verità” della Martani rispetto al licenziamento dovuto alle sue idee “negazioniste”. Il soggetto in questione è noto per essere costantemente alla ricerca di attenzione, sparando assurdità nelle varie ospitate televisive, con modi e toni insopportabili. Anche il video che ha girato all’imbarco del traghetto mi ha fatto pensare alla vera rompiballe che ferma tutto (incluse le persone che dovevano prendere il traghetto per andare a lavorare) al solo scopo di mettersi di traverso con persone che stanno facendo il proprio lavoro e che seguono direttive precise, per quanto assurde possano essere. Guardando il video ho pensato: ma mettiti quella cavolo di mascherina e permetti agli altri di imbarcarsi, cretina! Se anche la norma è assurda, se vuoi vivere in una società civile ti devi adeguare, altrimenti te ne vai a vivere su un eremo e fai quello che ti pare. Dura lex, sed lex. Se poi lo fai per i tuoi 5 minuti di visibilità – che, visto il soggetto, è altamente probabile – stiamo parlando di altro. Quindi non credo alla versione della Martani – che vive, mediaticamente parlando, proprio per questo – riguardo al licenziamento, soprattutto alla luce del fatto che il contratto fosse in naturale scadenza. Più probabilmente, penso io, non le è stato rinnovato per il suo modo di fare petulante, prepotente… Leggi il resto »

Il Corsaro Rosso
Il Corsaro Rosso
2 Settembre 2020 11:53

La Martani è stata trattata esattamente (e giustamente) come una lavoratrice a tempo determinato di una qualunque grande catena di distribuzione. E’ stata trattata esattamente come le leggi del mercato (qui tanto invocate) richiedono.
La signora lamenta che le è stato comunicato il NON rinnovo del contratto un giorno prima. Esattamente come accade a tutte le lavoratrici del settore citato, senza alcun privilegio.
Quanto alle sue opinioni, spero discutibili senza essere tacciati di comunismo preventivo, trovo che siano il mangime ideale per la schiera variegata di negazionisti, terrapiattisti, vegani, fruttarolisti e varie altre amenità, e più in generale di chi crede che rimuovendo un problema o negandolo significa risolverlo.