in

Le bugie sui vaccini di Draghi e Mattarella - Seconda parte

Dimensioni testo

L’unico GP che avrebbe senso è quello che dia limitazioni ai contagiosi. Se il governo non è in grado di controllare chi è contagioso e chi no, questo è un problema del governo. Che non può risolvere inventandosi una protezione farlocca, che potrebbe proteggere da innocui cittadini (ancorché non vaccinati) e potrebbe non proteggere da contagiosi (sebbene vaccinati). La cosa è tanto più grottesca visto che apprendiamo oggi dal Dr. Fauci che non v’è alcuna differenza, quanto a forza di contagio di un positivo, tra un asintomatico non vaccinato e un vaccinato. E apprendiamo, sempre oggi, dal Dr. R. Malone, l’inventore della tecnologia dei vaccini a mRNA, che un positivo potrebbe essere più contagioso se vaccinato che se non vaccinato.

Cosa avrebbe dovuto dire Draghi

Mario Draghi non capisce neanche i propri stessi provvedimenti. Se egli intendeva indurre tutti o quasi tutti a vaccinarsi avrebbe dovuto fare un altro discorso. Eccolo, a un di presso. «Signori, noi riconosciamo che il vaccino ha i suoi rischi ma, alla prova dei fatti, il virus è molto più rischioso. Se avessimo potuto vaccinarci tutti nel dicembre 2019, probabilmente avremmo avuto 2000 complicanze fatali da vaccino, ma non avremmo avuto le 120.000 complicanze fatali da Covid. Le nostre strutture sanitarie non possono permettersi un intasamento come quello che abbiamo sofferto nella primavera 2020. Un intasamento che oggi sarebbe imperdonabile visto che disponiamo di un potente presidio sanitario: il vaccino. E non possiamo né vogliamo permettercelo l’intasamento perché abbiamo anche altre patologie più gravi di cui dobbiamo occuparci. Ora, ognuno è libero di valutare da solo quale dei due rischi correre e lo Stato è in grado di offrire protezione, entro i limiti della nostra imperfetta umanità, dal rischio Covid. Ma siamo obbligati a pretendere il pagamento delle spese mediche da chi, avendo rifiutato il vaccino, bussa alle porte dello Stato per essersi ammalato di Covid. Pagare le tasse non è ragione sufficiente per pretendere gratuito trattamento sanitario. Esattamente come un’assicurazione non paga il furto dei vostri gioielli assicurati se lasciate la porta di casa aperta. Lo Stato vi offre protezione, se la rifiutate ve ne assumete la responsabilità».

Ma per fare questo discorso ci vogliono quelle cose che la classe dominante che ci governa non ha.

Franco Battaglia, 30 luglio 2021

PS. Proprio oggi ho ricevuto la seconda dose di AstraZeneca.