in

Lerner insulta: “Meloni come il Duce”

Dimensioni testo

Eccoci qui, siamo al solito ritornello. Dopo le inchieste di Fanpage, gli insulti di Lilli Gruber a Michetti, il perpetuo ritorno del fascismo in stile Forza Nuova, non poteva che mancare lui. L’intramontabile Gad. Pronto a paragonare, dal salotto comodissimo di La7, Giorgia Meloni nientepopodimeno che al Duce Benito Mussolini. Mento alto, testa rasata, camicia nera e via. Il fantomatico paragone è cosa fatta.

Per Lerner bisognerebbe parlare di “questa nuova destra” della Meloni. E lui per farlo sfoglia il libro pubblicato dalla leader di Fratelli d’Italia, considerato evidentemente alla stregua di un manuale del rigurgito fascista. Ecco il passo incriminato: secondo Meloni “il bipolarismo dei prossimi anni in Italia vedrà da una parte il Pd, partito collaborazionista delle ingerenze straniere, e dall’altra Fdi, il movimento dei patrioti”. Capite che orrore? Nonostante gli ospiti in studio gli facciano notare che in quelle parole non sembrano esserci alcune “nazistate”, Gad tira dritto come se nulla fosse. Quello di definire i dem il “braccio politico delle grandi multinazionali” per Lerner sarebbe “lo schema antichissimo di chi inneggia alla libertà, come faceva anche il tumultuoso Mussolini prima del ’22, per affermare che lei rappresenta il popolo sovrano e gli avversari sono subdoli strumenti del grande burattinaio straniero che ci vuole opprimere”. Insomma: Giorgia come Benito. Fdi come il Pnf. Basta solo immaginarsi Lollobrigida nei panni di Galeazzo Ciano ed ecco che la commediola raccontata dal giornalista si mostra per quel che è: una farloccata.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
70 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Savino
Savino
16 Ottobre 2021 11:26

… Pensare che esistano ancora ideologie politiche e soprattutto programmi onorevoli, mi fa smettere di piangere un paese che sta estinguendosi.

gianfranco benetti longhini
gianfranco benetti longhini
15 Ottobre 2021 21:57

Ovviamente Lerner è nato dopo il periodo Mussolini, ma non critica il Comunismo che era ancora peggio, e lo dico avendo vissuto in un paese comunista, fino alla rivolta della sua liberazione.

Giancarlo 2021
Giancarlo 2021
14 Ottobre 2021 19:10

Ognuno si esprime come può.

E, ovviamente, più di quello non può fare.

giorgiop
giorgiop
14 Ottobre 2021 14:46

Perchè continuare a dare visibilità a questo sputacchiatore seriale ?
Ha parlato cinque minuti di fila per due concetti ripetuti alla noia.
Sempre quelli: fascismo, fascismo..che poi è uno solo e sempre quello.
Dovrebbe rendere grazie alla parola fascismo che ancora gli permette di sopravvivere, professionalmente, con la sua continua evocazione.

Paolo
Paolo
14 Ottobre 2021 13:19

Ma è ancora in vita Lerner. Pensavo avesse tolto il disturbo.

Giovanni
Giovanni
14 Ottobre 2021 13:05

Peccato che i video non si riesca a vederli se non autorizzando le solite pubblicità ……

Fabio Bertoncelli
Fabio Bertoncelli
14 Ottobre 2021 12:45

Franco, purtroppo a questo mondo esistono cose che o le capisci da te oppure nemmeno Cristo in persona riuscirebbe a fartele capire.
A meno che non entri in ballo la provocazione fine a se stessa, per divertimento.

Conoscendo la tua cultura, sono propenso a credere che sia vera la seconda ipotesi.

Anna
Anna
14 Ottobre 2021 10:08

Lerner al solito mostra il lato più becero della sinistra, incapace di confrontarsi sui contenuti ma abile solo a muovere la macchina degli insulti, del fango e dell’infamia “ad arte” .
Quando questo paese riuscirà finalmente a liberarsi da questa sinistra così misera! L’Italia merita di meglio!