in

L’errore imperdonabile di Draghi sul green pass

Dimensioni testo

Ormai è chiaro che il lasciapassare abbia diviso gli italiani e per capirne il perché dobbiamo ripercorrere le tappe degli ultimi due anni. La storia di questi ultimi anni si divide infatti in due: pre e post vaccino.

Prima il governo Conte con i lockdown, il distanziamento sociale, le delazioni di Stato, il coprifuoco, lo smartworking.

Poi il governo Draghi che ha sicuramente ottenuto qualche risultato in più rispetto al precedente grazie soprattutto nella campagna vaccinale. Ma una cosa non è mai cambiata: la politica sanitaria del ministro Speranza condita all’incapacità di prevedere che il vaccino difficilmente sarebbe stato accolto da tutta la popolazione italiana.

Ed ecco l’errore: quello di essersi irrigidito unicamente sulla posizione del siero con l’introduzione del green pass, trasformato in una misura politica che tende a escludere ingiustamente una parte degli italiani da lavoro e vita civile. Cittadini che dovevano essere garantiti con prevenzione, cure alternative e altre misure di ordine pratico in alternativa al vaccino. Ecco perché il lasciapassare divide gli italiani: perché ne è stato fatto un uso fanatico.

Giancristiano Desiderio, 13 ottobre 2021

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
54 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
wisteria
wisteria
14 Ottobre 2021 15:01

Domanda: avete notato che non si parla più di varianti?
Quest’estate era l’argomento del giorno.
E se fra qualche mese il covid finisce e l’efficacia dei vaccini già fatti decade, il green pass diventa un semplice certificato di avvenuta vaccinazione.
Per accedere a lavoro, scuola, ospedali, eventi vari rimarrebbe solo il tampone. Chi nonnsi è vaccinato non di lascerà convincere a farlo.
Aggiungo che a breve dovrò subire un piccolo interevento e losoedale il giorno prima del ricovero mi farà il tampone. Il gp non basta.

Giorgio Colomba
Giorgio Colomba
14 Ottobre 2021 12:24

Se il premier ci è, è grave. Se ci fa, è peggio.

Domenico
Domenico
14 Ottobre 2021 11:17

Si continua a punire i lavoratori. Il reddito di cittadinanza è superiore al reddito da lavoro dipendente ed in più adesso, se vuoi lavorare, o ti vaccini o paghi la tassa dei tamponi. Sono ormai quasi due anni che a colpi di decreti legge vengono cancellati i diritti umani, i diritti costituzionali ed ogni tipo di libertà.

Luke
Luke
14 Ottobre 2021 11:00

I grandi colossi potranno tranquillamente attingere ad una forza lavoro depauperata che, in assenza di alternative, accetterà dei contratti di lavoro ancora più da fame.

Luke
Luke
14 Ottobre 2021 10:58

Non vedo proprio cosa abbia ottenuto in più il governo Draghi rispetto al governo precedente. La logica del siero per ottenere il passo verde va ribaltata, il siero era un mezzo per arrivare al passo verde e ad un controllo digitale della popolazione. Se non si capisce chi è Draghi e perché sta dove sta, non si può comprendere che in realtà il suo scopo è proprio quello di mandare in frantumi l’economia, quindi far sparire la piccola e media impresa e far indebitare il paese. Dopo che il paese sarà allo sfascio e con un aumento esponenziale della disoccupazione, arriveranno (o si espanderanno ancora di più) i grandi colossi, tipo Amazon.

Franco o
Franco o
14 Ottobre 2021 10:12

C’è qualcosa di più di un semplice fanatismo vaccinale.
C’è un progetto e se non riusciamo a fermare questa gente faremo la fine dell’Argentina:
18 vaccinazioni obbligatorie per tutti e tutte le età.
Passaporto unico vaccinale (CUV Certificado unico de Vaccination l. 2018), per lavorare, richiedere documenti (patente, carta di identità) e perfino per sposarsi.
Verificare se vi sembra che stia esagenando.
https://www.fiorigialli.it/news/scheda/in-argentina-vaccinazioni-obbligatorie-per-tutti.php

Stefano
Stefano
14 Ottobre 2021 10:08

Grande ammirazione per i portuali, per Nicola e per la Verita’, ultimi baluardi di democrazia della (ex) repubblica italiana

geogio
14 Ottobre 2021 9:48

I Lavoratori portuali Triestini, con il rifiuto della proposta meschina, politichesamente corrota, truffaldina, di concedere solo a loro i tamponi gratuiti, hanno esposto la piccolezza di questi politicanti da strapazzo. Draghi che fa gaffe di politica internazionale forse voleva solo emulare il dittatore Erdogan. Anzi, almeno Erdogan non infiltra la polizia ma manganella chiaramente chi si oppone. I lavoratori del porto di trieste hanno detto, no grazie. tutti uniti, vaccinati (la maggioranza) e non, perche’ il green pass e’ una schifezza.
Ci salveremo dai regimi solo se il popolo non si fa dividere. La societa’ civile tutta, da Cacciari