Commenti all'articolo Lo sfogo di un commercialista contro la burocrazia

Torna all'articolo
Avatar
guest
30 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
ROBERT'O
ROBERT'O
17 Aprile 2020 18:17

caro collega, anchio sono ex consulente del lavoro, già nel 2010 2011 e poi ancora 2012 e 2013, sono passato attraverso vari cicloni burocratici. finchè ho detto basta perchè era come un muro di gomma, , adesso siamo nel 2020 e ci ritroviamo a parlare delle stesse cose, mai cambiate , di vari lustri prima tutto è immutato ma ogni ano il fardello burocratico è in aumento pressochè esponenziale.per cambiare le cose in qusto momento servirebbero centomila Rambo CHE CI ACCOMPAGNINO NEGLI UFFICI E FAR SENTIRE I BUROCRATI COME SI STA BENE NELLA FOSSA DEI LEONI E DIRE LORO. ADESSO POSSIAMO INIZIARE A TRATTARE.. perchè se li lasciamo fare si perverà prima o poi alla paralisi totale di tutte le attività, il governo conte si comporta come ulisse al canto delle sirene (d’allarme!) e promette o annuncia cose che si rivelano autentiche delusioni.,) abbiamo avuto un poiccolo spiraglio di luce col governo giallo verde di salvini, bene la rottamazionbe delle cartelle, adesso con questi qui, di adesso siamo scesi nel gran calderone infernale.. difficile uscirne? basta volerlo, basta unirsi padroni e dipendenti, e fare uno sciopero fiscale con proteste violente su tutto il territorio nazionale . l’ha fatto ilpopolo romenoi con ceausescu , se ci è riuscito nonostante una dittatura non cero all’acqua di rose possiamo farlo pure noi… inutile… Leggi il resto »

michele giovanni carrera
michele giovanni carrera
13 Aprile 2020 9:45

LO STATO è TUTTO E IL CITTADINO NIENTE . lo stato pensa solo a mantenere se stesso o l’orgia delle caste pagate sulla pelle di chi rischia vita lavoro e casa lavorando in privato o per imprese private ( i cosidetti evasori ) . prima o poi lo stellone cadrà . ci manca solo il controllo mentale totale e saremo perfette marionette di questo stato orwelliano . il peggio è che oltre a mantenere una moltitudine di lavori riposanti , si inventano follie per non lasciarci lavorare in pace . naturalmente e “obbligatoriamente ” in telematico così si trovano tutto bello pronto sui loro computer su cui viaggiano programmi costati 90 milioni di euro . e che ci fanno disperare .neanche quelli sono semplici .
qualche anno fa dicevamo della repubblica delle banane pensando a qualche stato sud americano ; adesso sono loro che ci sfottono e ci considerano repubblica delle banane ( venezuela a parte ) .

Lapittura
Lapittura
4 Aprile 2020 20:24

Sono un consulente del lavoro di provincia e altro non posso fare che associarmi alle lamentele dei colleghi professionisti, di qualsiasi albo.
Una modalità per essere “sentito” finalmente dalle istituzioni potrebbe essere questa: in ambito fiscale e previdenziale – d’accordo con i clienti che dovrebbero collaborare accollandosi qualche euro di sanzioni ma con l’occasione per portare avanti anche loro più di una istanza “di equità”, per due o tre mesi non versare più le imposte ed i contributi (tranne quelle a carico dei dipendenti).
Soltanto così alla fine il Mef e l’Inps si renderebbero conto di quanto utile sia il nostro lavoro ed il nostro impegno quotidiano anche a volte prestato sette giorni su sette.
A proposito di Inps: ma è lecito che un commerciante o artigiano debba comunque versare 4000,00 euro all’anno “a prescindere”?
E’ anche per questo motivo che vediamo aprire negozi per uno o due mesi e poi chiudere.
Diceva il bravo Bartali : l’è tutto sbagliato, l’è tutto da rifare….

Belzebu'
Belzebu'
3 Aprile 2020 23:22

Sono un libero professionista titolare di studio professionale in Toscana.
Quando Leggo: lo Stato ci ha abbandonato. MAGARI!
Lo Stato con lo Statalismo, noi professionisti, ci PERSEGUITA, esercita azioni VESSATORIE, ci TORMENTA, ci OPPRIME. ci toglie la voglia di LAVORARE, ci ODIA!

Come potrebbero, gli statalisti odiatori delle partite iva, “FASCISTI ROSSI” aiutare, nel momento del bisogno, quelli che non hanno diritto nemmeno alla tariffa professionale?
Nel pubblico impiego invece, burocrati, ladri di stato, medici, ing-arch, dirigenti in gran numero tutti hanno le loro tariffe.
ELIMINATA da Mario MONTI, con il voto a favore di Forza Italia & Compagni, la tariffa per le prestazioni prof.li era stata oggetto di limitazione già da Bersani.