in

L’orrore dal quale cattocomunisti e magistratura non ci difendono

Questo nostro meraviglioso Paese in tempi recenti è stato sottoposto a una vera e propria invasione afro-islamica. Ieri, abbiamo scoperto durante il processo a Oseghale che la povera Pamela Mastropietro è stata massacrata, violentata, uccisa e anche tagliata a pezzi da viva. A mio modo di vedere è come se il Pleistocene o il Paleolitico superiore fossero irrotti da noi, da una distanza temporale di qualche centinaio migliaia di anni. Così come l’invasione islamica che ci riporta al VII secolo dopo Cristo con le sue gole tagliate e le teste mozzate.

 

 

Insomma, l’Italia non era e non è pronta a questo tipo di situazione anche perché la cultura catto-marxista fa sì che noi non possiamo sviluppare anticorpi giudiziari o culturali per difenderci da questa invasione di barbarie e di ferocia. E allora credo dobbiamo essere molto, molto preoccupati nel vedere i magistrati di MD che aprono il loro congresso con la vignetta di Vauro perché rappresentano l’autonomia, la libertà e in qualche modo la dignità e la laicità dello Stato. Qualcosa si è rotto a causa di certa ideologia e mancanza di buon senso. La magistratura rappresenta l’argine estremo della legalità e il decoro che rappresenta è stato sicuramente leso. Anche per questo, non dobbiamo smettere di lottare. Ce lo chiede questa meravigliosa Italia che ci ha generato e che vogliamo difendere come una madre.

Alessandro Meluzzi, 7 marzo 2019

Condividi questo articolo
  • 9.6K
    Shares

38 Commenti

Scrivi un commento
  1. L’assenza di difesa verso l’immensa mole di crimini commessa da certi immigrati contro gli italiani é direttamente proporzionale all’asservimento all’ideologia multiculturale che pervade la mente di alcuni magistrati.

  2. E’ ora di finirla con i cattocomunisti ed i finti buonisti alla faccia di tutti gli altri italiani !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  3. Signor Meluzzi, mi complimento per il finale ottimistico … Sinceramente non so come faccia. Continui a lottare e che “Dio (*) gliela mandi buona.
    * non quello dei cattomarxisti !

  4. Buonasera Sig. Meluzzi, mi permetto di scrivere che Lei è stato fin troppo buono e generoso con certa magistratura. A fronte di Leggi dello Stato chiare e precise sull’argomento prendere la vignetta di Vauro come simbolo è ammutinamento, è dire a chiare lettere che se ne fregano della Legge e che applicheranno la loro. Ancor più triste che il nostro ometto al Quirinale, Presidente del CSM, se ne sia rimasto zitto di fronte a un fatto simile seppur apra spesso la bocca richiamando al rispetto delle Istituzioni quando, i primi a non rispettarle e ad insultarle quotidianamente, sono proprio loro che ricoprono cariche istituzionali.

  5. Signor Meluzzi, la vedo spesso su Quarta Repubblica (anche qui dal Canada) e per favore dica al caro Nicola Porro di lasciarlo parlare o almeno farle finire cio’ che vuol spiegarci, invece quel Vauro vuol sempre interromperla, e mi sono lamentata di questo con Nicola Porro. Ammiro molto la sua passione nel farci capire cosa sta succedendo in Italia, la prego continui a farlo, anche se mi dispiace un po’ vederla arrabbiarsi per via di quel disgustoso Vauro. A la prossima!

  6. Quindi il suo termine di paragone intende giustificare ciò che ha fatto sto figlio di puttana di immigrato criminale e recidivo? Se non è così perchè fa questi termini di paragone? Se in Italia esistono atti criminali indegni del genere umano devono essere immediatamente puniti ma chi viene nel nostro paese non deve, ripeto NON DEVE, assolutamente permettersi di replicare crimini dei nostri connazionali in quanto crimini! Chi viene a casa nostra casomai dovrebbe darci esempio di civiltà se è una vera RISORSA (termine boldriniano) altrimenti deve andarsene tranquillamente affanculo e tanto meno trovare sostenitori locali !

    • Potrei sbagliarmi,ma il tuo intervento sembra una risposta ad un mio sotto.
      Se cosi nn fosse,rispondo lo stesso perché la tua “tonalità” mi ha stimolato.
      Posso dirti che sei una classica piattola italiota,dedita al chiagnifottismo.
      Come “aggravante”,sei pure uno che di un deficit(come moltissimi altri,nn sei solo!),di imperio,ne fai un vanto.
      Io ti suggerirei,se il tuo obiettivo è avere un Paese competitivo,meriticratico,propositivo in ambito internazionale,per fare qualche esempio.
      Dovresti chiedere a chi hai votato di intervenire sulla giustizia,cominciando dalla separazione delle carriere e finirla di creare razzismo a cazzo in materia di crimini sulla persona dal momento che sono solo fattuali ad una retorica gattopardesca,la quale ci ha portato finora ad oggi in codesta situazione.
      Se la situazione nn ti aggrada,nn è colpa dei “negri”,ma di chi te li continua ad indicare.
      La Luna nn è il dito.

  7. caro Meluzzi, condivido tutto tranne che la “mervigliosa Italia”…. l’itaGlia è una putrida, meleodrante ed irriformabile cloaca popolata da parassiti ipocriti ed ignoranti dediti all’esclusivo e devastante culto statolatrico…..!!!

  8. ma no, che andate a pensare? È tutta una montatura fascio-leghista-razzista-nazista: Innocent… già dal nome si capisce che è stato coinvolto solo perché nero: vedete lo spavento e l’angoscia nei suoi grandi occhioni da cucciolo smarrito mentre gli sbirri lo trascinano via di peso? È chiaro che la “tossica” Pamela si sia suicidata e smembrata da sola, facendo ricadere la colpa su un comodo capro espiatorio. Non a caso a Macerata l’hanno capito: grande manifestazione antirazzista dopo i fatti, nessuna commemorazione a un anno per la “crudele” Pamela che ha costretto un Innocent a rovinarsi la vita…

  9. Addirittura dal pleistocene!
    Basta tornare ai nostri anni 90 per trovare efferatezze degne della tal di Macerata.
    Anche la banda di parioli nei 70,famosa come banda del Circeo,era prodiga di violenza seviziante.
    In Italia lo sgomento è di casa da molto tempo.
    Probabilmente dal pleistocene.

    • Lei non è informato sui fatti del Circeo del ’75: eviti di dire fesserie ed eviti di fare similitudini -inesistenti- tra i due orrori.
      Ma eviti -soprattutto- di riferirsi alla povera Pamela con il termine “tal di Macerata”.

      • È arrivato il super esperto,il sig. Estiqaatsi!
        La tal di Macerata,era inteso come la situazione di Macerata.
        I suoi consigli sono superflui,oltre che nn richiesti.

    • Si continua a relativizzare e a giustificare l’ingiustificabile. No non c’é la mafia nigeriana e poi noi abbiamo la nostra vero ? I delinquenti stranieri sono una minima parte degli immigrati e poi quanti italiani sono delinquenti ? Non si puo’ aspellere i delinquenti stranieri a fine pena, e allora gli italiani ? E via dicendo lasciando da parte il buonsenso e giocando con le parole e arrampicandosi sugli specchi, tutto fa brodo.

  10. Meluzzi ha come sempre ragione da vendere!!! Purtroppo noi in questo “bel paese” abbiamo i buonisti o pidioti, abbiamo sempre purtroppo anche certi tipi di magistrati. Ora capisco l’associazione nazionale magistrati, ma proprio no, magistratura indipendente e neppure magistratura libera. Qualcuno di questi esseri aveva detto ” il magistrato va sempre rispettato”. Non sono per nulla d’accordo, Meluzzi l’ha detta giusta, dopo la vignetta dimmerda di vauro, non vorrei che avesse a n testa, qualche strano…. copricapo. A quel punto, moooolto meglio sarebbe, che in testa, avessero qualche proiettile. Loro ed i loro amici giudici, intendo quelli…. faziosi!!!! Non sono pochi!!!

  11. Credo non ci sia molto da aggiungere, Meluzzi é un importante referente culturale per analizzare concretamente una situazione concreta . Grazie di esistere.” La cultura catto-marxista fa sì che noi non possiamo sviluppare anticorpi giudiziari o culturali ecc..” Questo mi sembra un punto fondamentale . Il marxismo eredita l’ecumenismo, il solidarismo buonista , evangelicamente offri l’altra guancia, del cattolicesimo. Ma eredita sopratutto l’ipocrisia cattolica del fate quello che dico io ma non fate quello che faccio io. Insomma l’accoglienza con il culo del tuo prossimo mica il tuo. Siamo alla “fattoria degli animali” di George Orwell. Marxismo e cattolicesimo sono oggi equiparati come dottrine antispiritualiste, Lo stesso Bergoglio si contraddice quanto predica sobrietà e poi indica un modello spietatamente consumista o come si dice ceo capitalista alle orde migranti dell’Africa ed annessi. Dottrine e ideologie , cambia niente ,in estinzione come i panda o fiore all’occhiello dei vari Vauro per campare di gettoni alle comparsate televisive per fare la caricatura del marxista magari col rolex. Insomma che fare? Risposta complessa ma in ogni caso e sopratutto essere testimoni e sempre presenti con le nostre idee, con le nostre proposte e relative scelte politiche. Oggi la rivoluzione informatica ha moltiplicato la comunicazione e l’opportunità di una informazione alternativa . Si parte da qui e boia chi molla. Leoni da tastiera di tutto il mondo unitevi.

  12. Ci sono tantissimi italiani perbene e, purtroppo, negli anni non hanno saputo arginare i catto -comunisti di debole e farabutto pensiero. Ora, per ignavia, siamo costretti al degrado in ogni ambito ed alla morte civile se non sappiamo cambiare radicalmente il modo di governare ed eliminare quelli che ci hanno ridotti fogna. Un ricambio radicale ed eliminazione dell’ideologica cattocomunista che è stata la peggior sciagura della Storia. Saper discernere, provare altro non è nelle corde italiane che, secondo me, son diventati tutti “levantini” nel peggior senso del termine.

  13. Ma dico, avete visto il servizio sul congresso di MD ? Tutti turbantati come tuareg o modelli/e di una fashion week milanese equa e solidale, una roba che se pensi siamo sotto Carnevale, vabbè, ci può stare. Solo che non era un liceo di studenti mattacchioni, era un congresso di magistrati nelle cui mani sta la bilancia della legge ! Ma, dico io, se vedeste i partecipanti ad un congresso medico vestiti da pagliacci come al circo, e magari affermare che i primi a cui dedicare cure sono i migranti, mettereste la vostra vita nelle loro mani ? Cossiga voleva mandare i carabinieri al CSM, cosa toccherebbe mandare a questi di MD ? A voi la risposta, ma attenzione! Questi sono suscettibili e ci mettono niente a querelare per offesa alla …ehm…..magistratura.

  14. Il noto giornalist Giannini, di sinistra e sempre in tv, ha ricordato con raccapriccio i fatti di Macerata e solo dopo la richiesa di chiarimenti dei suoi interlocutori ha specificato che si riferiva al crimine commesso da chi ha sparato ai neri. Non una parola di ricordo o una considerazione per Pamela che è stata la causa involontaria della sparatoria in quanto lo sparatore voleva vendicarla.
    Recentemente persone di destra hanno commemorato tre giovani morti uccisi dai sinistri. Mentre erano al cimitero sono stati infastiditi da giornalisti di sinistra che li hanno schiaffeggiati. E’ successo il finimondo per l’orrendo crimine che, ai loro occhi, non è l’uccissione dei tre giovani ma per gli schiaffi ricevuti.

  15. Caro Meluzzi. La rileggo volentieri dopo che mi hanno sbarrato l’accesso a Facebook e Twitter non ho più avuto questo piacere. Anche se silenziato sono sempre dalla sua parte. L’unico appunto che mi permetto di farle, riguarda il suo mettere al primo posto tra i nostri nemici, gli islamici, che, mi sembra, fino ad ora non ci hanno fatto gran danno a noi italiani. Per quanto riguarda Pamela occorre evitare il politicamente corretto. Lei sa a cosa alludo essendoci sentiti in precedenza.

  16. Fa ribrezzo vedere la differenza di peso mediatico tra la strage (senza morti) di Macerata ed il crimine orrendo che l’ha scatenata. Non che con questo voglia difendere la stupidita’ Traini, ma questo assassino dovrebbe farsi l’ergastolo a vita, possibilmente in un carcere nigeriano!

  17. La vignetta di vauro (minuscolo) ha confermato quello che la sinistra per anni ha negato, cioè che certa magistratura è politicizzata, lo dimostrano certi accanimenti, con la vignetta si sono autoaccreditati a sinistra.

  18. Meluzzi centra bene il bersaglio: l’ideologia marxista-cattolica o buonista a prescindere o catto-comunista come la si voglia dipingere è il faro che illumina la strada politica di MD (assurdo a mio parere, che i magistrati si schierino politicamente infinciando così il loro ruolo di super-partes a garanzia per il popolo stabilito dalla Costituzione) che influenza vistosamente il tessuto politico legislativo nazionale ed europeo. Se a questo si aggiunge anche la legislazione modulata opportunamente ( tanto cara agli amici PD) per creare il meticciato diffuso di integrazione di chi non si vuole integrare ma conquistare il paese.( es i musulmani); quindi alla rivolta del popolo (sovranismo, nazionalismo) si grida subito nei giornaloni sinistri e nei Talk show di pari grado, allo spettro del fascismo, per zittire e scoraggiare ogni opposizione. (aumentando alle stelle il consenso a Salvini). Una bella riforma costituzionale della magistratura si impone, con separazione delle carriere e responsabilità personale dei magistrati sancita da un bel referundum popolare.

  19. Questa nostra Italia,così aspramente stuprata dalle mafie locali e da quelle estere, non ha più forze per reagire. Il male si é diffuso dentro i gangli dello Stato attraverso un pensiero dominante propagandato come quello “buono”. Se il magistrato che disse “bufala che ci siano terroristi sui barconi” non venne rimosso a suo tempo dal Capo Supremo della Magistratura, significa che lui é più potente? Se in TV gli oppositori del pensiero unico vengono sommersi dalle urla di chi non vuol permetter loro di finire un ragionamento, o dalle interruzioni programmate dei “moderatori” al servizio dell’ideologia che li paga, si può ancora parlare di servizio pubblico della RAI? Se il walfer state italiano diventa preda di invalidi magrebini che si gettano all’assalto degli assegni di invalidità con la ferocia dei barbareschi che assaltavano i velieri cristiani nei secoli scorsi, e nessuno muove un dito, nessuno indaga, nessuno si chiede: “ma se sono invalidi come hanno fatto ad arrivare in Italia”? Si può ancora parlare di Repubblica Italiana?

  20. Assolutamente d’accordo soprattutto sul fatto che la cultura catto-marxista non permetta e non accetti di potersi difendere dal dilagante fenomeno di immigrazione, un’immigrazione costituita in parte da soggetti che nascono in sub-culture caratterizzate dalla violenza e da macabri rituali. Il problema maggiore credo che sia, più che l’immigrazione stessa, l’impossibilità, dovuta in gran parte ad un buonismo sinistrorso, di difendersi dalle violenze che quest’ultima porta inevitabilmente con sè.

  21. Anni addietro si svolse una guerra tra lo stato di diritto, i militi erano tra gli altri, rappresentati da Falcone, Borsellino e il generale della Chiesa contro una realtà piena di ombre. Sappiamo come è andata a finire. Quello che è accaduto a Pamela e a molte altre ragazze, in Italia e nel mondo, non è altro che un piccolo preludio di quanto ci potrà accadere a noi e ai nostri figli, perché è ormai evidente che lo Stato, per tutto quello che noi consideriamo ormai uno Stato di diritto ormai non esiste più, o per lo meno la parvenza di uno Stato di diritto. Esiste solo un Potere inflessibile e implacabile con i deboli e asservito e ossequioso con il potentato. Non esistiamo come individui siamo solo esseri ai quali si chiede con la solita arroganza del potere di esistere per pagare le tasse e mantenere i loro privilegi.

  22. L’ITALIA deve essere difesa, perché é la nostria amata patria e bisogna difenderla a cnhe a costo della VITA.

  23. “Questo nostro meraviglioso Paese in tempi recenti è stato sottoposto a una vera e propria invasione” . In realtà il dottor Meluzzi aggiunge un: “Afroasiatica”, che limita e di molto la disgrazia Italiana. Oggi noi ci stiamo ribellando ad una invasione che ci vede diversi da chi entra in Italia a barconate e ci costringe ad ospitarli , supportarli e sopportarli. Quanto sta passando in dimenticatoio è che prima degli Africani, abbiamo subito una invasione dai paesi dell’est, altrettanto cruenta come quella afroislamica. La differenza? i primi hanno raccattato e lo fanno tuttora, tutto quanto è ricchezza; lo caricano su furgoni e lo esportano a casa loro. I secondi si sentono addirittura padroni e con diritto assoluto imposto, di ospitalità che per loro vuol dire padronanza e colonizzazione del territorio Italiano. A fattor comune, c’è tanta delinquenza e consapevolezza che in Italia chi sbaglia non paga. In Italia c’è MD e non una giustizia giusta. Ci sono magistrati, non giudici.

    • urge correzione:” il dottor Meluzzi parla di invasione “Afroislamica” e non Afroasiatica come da me riportato.

  24. Mi scuso se è insignificante rispetto questa tragedia, ma leggo ora che la Corte di Giustizia Europea si è espressa in merito alla condanna per diffamazione del direttore Sallusti condannando lo Stato a risarcimento con la sentenza: “dalla magistratura ingerenza nella liberta di espressione”.
    In queste cose la magistratura italiana ha dimostrato sempre di essere presente…nella tragedia di Macerata stiamo ancora aspettando che faccia il suo dovere..
    La vignetta che i magistrati di MD hanno “commissionato” a Vauro è preoccupante per quanto sia farcita di un’ ideologia così esplicitamente in contrapposizione ad un Governo che finalmente è legittimato da un esito elettorale.

    • Sono contento per il direttore Sallusti . Questa MD può solo ordinare vignette a Vauro; meglio un disegnino; per loro, capire uno scritto è più difficile.

  25. La cosiddetta “magistratura” ha superato il fosso della decenza da tempo immemorabile.
    Pretendono rispetto, ma ignorano che lo devono meritare dimostrando di essere credibili.
    Mi è capitato a volte di avere a che fare con i tribunali e ho smpre dovuto prendere atto dell’arroganza e superficialità del magistrato di turno; non ne ho mai visto uno che mi incutesse rispetto.
    Il più delle volte le udienze venivano aggiornate a date impossibili, anche di anni, semplicemente perché il magistrato non aveva letto le carte relative a quella udienza e trovava comodo procastinare.
    Il più delle volte le udienze diventavano come un mercato del suk., molto lontano da un apese civile.
    A Singapore i giudici hanno degli ascensori a loro riservati per evitare un qualsivoglia contatto con le parti in causa; mai e poi mai potrebbero andare contemporaneamente al bar o al ristorante (anche fuori del tribunale); un’altro mondo lontano anni luce da noi.
    La cosa che mi stupisce è il fatto che il Presidente della Repubblica, che presiede il CSM, possa tollerare questa situazione.

  26. Sono d’ accordo al 101%100 con il prof Melluzzi che fu lungimirante su questo grave fenomeno… purtroppo inascoltato da alcuni buonisti policitizzati

  27. Il Presidente della Repubblica ha niente da dire?
    Chi ha sostituito il Presidente della Repubblica con una vaschetta di jogurt sottovuoto?
    A che serve un presidente della Repubblica sterilizzato?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *