in

L’ultima di Galli: il re virologo ci vieta di votare

Dimensioni testo

Massimo Galli blinda il governo Conte. No, non è un refuso. È la sinistra realtà della pandemia e dei virologi superstar – ormai anche opinionisti politici. Galli, ospite di Myrta Merlino su La7, commenta la crisi innescata da Matteo Renzi e sentenzia: “Non ci possiamo permettere le elezioni”, ci costerebbero un drammatico aumento dei contagi, come – secondo lui – è successo per colpa delle regionali di settembre e in America con le presidenziali.

Siamo veramente arrivati a questo punto? Non solo siamo ai domiciliari, non solo le misure che sembravano straordinarie e temporanee (le mascherine ovunque, il coprifuoco, i divieti di visitare i parenti) sono diventate la nuova normalità, ma adesso i medici pretendono anche di dettare modi e tempi alla politica e, soprattutto, di decidere se possiamo o non possiamo votare. La democrazia è superata: ora è l’era della virologocrazia. Toc toc, stavolta, lo dico agli italiani: quanto altro siete, siamo, disposti a sopportare?

Nicola Porro, 10 gennaio 2021