in

L’ultimo agghiacciante proclama di Speranza

Dimensioni testo

Intervistato da Lucia Annunziata nel suo talk domenicale in onda su Rai3, Roberto Speranza si candida a divenire il Lenin del terzo millennio, dal momento che vorrebbe dare “tutto il potere ai soviet sanitari”. Tant’è che ad una domanda della compiacente conduttrice ha pronunciato il suo slogan definitivo: “Mi fa piacere dirle che io rappresento tutte le persone che credono nella sanità pubblica e chi pensa che il diritto alla salute conti più di tutto.”

Una frase dai risvolti agghiaccianti e che definisce ancora una volta la cifra di questo impresentabile personaggio politico il quale,  vorrei sottolineare,  non è egli stesso il problema, bensì solo il sintomo assai grave di un sistema democratico oramai privo di adeguati contrappesi di libertà.

Già proprio quella tanto bistrattata libertà che dovrebbe rappresentare il principio fondamentale di ogni comunità civile, oltre ad essere il presupposto ineliminabile per garantire quella salute che il nostro eroe potentino utilizza come una clava.

A tale proposito e a beneficio di chi continua a bersi le pozioni tossiche del ministro della Salute (rigorosamente biologica), vorrei ricordare cosa intende l’Organizzazione mondiale con il termine “salute”: “uno stato di totale benessere fisico, mentale e sociale e non semplicemente assenza di malattie o infermità.”

Dunque, non una mera esistenza vegetativa, alla quale siamo stati ridotti dalle insensate misure fortemente volute da Speranza, bensì una condizione psico-fisica sana ed equilibrata che solo nei regimi ispirati alla libertà ed al senso di responsabilità dei singoli si può dire che sia stata massivamente raggiunta.  Una condizione relativamente felice che la terrificante visione di Speranza e compagnia cantante sta trasformando in un incubo senza fine. Credo che sia giunto il momento di rimuovere definitivamente dal governo questo ingombrante sintomo.

Claudio Romiti, 19 aprile 2021

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
53 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
trackback
Coprifuoco, giorno 192 - Daniele Capezzone
17 Maggio 2021 8:35

[…] tutto il weekend, non ci siamo fatti mancare il relativo dibattito politico, con il tentativo del solito ministro Roberto Speranza di transennare e centellinare ancora l’eventuale minima concessione, di renderla ancora più […]

trackback
Vilipendio del presidente: un reato da cancellare - Redazione
12 Maggio 2021 17:16

[…] Mattarella quanto assente, se non addirittura nascosta, nei confronti del Ministro della Salute Roberto Speranza per le plurime responsabilità che questo ha avuto dal febbraio 2020 ad oggi durante l’emergenza […]

trackback
Caro Speranza, basta con le stronz*** - Andrea Amata
26 Aprile 2021 13:51

[…] per una maggiore sicurezza della mobilità, sarebbe stata più produttiva. Il ministro della Salute Roberto Speranza, promotore di una politica in rapporto ossimorico con il suo nome, è sempre più l’icona in […]

trackback
Gli intellettuali a Draghi: "Chiuda tutto" - Marco Baronti
23 Aprile 2021 8:47

[…] quella che dovrebbe essere la regola più banale: il buon senso. E se alle sirene chiusuriste degli Speranza e dei Galli si aggiungono pure gli intellettuali, allora il mix non può che diventare letale. […]

trackback
Fassina (per sbaglio) assolve Salvini - Dino Cofrancesco
21 Aprile 2021 16:38

[…] mozione di sfiducia di Fratelli d’Italia contro il ministro della Salute Roberto Speranza, lo ammetto, mi lascia molto perplesso anche perché mi sembra destinata a creare imbarazzi più […]

Fabio
21 Aprile 2021 9:22

Da disabile, il “salutismo” propinatoci dal partito dell’ipocondria mi sta danneggiando in quanto si vede la persona con problemi di salute come qualcosa da curare a tutti i costi, da “normalizzare”.
Con le malattie ci si convive.
Non siamo in grado di prevenire o guarire tutto, l’importante è avere delle cure adeguate quando la malattia sopraggiunge o peggiora, non il tentare a tutti i costi di guarire permanentemente. Ad oggi non riusciamo a prevenire i coronavirus, si pensi all’influenza e al rinovirus, e quindi non riusciremo a prevenire il covid.
Bisogna conviverci.

Jansanti
Jansanti
20 Aprile 2021 12:44

Mamme rubano al supermercato per sfamare i figli, una di loro: “Non siamo ladre”

Uno specchio di realtà che vorrei pesasse sulla testa di Speranza…

trackback
L’ultimo agghiacciante proclama di Speranza – Il Nuovo Arengario
19 Aprile 2021 19:52

[…] fonte: nicolaporro.it […]