in

“Ma c’è un limite agli immigrati che volete in Italia?”, Capezzone vs Furfaro

Dimensioni testo

Altra puntata della diatriba sui “porti aperti” tra Daniele Capezzone e Marco Furfaro. Dopo aver discusso sul ruolo delle ong, questa volta i due dibattono sulle quote. “Ma c’è un limite agli immigrati che volete in Italia?”, chiede ripetutamente Capezzone all’esponente del Pd…

Dalla puntata del 16 settembre 2019

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
56 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
step
step
23 Settembre 2019 13:48

Che strano il Giappone: è tra le prime economie al mondo, sono su un’isola lontana dall’Occidente, e riescono a sopravvivere con zero immigrati e natalità zero. Un miracolo inspiegabile secondo gli eurocrati di sinistra.

laval
laval
21 Settembre 2019 23:00

Sal non è un uomo di cultura In quanto sicuramente è un personaggio con i neuroni imbevuti di sinistra ferma a frasi stereopatiche precostituite, ma non approfondite in senso generico e profondo.
Sicuramente è stato culturalizzato come uomo di attacco della sinistra per creare disagio e disarmonia con chi non la pensa come lui e quindi attacca e offende quando non è in grado di proporre argomenti validi.
Concordo con Silvano Caballero, la miglior soluzione per questi soggetti è relegarli nei lori angoli senza considerarli.
Ben vengano le critiche costruttive che fanno crescere il pensiero in quanto nessuno è nel giusto quando non deriva da un confronto corretto.
Sal smettila di offendere.

gianfranco benetti longhini
gianfranco benetti longhini
21 Settembre 2019 18:49

Cosa centra il freddo e ghiaccio a Lampeduza? Sembra strano che tanti giovani come questo tizio non rispetta chi sta parlando. Un buon detto africano che traduco ,,,,
“Abbiamo due orecchie e una bocca, dunque parliamo meno e ascoltiamo il doppio”.
Sono cresciuto in Africa per 31 anni, altri 10 fra Kuwait e Arabia Saudita, e posso dire che non ho mai visto o sentito tanta maleducazione come quella di una certa parte “ideologica” che esiste nel nostro paese. Nessun premio per indovinare quale!

Silvano Cavallero
Silvano Cavallero
21 Settembre 2019 18:37

A TUTTI QUELLI CHE RISPONDONO A Sal
ma perché perdete il vostro tempo? Questo sito , secondo lui, è un sito di ignoranti, zotici, evasori …….. aggiungete qualunque insulto vi passi per la mente e Sal lo ha scritto. E certamente un intellettuale moltissimo sapiente, ovviamente di sinistra. Non può istruirsi dialogando, perché lui sa già tutto e noi non potremmo mai essere informati come lui.
Pertanto lui si sente in diritto di insegnare e insultare. Per favore non rispondetegli, non commentatelo, ignoratelo. Sperando che se ne vada a pascolare tra i suoi pari , in qualche area melmosa, dove si rotolano con grande superiorità e piacere.

Werner
Werner
21 Settembre 2019 15:11

Per la sinistra, l’immigrazione, regolare o clandestina che sia, purchè di massa, è sempre ben accetta e c’è spazio per tutti, anche per 200 milioni di africani in Europa.

Sal
Sal
21 Settembre 2019 14:45

Certo un ex radicale di sinistra che si occupava dei diritti civili e dei problemi della gente che continua a fare campagna elettorale contro la gente povera….
È sconcertante.

adl
adl
21 Settembre 2019 13:32

Lei è libero di pensarla come le pare, esattamente come me. Le faccio umilmente notare che se non pagassi le tasse, per me non cambierebbe nulla. Forse è vero il contrario, ovvero che chi paga, si preoccupa di una spesa fuori controllo, ed è persino più logico.

Marc
Marc
21 Settembre 2019 13:22

Per un attimo avevo letto “FuFFaro”…