in

Macché educazione civica, molto meglio l’educazione cinica - Seconda parte

Dimensioni testo

L’ora di educazione civica mi porta alla mente le ore di religione al tempo della mia giovinezza, quando a turno noi ragazzi ci chiudevamo nell’armadietto della classe e allorché il sacerdote, che chiamavamo amabilmente “pallanculo”, cominciava la litania, l’armadietto si apriva e ne usciva il “fantasma”, mentre il sacerdote con santa pazienza alzava gli occhi al cielo. Ecco, l’ora di educazione civica è così vanitosa e presuntuosa da far apparire l’ora di religione della mia giovinezza come una vera educazione sentimentale. Suggerisco di trasformare le ore di educazione civica in ore di educazione cinica. Il buon vecchio Diogene con la sua lanterna e la sua botte e la sua “spudoratezza” sarà certamente più istruttivo e pudico.

Giancristiano Desiderio, 11 settembre 2019