in

Marche: pure il centrodestra copia i dittatori sanitari

Dimensioni testo

Vivo nelle Marche e nelle Marche c’è un governatore di Fratelli d’Italia che quindici giorni dopo essere stato eletto come prima ordinanza ha imposto le mascherine all’aperto. Dice la gente: ma questi che fanno, che opposizione fanno? L’opposizione che c’è ma non c’è, che si adegua al terrorismo sanitario della minoranza che comanda.

Siamo già in lockdown

Siccome faccio il giornalista, sono in fama di quello che non sa niente ma prevede tutto e allora mi chiedono: ma secondo te rifaranno il lockdown? E io, che non sono abituato a mentire per consolazione, rispondo: ma ci siamo già al lockdown. In giro tutti con la mascherina in faccia, anche gente che fa il medico, che ha studiato, tutti tappezzati, a spasso, in bicicletta, da soli in macchina, qualcuno perfino coi guanti. Questa sindrome del contagio, del morbo che c’è ma non c’è, dell’insidia invisibile ha molto dell’ordalia, del catastrofismo scaramantico, molto del pensiero magico: siamo allo 0,089% di contagiati, in larga parte asintomatici, e la chiamano pandemia. E in questo la minoranza che comanda ha già vinto, la mascherina è icastica, è il simbolo della resa, della sottomissione, confermi di essere disposto a comportarti da cane, porti la museruola che non ti fa respirare, non ti lascia parlare, pensare. Un popolo mascherato è un popolo che ha già perso.

C’è un filo rosso che parte dalla Cina, passa dalla cricca democrat americana che si scrive Biden ma si legge clan Obama e Clinton, arriva all’Unione europea e fino all’Italia di Conte, di Zingaretti l’odontotecnico, di Mattarella che dice: sono molto preoccupato per i contagi, e subito mandano l’esercito. Piazza San Pietro militarizzata come non era mai stata sotto pericolo islamista, vigili e polizia sempre più prepotenti, il termine “negazionista” che non è stato adottato per caso ma appartiene al lessico storiografico della sinistra autoritaria e significa bugiardo, infame, reietto.

Dice la gente, non solo qui nelle Marche: ma se di noi bottegai, commercianti, piccoli imprenditori la sinistra non si preoccupa e se l’opposizione di centrodestra non si preoccupa, che ci resta? C’è chi insinua: Salvini, ricattato dalla magistratura, ne è anche il ricattatore, lo prosciolgono a Catania pur che non parli, non infierisca sugli scandali che pure lo colpiscono e non disturbi il manovratore. Dietrologie, senz’altro, ma è un fatto che della colossale vergogna del metodo Palamara quasi nessuno parla più, sta scadendo nel gossip e invece lambisce lo stesso Quirinale il cui inquilino è il capo della magistratura. E questo governo di avventizi e di avventurieri fa quello che vuole o meglio quello che piace alla Merkel e alle cosche di Bruxelles.

Arriva il lockdown? Ma ci siamo già, le ondate di cadaveri che i virologi varietà profetavano da maggio non si sono visti, qui nelle Marche, a Porto San Giorgio, hanno messo a ferro e fuoco un locale per un solo contagiato e poi non se n’è saputo più niente, di mille che c’erano non uno è risultato positivo. A Roma ci sono bar che da venti, cinquanta dipendenti sono scesi a due e fanno dieci clienti in una giornata. Esci al sabato sera e non trovi nessuno, non sai che fare, dove andare, un mortorio, una città spenta, spugnosa di fantasmi. Le formule si sprecano: lockdown mirati, lockdown selettivi e così ogni giorno si scende un gradino nella scala delle libertà costituzionalmente garantite.

Ma che importa? Come disse quel cronista di Repubblica a Quarta Repubblica: “Lo sappiamo tutti che la Costituzione è stata disapplicata”, affermazione clamorosa che nessuno ha raccolto. Il lockdown globale è una decisione politica, non sanitaria, gli stessi invasati del comitato tecnico scientifico cominciano a tradire segni di insofferenza, di nervosismo, buffoni sì ma insomma lasciateci la dignità. Ma la grancassa mediatica non si ferma, i telegiornali si aprono e si chiudono col Covid e in mezzo mettono il riscaldamento globale, lasciando intendere che i due flagelli sono interdipendenti, i positivi come morituri, i vecchi di novant’anni folgorati da senescenza o ictus ricondotti al virus.

Tutti gendarmi della salute pubblica

Mentre a Roma e in tutta Italia gli anziani ricoverati in certe strutture vengono internati e dopo pochi giorni spirano, nell’impotenza più o meno interessata dei parenti. Ci si mette anche questa vergognosa classe sedicente intellettuale: guitti, pagliacci, attori cani, scrittori analfabeti, cantanti spompati, tutti che si autopromuovono gendarmi della salute pubblica, neanche uno col coraggio di fare un’opera da dissidenti: molto meglio tifare per la morte di Trump, un conformismo rivoltante, un opportunismo mortificante ma se crolla quel che resta della filiera produttiva, industriale, il paese è finito sul serio. L’Unione europea detta le sue regole: più paura, più controlli, più app inutili, più mascherine e più segregazione, altrimenti gli aiuti ve li sognate. E più migranti, quelli sempre. Sì, ma senza più ricchezza, senza consumi e senza guadagni come li mantieni anche loro, come la fai la assistenza?

Sergio Ricossa insegnava una cosa ovvia e cioè che la solidarietà costa, non cresce sugli alberi ma viene dalla ricchezza residua. Il mantenimento degli ultimi lo possono fare i ricchi, non i miserabili e qui il numero dei miserabili cresce a vista d’occhio, altro che curva dei contagiati. Ma a nessuno sembra importare, i pochi che osano ancora dirlo subito marchiati da assassini, da boia e si mettono a cuccia. Bergoglio se la cava dando la colpa del coronavirus al mercato, ma il virus l’ha creato la Cina nei suoi laboratori, l’ha fatto fuggire, consapevolmente o meno, ha mentito, ha nascosto e poi ha speculato sulle conseguenze. Dice l’uomo comune, che non capisce ma intuisce: mah, secondo me c’è qualcosa dietro, qualcosa di mondiale. Sì, c’è la Cina che più la presunta pandemia continua e più si annette pezzi di occidente.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
55 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
fabiana
fabiana
9 Ottobre 2020 16:01

che delusione la destra……nelle Marche…..non siamo tutelati neanche dall’opposizione!!!!!

Federico
Federico
7 Ottobre 2020 17:42

Si vede ache hanno messo la testa a posto anche nelle marche.

Tixx
Tixx
6 Ottobre 2020 12:05

Condivido ogni singola parola ho una rabbia ed un malessere come mai l’ ho avuto nella mia vita vorrei fare qualcosa ma non so che fare mi aspettavo che l’opposizione si ribellasse ma solo ora capisco cosa vuol dire veramente il populismo credo che finché il 90% della popolazione crederà al virus del pipistrello l’opposizione non farà nulla solo per paura di perdere consensi spero che quando la verità verrà a galla qualcuno si prenda briga di giudicare anche loro come corresponsabili dei crimini contro l’umanità commessi dal governo dai media e da tutta la filiera complice di questa frode planetaria c’è un unica cosa che non mi trova d’accordo con l’articolo penso che più che i cinesi dietro questa Frode ci siano i soliti DEMONI che comandano il mondo le Familie che da secoli decidono nel bene e nel male le sorti del pianeta parlo dei Rotshild & c.

Mario
Mario
6 Ottobre 2020 10:15

Del Papa rosica che alcune regioni centro dx stanno adottando le mascherine all’aperto. Una realtà l’ha detta i cittadini non si possono appoggiare a nessuno perchè ad ogni modo tutti si stanno adeguando alla prevenzione e prudenza come giusto che sia. Non si preoccupa nessuno destra, sinistra e tantomeno Salvini. SOLO PROPAGANDA.
Il dato che lei sostiene, molto basso, dello 0,09% di contagi è ottimo e speriamo che non aumenti per la salute, per la libertà e per il ritorno alla normalità dei cittadini, ma tutto questo nasce sicuramente da i comportamenti adottati soprattutto dai cittadini, come anche le teorie dei cosidetti “negazionisti” del virus.

Petrus
Petrus
6 Ottobre 2020 7:15

Articolo magistrale, tutto vero…è un complotto, come la storia che la terra è tonda, ci vogliono far credere cose che scientificamente non esistono…Briatore ha avuto una prostatite, Berlusconi pure, e Trump lo ha infettato qualche agente segreto cinese, con un virus sconosciuto

Davide V8
Davide V8
6 Ottobre 2020 1:32

Max magistrale.
L’opposizione deve smetterla di essere complice, e darsi una sonora svegliata.

Lorenzo
Lorenzo
5 Ottobre 2020 20:46

Articolo agitato, nichilista al limite della straccioneria. Solo un paio di passaggi Condivisibili solo xche’ di una evidenza clamorosa: immigrazione e Bergoglio . Per il resto …….mah!!!

Elisa
Elisa
5 Ottobre 2020 20:13

Splendido articolo, un po’ inquietante . e’ vero, ma la realtà nuda e cruda fa paura, meglio l’anestesia, tutti a pecora, mascherati, guantati e tra poco vaccinati!
Il complotto della Cina non posso asserire sia vero, però mi chiedo “Cui Prodest?” chi ne ha tratto vantaggio? direi solo loro, che unici sul pianeta, possono vantare un Pil in leggera crescita.
Ci hanno rincoglioniti a furia di notizie contrastanti, tutto ed il suo contrario, io dico bianci ma tizio dice nero, che dobbiamo fare?
Meno male che vi sono (pochi) giornalisti come l’autore, Porro, Maglie ,Gilletti ed altri di cui ora mi sfugge il nome.
Altrimenti, siamo con l’informazione di regime, minculpop, istituto luce…bleah! ormai ho una certa, quel che mi spiace e’ per i miei figli e nipoti, non gli lasciamo certo un bel mondo!