in

Meloni, occhio ai dossier dei servizi segreti

Dimensioni testo

Tutti pazzi per il toto-ministri: chi andrà dove è certo importante, appassionante ma fino a un certo punto.

Ho capito quanto conta davvero un ministro – cioè poco – la prima volta che sono entrato alla Farnesina, sede del ministero degli Esteri, ospite di quello che allora era il dirigente più alto in carica. Bene, per tutta la colazione questo signore, parlando del ministro, lo definiva il ministro pro-tempore, cioè uno che per quanto bravo e noto che sia, e lì di passaggio mentre lui, lì, era da prima e lì resterà insieme ai suoi colleghi a fare e disfare a loro piacimento.

Voglio dire: i ministri contano sì, ma fino a un certo punto. Chi conta sono i capi di gabinetto, i direttori generali, l’Avvocatura. Ma c’è di più…

Continua ascoltando il podcast di Alessandro Sallusti del 6 ottobre 2022