in

Noi, consulenti del lavoro, dimenticati da Conte - Seconda parte

Dimensioni testo

C’è chi parla e scrive, invece, seguendo i soliti schemi, le solite frasi fatte, senza pensare a come sostenere chi il lavoro lo produce, quelle PMI italiane che sono la struttura portante del nostro Paese e che in questo momento sono in ginocchio. In queste ore sto ricevendo molti messaggi da parte dei miei colleghi. In tutti prevalgono la paura per la situazione sanitaria ma anche per quella economica del Paese.  Nonostante tutto, nonostante le mille difficoltà prevale in noi il senso del dovere e la consapevolezza del valore sociale della nostra professione, senza la cui opera i rapporti di lavoro e gli Enti di riferimento non avrebbero operatività.

Chiediamo però di essere tutelati rispetto alle ricadute negative che potrebbero avere promesse che non potranno essere tecnicamente mantenute. Le chiediamo, Illustre Presidente, di tenere unite le componenti sociali e professionali del Paese, sostenendo e confortando tutti indistintamente.

Con questa richiesta, Le formulo i nostri ossequi.

Il Presidente, Dott.ssa Marina Elvira Calderone