Cultura, tv e spettacoli

Ultima ora

“Non è nel mio stile”. Amadeus e la Rai: la stoccata nel video di addio

Il conduttore saluta viale Mazzini: “È tempo di nuovi sogni”. Ama conferma: “Io sempre autonomo”. Ma lancia una stilettata su quanto emerso in questi giorni

amadeus lascia la rai e approda al Nove

Amadeus ha annunciato il suo addio alla Rai. Con un video diffuso su Instagram, il popolare conduttore ha espresso la sua gratitudine per gli anni trascorsi all’interno del servizio pubblico, definendoli un motivo di “orgoglio, di responsabilità ed immenso piacere”. La sua decisione di lasciare l’azienda non sarebbe stata presa alla leggera, dice, sottolineando che “non è stata per me una scelta facile anche in considerazione degli sforzi importanti fatti da Rai per trattenermi“. Amadeus ha poi chiarito che la sua scelta è avulsa da questioni personali o pressioni mediatiche, affermando che “senza che io abbia mai fatto alcuna richiesta per favorire i miei familiari o per escludere miei passati collaboratori, a dispetto di quanto è stato fatto circolare sulla stampa negli ultimi giorni. Non è nel mio stile”.

Inoltre, ha voluto ringraziare coloro che hanno lavorato al suo fianco, dalle maestranze Rai ai colleghi e agli artisti che hanno creduto nelle sue idee, con menzione speciale per i programmi da lui realizzati, tra cui il Festival di Sanremo. Amadeus ha concluso il suo messaggio con uno sguardo verso il futuro: “Ora è tempo di nuove sfide professionali e personali. È tempo di nuovi sogni. Grazie a tutti. Ci vediamo in tv”.

“Lavorare in Rai per tanti anni è stato per me motivo di orgoglio, di responsabilità ed immenso piacere .
Al servizio pubblico va il mio più sentito ringraziamento .
Grazie a tutti i Dirigenti che ho incontrato negli anni, che hanno riposto in me fiducia, garantendomi autonomia e serenità .
Non è stata per me una scelta facile anche in considerazione degli sforzi importanti fatti da Rai per trattenermi, e senza che io abbia mai fatto alcuna richiesta per favorire i miei familiari o per escludere miei passati collaboratori, a dispetto di quanto è stato fatto circolare sulla stampa negli ultimi giorni .
Non è nel mio stile .
Un grazie speciale va alle Maestranze Rai che rappresentano al meglio lo spirito dell’azienda .
Grazie anche ai Colleghi e ai tanti Artisti che hanno creduto in me e si sono fatti coinvolgere nelle mie idee.
I programmi che ho avuto la possibilità e la gioia di realizzare (Sanremo compreso) appartengono al Pubblico, ma rappresentano per me, un pezzo di cuore e di vita.
Sono entrato ogni giorno nelle case di milioni di persone, ho provato a ripagare il grande affetto e l’apprezzamento ricevuto, con il lavoro,
la professionalità, il rispetto e la libertà. Ho dato tutto me stesso. Ora è tempo di nuove sfide professionali e personali.
È tempo di nuovi sogni.
Grazie a tutti
Ci vediamo in TV”

La notizia del suo addio giunge dopo una serie di indiscrezioni circolate nei giorni passati, che avevano già ipotizzato questo esito. Amadeus ha ufficializzato la sua scelta al direttore generale Giampaolo Rossi, e così concluderà il rapporto con la Rai il 31 agosto, ultimo giorno di contratto con la rete. La decisione è stata motivata dalla volontà di intraprendere nuove sfide professionali, in particolare con il canale Nove del gruppo Warner Bros Discovery.

Seppure le voci di corridoio avessero tentato di giustificare il trasferimento di Amadeus con varie teorie, da pressioni interne a condizioni contrattuali, lo stesso presentatore ha smentito queste narrazioni, dichiarando di aver avuto totale autonomia. L’interesse suscitato dalla vicenda di Amadeus ha tenuto banco nelle conversazioni online, con un hashtag #Amadeus in costante tendenza. Analisi del digitale hanno rivelato una certa passione degli italiani verso il possibile passaggio del conduttore ad una rete concorrente, ma anche un calo nel sentiment positivo verso Amadeus.

La sua ultima apparizione, prima dell’addio, è stata annunciata da Fiorello per la puntata finale di “Viva Rai 2” in programma il 10 maggio, dove potrebbe anche affrontarsi l’addio di Fiorello stesso, che potrebbe decidere di unirsi al collega nella nuova avventura televisiva.

Iscrivi al canale whatsapp di nicolaporro.it

12 e 13 Luglio 2024 a Bari

la grande bugia verde

SEDUTE SATIRICHE

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli