in ,

“Ovvove” a Capalbio: vincono i barbari della Lega

Ovvove (orrore). A Capalbio, la spiaggia preferita dai turisti radical chic, i barbari della Lega hanno ottenuto il 47 per cento.  Il successo di Salvini apre però nuovi, impensabili scenari. Questa volta professori, deputati, scrittori, critici letterari potrebbero mettersi lo scolapasta in testa e scendere in piazza per fare la revolucion. Troppo importante strappare Capalbio ai suoi cittadini neoleghisti e dunque indegni. Il pueblo della cittadina toscana non ha forse gradito il minacciato invio di 40 immigrati, uno spettacolo che gli intellettuali villeggianti non avrebbero mai sopportato (e infatti alcuni di loro si indignarono per la decisione).

È noto come stanno le cose per i nostri pensatori: i migranti sono tutti da accogliere, a patto che vivano nelle periferie e non infastidiscano il riposo di un paradiso come la “Piccola Atene” del mar Tirreno. Insomma sono leghisti come i leghisti. Ma, a differenza dei leghisti, sono ipocriti.

Alessandro Gnocchi, 28 maggio 2019

Condividi questo articolo