in

Pensioni, Landini dimentica qualcosa

Sulle pensioni il segretario della Cgil si è intestato una battaglia assurda

landini quota 100

Dimensioni testo

Salviamo il compagno Landini. A differenza del soldato Ryan, il segretario della Cgil non vanta lutti familiari che giustifichino un intervento misericordioso, ma Landini potrebbe tornare utile a qualche parente, più di quanto non lo sia oggi per i lavoratori (sempre meno, a fronte di sempre più pensionati) che rappresenta.

Come ha detto e scritto Giuliano Cazzola, Maurizio Landini – a proposito di pensioni – si è intestato una battaglia “assurda e antistorica” che fa male a lui, al sindacato e ai lavoratori. Lo sguardo fisso sulla pensione gli ha fatto dimenticare un pezzo non trascurabile della sua attività sindacale, che è quello di favorire l’emersione dal lavoro nero, sottopagato, e quindi mal contribuito; che è quello di negoziare e contrattare a livello nazionale, e sempre più a livello territoriale e aziendale; che è quello di chiedere non solo forme di assistenza per chi perde il lavoro – politiche passive – ma soprattutto interventi che possano favorire una maggiore occupazione (per giovani e donne, in primis) – politiche attive – e quindi le migliori condizioni per poter arrivare alla pensione.

Incaponirsi per intestarsi lo scalino o lo scalone “post quota 100” è parso subito assurdo. Più o meno un tic simile e contrario a quello di Matteo Salvini (il suo più che un tic è parso sempre un tik tok) per conquistare qualche migliaio di like in più. Come quando ha provato a cavalcare la tigre dei “no green pass”. Non si era capito e non si è capito dove volesse arrivare con la sua disquisizione da retore dell’Appenino emiliano: o il governo rende obbligatorio il vaccino, oppure non può rendere obbligatorio il green pass. Per poi abbassare il livello della disquisizione logico-filosofica e arrivare alla richiesta di tamponi gratis, con lo slogan: “Non si può pagare per lavorare”.

L’antistorico Landini aggiungeva sibillino: “Nessuna contrarietà del sindacato al green pass nelle aziende, ma niente sanzioni per chi dice no”. Cioè? In pratica ciascuno faccia come gli pare. Un bell’esempio di organizzazione, tanto più di organizzazione sindacale. Al compagno Landini, come a un pugile stordito, è toccato un rivale dall’apparenza lieve, ma dal cazzotto duro (quando vuole), capace di apparire e scomparire dal ring (e dal tavolo di Palazzo Chigi) quando gli pare, senza riguardo per i convenuti. Mario Draghi non manca occasione di invitare lui e gli altri due compari di Cisl e Uil, anche se li fa accomodare con un pugno di mosche in mano.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Pierantonio ravera
Pierantonio ravera
5 Novembre 2021 8:51

Ma da uno che dichiara che la proprietà privata è come uno struoto a una donna cosa vi volete aspettare ignorante cronico un emerito testa DC uno che se chiedi 5×2 deve prendere la calcolatrice e il grande sindacato italiano è presieduto da un imbecille del genere ….

Esnaider
Esnaider
4 Novembre 2021 22:26

Mastrapasqua l’uomo dei trecento incarichi che si traveste da difensore dei giovani dopo averne affossato i padri, è davvero divertente. L’insana passione di Porro per questo boiardo di stato.

Marco Rossi
Marco Rossi
4 Novembre 2021 19:40

35 di contributi sono sufficienti per andare in pensione credo!,non 41 o 43,ho cominciato a 20 anni, esempio vado a 55,non 61 o 63, torniamo ai 35,o dobbiamo schiattare lavorando?,a maggior ragione i mestieri usuranti.

Fabry
Fabry
4 Novembre 2021 18:40

Mi domando come mai nessuno noti che appena si tocca il tasto pensioni questi signorotti noblesse oblige, con l’ingioiellata professoressa in testa, si trasformano in filantropi con la missione divina di salvare i giovani e gli indigenti. Almeno fino a che venga approvato qualche meccanismo del tipo : “andrai in pensione con 3 soldi nell’anno del calendario cinese del mai e se le congiunture astrali favoriranno l’accoppiamento dei koala.” Dopodichè tornano ad essere se stessi. E la filantropia un termine da usare a natale.

Dante
Dante
4 Novembre 2021 17:17

campagna contro green pass sacrosanta direi…. se vuoi mastropasqua ti do anche i miei di vaccini da inocularti…e landini ovviamente si è adeguato a quello che dici tu….poi sia lama sia berlinguer hanno sempre perso non so che tipo di film hai visto ….quindi anche landini sta e starà sempre dalla parte sbagliata che non c entra con il pass..ceritifcato da stato totalitario quello che piace a landini e ti definisci liberale??

Robespierre
Robespierre
4 Novembre 2021 16:48

IL SECONDO TRAGICO LANDOZZI

Metamorfosi di un sindacato.
Da Cipputi all abbraccio con i malvagi.