in

Per chi ho votato alle ultime elezioni? La politica dell’incoerenza

Dopo i balletti politici di questi ultimi giorni pre-ferragostani e quelli che vedremo nei prossimi dopo ferragosto, sono stato colto da un dubbio amletico. Io, per chi ho votato alle ultime elezioni? Lo dico perché davvero non ricordo, perché realmente non riesco a far mente locale su quale fosse l’offerta dettata dall’ultima campagna elettorale. La mia non è una battuta, non ricordo chi fosse con chi, e chi fosse contro chi. Il giro di parole confonde? Forse, ma forse rende l’idea dell’attuale o perdurante, stato confusionale e di incoerenza della politica italiana.

Quello che ricordo è che Lega e M5s sono stati assieme al governo fino alla scorsa settimana. Ma si erano presentati assieme? Ora, dopo che la Lega ha deciso di sfiduciare il governo di cui fa parte chiedendo elezioni subito, in Parlamento sembra essersi creata una nuova maggioranza, stavolta tra Pd (o una parte del Pd) e il M5s. Ma si erano presentati assieme alle elezioni?

Siccome, forse è colpa mia che sono smemorato, provo a cercare sul sito del Ministero dell’Interno la risposta alle mie domande. Guardo sotto la voce Elezioni Politiche, cerco la data del 4 Marzo dello scorso anno (giorno della tornata elettorale) e finalmente tutto torna chiaro. Bhe chiaro è una parola grossa.

La Lega era con Forza Italia, Fratelli d’Italia e Udc, il M5s correva da solo, il Pd con u naltro gruppo di partiti. Io, per chi ho votato? Ciascuno di noi, per chi ha votato? Oggi cosa resta di quella campagna elettorale? Delle centinaia di ore di trasmissioni televisive, di chiacchiere sui programmi da realizzare? Cosa resta dell’espressione del mio voto ovunque esso sia stato indirizzato? Cosa resta della mia volontà o dell’idea che mi ero fatto? Ma la nostra, mi si potrebbe obiettare, è una Repubblica fondata sul Parlamento…Nulla da eccepire, ma credo sia anche l’espressione di una Repubblica fondata sull’incoerenza politica dove quello che valeva il giorno prima, il giorno dopo non vale più e vice-versa; dove offese ed insulti del giorno prima, si trasformano in strette di mano ed abbracci del giorno dopo e viceversa. E tutto nell’interesse superiore del Paese e dei suoi cittadini, cioè noi. Ma ne siamo certi? Siamo proprio sicuri?

Condividi questo articolo

6 Commenti

Scrivi un commento
  1. Condividendo profondamente alcune idee da entrambe le parti, sono stata felice di aver visto nascere un governo, in cui i due partiti da cui più mi sentivo rappresentata, si unissero in “matrimonio”. Ad oggi, col divorzio, mi sento un po’ come un figlio che soffre per la separazione dei genitori. Anche se conservo il mio PREFERITO tra i due. E spero che abbia la meglio sugli altri, alla fine.

  2. Io ricordo perfettamente per CHI ho votato quando mi è stato possibile ( ero un marittimo ) in tutta la mia vita elettorale : Pannella – Cicciolina – Bertinotti – Di Pietro – Bersani – Salvini . Ho sempre perso , nel senso che nessuno ha mai rispettato le ” promesse ” ( programma ) elettorale. Pannella si è buttato nelle braccia di Berlusconi – Bertinotti ha fatto cadere Prodi facendo tornare Berlusconi – Di Pietro ha comprato ed affittato al partito qualche casa di troppo – Bersani ha regalato un Partito al Bimbominchia – Ho vinto la causa del blocco dell’indicizzazione delle pensioni ma , il Bimbominchia ha escogitato il ” Bonus Poletti ” – Infine ho votato Salvini che era salito su un terrazzo con il cartello ” Ladri di pensioni ” rivolto al Bimbominchia. Salvini ha fatto un copia-incolla del blocco dell’indicizzazione delle pensioni fatto da Letta per cui anche Lui prossimamente entrerà a far parte degli ex da me votati. Prossimamente per CHI voterò ? Un bel VAFFANK..A TUTTI . Si , perderò un po’ di tempo ( un Vaffa x ogni simbolo ) !!!!!!!!!!!!!!

    • Le dò un consiglio, lo applico più o meno da quando ho avuto l’età per votare, un bella croce che parte da angolo ad ancgolo della scheda e così il Vaffanculo è più elegante e spreca meno tempo, la scheda è annullata.
      Saluti
      Lei rimane un “mito”, ogni volta che le leggo

      Elisabetta Perin

  3. FORSE MI SBAGLIO, MA UN GRUPPO DI PARTITI CHE ASSIEME (COALIZIONE?) ALLE “ELEZIONI”, SUPERANO CON LA LORO SOMMA QUELLO DI UN PARTITO SINGOLO, NON ABBIA IL DIRITTO DI GOVERNARE?

    SAREI GRATO SE QUALC’UNO ME LO SPIEGASSE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.