Commenti all'articolo Perdere la libertà al tempo del Coronavirus (Francesco Ferrara)

Torna all'articolo
Avatar
guest
110 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
mauro
mauro
24 Marzo 2020 9:07

La sacrosanta liberta’ individuale di potersi muovere termina dove inizia la altrettanto sacrosanta liberta’ di non ammalarsi del prossimo.

david
david
21 Marzo 2020 12:47

se devo rinunciare alle mie libertà per il bene comune OK, ma siccome non siamo in una dittatura islamica dove i precetti di fede vanno accettati a priori, vorrei che qualche scienziato mi spiegasse in che modo un ciclista solitario, un runner o un passeggiatore che trascorre due ore sulla spaiggia, riescono a trasmettere il virus.

honhil
honhil
21 Marzo 2020 11:26

E ora si pensa di adottare il modello coreano.

Lo Stivale continua ad essere avvolto dalla stessa confusione di sempre: è così le città e i paesi di ogni ordine e grado hanno un elenco delle ristrettezze diverso uno dall’altro. Con la conseguenza che regnano assieme la confusione e il coronavirus. Mentre il governo non fa altro che scimmiottare se stesso: ed emana una  direttiva appresso all’altra: a testimonianza che i protagonisti più confusi sono proprio loro: Conte e i suoi ministri.

E così, adesso, dopo 47021 casi positivi e 4032 deceduti, e per fortuna 5129 guariti, si inneggia al modello coreano.  Ma c’è un ‘ma’, c’è sempre un ‘ma’ annidato da qualche parte: allora perché il governo ha risposto picche quando dalla Lombardia, tra medici e governatore, erano in tanti a chiedere tamponi a tappeto? E dire che, se il governo invece trincerarsi dietro ad un attivismo confusionario ed improduttivo, avesse accettato il dialogo, forse l’idea di ‘tamponi a tappeto e monitoraggio dei cittadini mediante app e siti appositi’ sarebbe venuta anche a loro. Tagliando ‘il nodo della privacy’, nello stesso modo in cui hanno azzerato le libertà dei cittadini.

Sandro Cecconi
Sandro Cecconi
20 Marzo 2020 23:18

https://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/21389428/dritto_e_rovescio_paolo_del_debbio_furbetti_coronavirus_restate_casa_non_rompete.html