Pietre nella strada, che dice la grillina Barbara Lezzi?

Condividi questo articolo


Nelle immagini del video potete vedere dei pietroni sparsi nella strada che porta al cantiere della Tap. Sabotaggio, ma non solo. Quei pietroni provengono dai “muretti a secco”, caratteristica tipica di quel territorio che a parole proprio i no tap vorrebbero tutelare. E che invece sfregiano. Un’idiozia. Peggio, una deliberata ammissione di ipocrisia.
Che dicono la grillina Barbara Lezzi e i tanti politici locali (di destra e sinistra) che di fatto difendono questi teppisti? Cosa dicono della dozzina di atti violenti contro il personale impiegato da ditte che lavorano per la Tap? E cosa dicono della bomba carta lanciata il 16 marzo contro una sede dell’Adecco o dell’aggressione e le minacce fatte a due agronomi che valutavano il sito?

Condividi questo articolo


3 Commenti

Scrivi un commento
  1. Che dice la grillina? Nulla, che volete le importi dei teppisti contro le aziende della Tap? Perché forse a qualcuno non è chiaro, ma M5S è COMUNISTA/STATALISTA, è un’altra versione del PD. E infatti Di Maio ha gettato la maschera, lui vorrebbe governare col PD, mica con la Lega. Insomma, mettiamo bene in chiaro una cosa: se l’Italia è messa così è perché ha avuto per decenni quella cloaca fetida di nome PCI, e ben 1/3 di italiani che lo votavano, il maggior partito comunista d’Europa occidentale. La mentalità comunista e statalista è radicata ovunque, particolarmente nel PD ma anche nel M5S, e purtroppo Berlusconi (ormai l’ombra di sé stesso nei tempi migliori) non ha capito nulla, visto che vorrebbe continuamente fare accordi con chi lo ha sempre rovinato. Per lo meno si potrebbe fare uscire allo scoperto il M5S, costringendoli a governare con la Lega su 3-4 punti di programma e per fare una nuova legge elettorale, se solo Berlusconi si facesse da parte. Ma Berlusconi persevera nell’errore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *